Intervista a John Illsley, il leggendario bassista dei Dire Straits si racconta a Cronacatorino

illsleyI Dire Straits sono state una delle più grandi rock band della storia della musica, ma oltre alla loro incredibili canzoni hanno lasciato una serie di musicisti che ancora oggi fanno sognare. A raccontarsi oggi su Cronacatorino.it è il geniale bassista della band John Illsley.

– Classe 1949, ed in attività dal 1977, è stato una delle anime del gruppo insieme a Mark Knopfler, ma non solo. Il bassista di Leicester si è anche dimostrato un eccellente pittore ed ha regalato degli album solisti che fanno riassaporare l’atmosfera Dire Straits anche ad un pubblico più giovane. La recente esperienza dei Legends lo hai poi riportato in Italia e i fans non hanno mancato di fargli sentire il loro affetto.

 

– Buongiorno Mr Illsley, cominciamo questa intervista parlando dei “Dire Straits Legends”, la band ha avuto un grandissimo impatto ed i concerti sono piaciuti davvero tanto ai fans
I DS Legends sono stati formati per celebrare la musica della band dal primo all’ultimo album. Gli show sono andati davvero bene ed è stato un vero piacere tornare a suonare molte delle vecchie canzoni.

– In Italia, dopo l’uscita del suo ultimo disco, si è detto  “Testing the water è stato scritto da un grande poeta”. Mr Illsley la possiamo considerare così?

Questa è una cosa molto bella da dire, per me la scrittura è un modo per cercare di capire le cose che accadono a me personalmente, ma anche per riflettere sul mondo che ci circonda… Soprattutto in questi tempi difficili.

– Com’è la sua vita oggi?
Ho una vita davvero piena.Mi diverto a suonare e a fare musica studio, ma anche dal vivo. Ho un grande gruppo di musicisti che lavorano con me e rendono tutto davvero piacevole.

– Nel recente passato abbiamo visto le Reunion di Led Zeppelin e Police, è previsto qualcosa di simile anche per i Dire Straits?
No, non al momento

– Come sono i rapporti tra te e Mark Knopfler? C’è la possibilità di rivedervi su un palco insieme?
Siamo ottimi amici e ci divertiamo tutte le volte che abbiamo la possibilità di passare del tempo insieme. Al momento però non abbiamo in programma di suonare insieme.

– Le faccio una domanda particolare: cosa ne pensa e cosa le piace dell’Italia?
Mi piace l’amore degli italiani per la vita, anche quando le cose non vanno bene loro si divertono. Dell’Italia poi adoro il cibo.

– Piatti preferiti?
Sono un vero appassionato della pasta, del carpaccio e dell’insalata di rucola e parmigiano

– Cosa fa John Illsley nel tempo libero?
Mi piace passare del tempo con la mia famiglia e dipingo davvero molto nel mio studio.

– C’è un modello che l’ha influenzata particolarmente?
Certamente, nella pittura Picasso e nella musica JJ Cale

– Le lascio la conclusione.
Spero vi sia piaciuto il mio nuovo cd “Testing the water” e se potrò suonare in Italia venite a sentire la band… Non per niente male!

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Intervista a Gabry Ponte, il DJ torinese che ha fatto ballare milioni di giovani in tutto il mondo

Intervista a Maurizio Lobina: dagli Eiffel, al mondo

Intervista a Fabio Treves, i 40 anni della band e il programma dei concerti del 2014

Alessandro Gazzera