Intervista a Carmine Appice, il geniale batterista si racconta a CronacaTorino

Carmine_Appice_2011La musica è fatta di personaggi geniali che hanno spesso più di un legame con l’Italia. E’ il caso di Carmine Appice: nato a Staten Island, ma con cuore e sangue che affondano le radici nel Bel Paese.

 

Classe 1946, Appice vanta uno stile unico che lo ha portato a collaborare con artisti del calibro di Jeff Beck e Pink Floyd, ma anche a lavorare su band e progetti solisti diventati un successo conclamato per il settore. Proprio lui ha voluto raccontarci dell’ultima fatica musicale con i Rated X e dei progetti per il futuro con il fratello Vinny.

 

Buongiorno Mr. Appice, cominciamo parlando dei Rated X: come nasce questo progetto?

Per me, è cominciato con Serafino Perugino, fondatore della Frontiers Records, che mi ha chiesto se ero interessato a mettere insieme una band con Joe Lynn Turner. Gli ho risposto che la cosa era molto interessante, ma gli ho chiesto anche chi avrebbe fatto parte di questo gruppo.

Così abbiamo parlato di diversi musicisti che avrebbero potuto prendere parte a questo progetto. Ho finito per portare il mio bassista preferito, Tony Franklin, e dopo aver parlato con Bruce Kulick (ex Kiss), e Jeff Watson, abbiamo scelto un chitarrista pazzesco: Karl Cochran. Karl era un amico di Joe ed è un musicista incredibile. Dopo che si è unito a noi, abbiamo iniziato a mettere la sua chitarra sulle canzoni che avevano la voce pazzesca di Joe, il lavoro con il basso di Tony e i miei lavori con la batteria. Sapevamo di avere qualcosa che voleva essere una vera e propria band e non sono un semplice progetto … Così abbiamo deciso di andare in tour e fare tutto il possibile per rendere tutto un successo… I LOVE IT!!!

 

Com’è lavorare con Joe Lynn Turner?

Lavorare con lui è qualcosa di grandioso. Ci conosciamo da molto tempo… Ho amato da sempre la sua voce e i nostri accordi sono sempre andati davvero bene insieme. La sua voce e la mia batteria sanno, infatti, sempre, fondersi bene.

Joe è una persona con cui è facile scegliere le giuste idee per le canzoni e sa cogliere gli spunti sui quali lavorare.. E’ un perfezionista come tutti noi. Il progetto di questo album era folle, specie per registrare  poiché, infatti, tutti noi abitiamo in città diverse…

 

Qual’è la canzone più eccitante di questo album?

Mi piacciono Fire and ice, Lhasa and On The way to Paradise.

 

Cosa dobbiamo aspettarci da questo vostro primo lavoro?

Aspettatevi molte tracce da sballo di metal melodico con un tocco di anni 70 e con grandi canzoni… Una voce pazzesca.. Facciamo grandi classici!

 

Nella sua lunga carriera ha lavorato con tantissimi grandi musicisti. Qual è il segreto del suo successo?

Il mio segreto è continuare ad andare avanti. Avere obiettivi e proseguire per raggiungerli. Mi piace reinventarmi come un batterista, cantautore, produttore ed educatore. Io ho la mia casa discografica, la “Own”, che ha pronti grandi dischi live ed è inclusa anche una “Drum Wars” con mio fratello Vinny.

Non voglio dimenticare il “Metal All Stars Tour”, dove lavoro come direttore musicale e con al mio fianco il cantante dei Testament, i Dream Theater, Anthrax e Zakk Wylkde. Ecco.. Questo è come mi reinvento!

 

Secondo lei, qual è il miglior album su cui ha lavorato?

Non posso nominare un miglior album… Troppi sono stati i bei momenti con Jeff Beck, i Vanilla Fudge, i Rated X e i Blue Murder… I My Guitar Zeus sono stati poi gli album con cui ho avuto i successi più grandi…

Però, wow è davvero difficile rispondere alla domanda… ma posso dire che amo il modo di suonare dei Rated X e come viene fuori. Il mio amico Pat Regan ha mixato il lavoro ed Alessandro Del Vecchio è stato lo scrittore ed il produttore che ha lavorato con noi. Il disco che ne è venuto fuori è stato qualcosa di incredibile… Yeah!

 

Lei ha collaborato anche con i Pink Floyd. Cosa ricorda di quel periodo?

Con i Pink Floyd ho passato un paio di giorni davvero divertenti, in studio. Avevano la traccia della canzone e abbiamo lavorato per metterci la mia batteria. C’era anche Nick Mason in studio. Li conoscevo dagli anni 60 con i Vanilla Fudge. E’ stato fantastico lavora con Gilmore, Tony Levin ed un produttore come Bob Ezrin. E’ stato incredibile sentire che cosa Bob aveva fatto con la mia batteria in “Dogs of War”… Arrivò anche il 5X ​​platinum negli USA.

 

Cosa ne pensa del loro nuovo singolo “Louder than Words”?

Non sono ancora riuscito a sentirlo. Sono stato molto impegnato con il Metal AllStars e con il mixaggio del cd “Drum Wars” mio e di Vinny che uscirà in Europa il 28 novembre.

 

Le chiediamo anche una piccola curiosità: cosa ne pensa dell’Italia?

La amo! Il cibo, le belle ragazze, i ragazzi in gamba e la sua grande storia nella moda parlano per lei… Ho passato le vacanze a Positano e Capri, ma ho anche tenuto varie lezioni e fatto tantissimi tour. Il ricordo più bello è la prima tournée coi Vanilla Fudge: nel 1969 fummo ospiti del Festival di Venezia in cui vincemmo…. Amo davvero l’Italia!

 

Progetti per il futuro?

Come raccontavo prima, c’è “Drum Wars”, che sarà una battaglia a suon di heavy metal e batteria che abbiamo suonato anche in Italia ed in Europa, tra me e Vinny. Il Cd uscirà il 28 novembre. Sto inoltre lavorando ad uno show chiamato “The Rod Experience”, con i membri che hanno fatto parte della band di Rod Stewart… Andremo in Cina con questo progetto.

Presto vedrete i nuovi cd dei Vanilla Fudge e dei Cactus, più la mia autobiografia il prossimo anno… Sono molto occupato, ma non vedo l’ora di vedere i concerti dei Rated X, perché saranno fantastici.

 

C’è un musicista con lui le piacerebbe collaborare?

Probabilmente Joe Bonamassa ogni tanto, ammiro il suo stile e la sua musica

 

Piatto preferito?

Melanzane con la mozzarella e pasta con ricotta fresca

 

Chi ha influenzato maggiormente la sua musica?

Quando ho cominciato a suonare, Gene Krupa e Buddy Rich erano i miei idoli

 

Un messaggio per i nostri lettori?

Grazie di mantenere la mia musica e la mia carriera viva in Italia. Ascoltate il cd dei Rated X e sono sicuro che amerete il nostro lavoro… Noi abbiamo dato il massimo per fare un album speciale e speriamo lo amino tante persone. Oh e non dimenticate Drum Wars! Ciao!

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Intervista a Mike Keneally, il musicista racconta una storia cominciata al telefono

Intervista a Ben Knopfler, cuore e passione per la musica e per i Rocket Dolls

Intervista a Tony Levin, il geniale bassista si racconta a Cronacatorino

Intervista a Steve Hunter, il guitar hero racconta la sua lunga carriera

Alessandro Gazzera

Foto: wikipedia.org