Intervista a Bobby Whitlock, il leggendario musicista si racconta

Bobby Whitlock racconta una carriera straordinaria e unica, ma anche molto della natura di una leggenda sempre alla ricerca di nuova musica

bobby-and-coco-img-3913Bobby Whitlock è un musicista che ha scritto pagine e pagine di storia della musica. Dai leggendari Derek and the Dominos, passando per le esperienze con i Rolling Stones e George Harrison. Il geniale tastierista si è raccontato a CronacaTorino tra il nuovo tour con Coco Carmel e l’amore eterno per la musica.
Salve Bobby e grazie per questa intervista… Comincio chiedendoti: come va la vita sul pianeta Bobby Whitlock?

Ciao Alessandro… Accadono le stesse cose di sempre… A me basta fare quello che faccio sempre e che mi tiene occupato… La creatività scorre sempre nelle mie vene e la porta è sempre aperta per qualcosa di speciale. Qualcosa che mi dica cosa succederà dopo… Non so cosa sia e nemmeno quanto sia grande questo qualcosa però!
Sei in tour con CoCo Carmel, qualche chance di vedervi in Italia?
Ne stavamo giusto parlando ieri durante la nostra passeggiata pomeridiana… Un nostro conoscente ci ha parlato di un amico che si trasferiva in Italia e da lì e cominciato il discorso… Poi, CoCo ha anche vissuto in Italia quando era adolescente! Chissà cosa potrebbe succedere?
Abbiamo  anche un amico che suona la chitarra ed è Tolo Marton, sono sicuro che ne hai già sentito parlare… Tolo è stato colui che ci ha ispirato nel cercare un chitarrista diverso per ogni show. E’ stato il primo a suonare con noi con questa idea.
Hai lavorato con tanti musicisti con la stessa passione ed un successo incredibile… Qual’è il tuo segreto?
Non c’è in realtà un segreto… Eravamo lì nello stesso posto e nello stesso momento, ma soprattutto eravamo tutti preparati per esserci!
Hai lavorato tanti anni con Eric Clapton, c’è un momento particolare che leghi a lui?
Ogni momento con Eric è stato il massimo ed eravamo grandi amici… E devo dirti che lo siamo ancora
C’è un musicista con cui ti piacerebbe collaborare?
In realtà no… Però mi piacerebbe incontrare Paul McCartney e sedermi a parlare con lui. Posso solo immaginare che da una eventuale collaborazione tra me e lui possa nascere davvero qualcosa di maestoso.
Qual’è, secondo te, il miglior album su cui hai lavorato?
Ne scelgo due: “Derek and the Dominos Layla and Other Assorted Love Songs” e “All Things Must Pass” di George Harrison.
Progetti per il futuro?
Finire e pubblicare il mio album da solista “The ElPaso Sessions”
Qual’è stato il più bel momento della tua carriera?
Ricevere la notizia che Ray Charles mi aveva mandato una lettera dove diceva che aveva registrato la mia canzone, “Slip Away”.
Un sogno mai confessato?
Continuo ad avere quel sogno ricorrente: Io e Eric che ci incontriamo per suonare insieme sul tetto di un furgone nel mezzo di un campo vuoto, ma ogni volta non riusciamo a metterci li e suonare insieme…. Qualcosa va sempre storto! Non ci sono mai persone con noi. Rimango poi frustrato per giorni dopo uno dei miei “Sogni di Eric”… Non ne ho più… Almeno non quello.
Un messaggio per i tuoi fans italiani?
Il tempo è fugace… Amatevi l’un l’altro e ascoltate sempre il vostro cuore
Foto interna: Todd V Wolfson
Foto in evidenza: CoCo Carmel

Si ringrazia Carol Kaye per la gentilezza e la disponibilità
La Redazione ringrazia Luca Gagliardi di Iron Radio Verde per il prezioso aiuto