Intervista a Julie Murphy, la storia di un’artista indipendente

photoJulie Murphy è salita nuovamente all’onore delle cronache dopo la bellissima canzone “Embrace Another Fall” cantata con l’ex voce dei Led Zeppelin di Robert Plant.

– Nata nel 1961 in Inghilterra, ma gallese nel cuore e nell’anima ha voluto raccontarci la sua carriera tra presente e futuro.

 

Buongiorno Julie e grazie per questa intervista. Il tuo nuovo album verrà pubblicato nel 2015, cosa si devono aspettare i tuoi fans?

Si tratta di una raccolta di canzoni personali, scritte e suonate principalmente al pianoforte.  Posso dirvi ci sia un sorta di filo a legarle e spero siano universali nel messaggio. Ci sono alcune canzoni popolari anche, che adoro e che hanno sempre influenzato la mia scrittura.

Si è inoltre unito a me un meraviglioso musicista come Ceri Owen Jones che suona arpa e trombone. L’album verrà pubblicato dalla mia etichetta perchè essere una artista totalmente indipendente è molto importante per me. Ho appena pubblicato un EP digitale su Bandcamp… Qui le persone lo possono ascoltare e scaricare…. Si chiamato The Mermaid e la title track sarà anche nel nuovo album.

 

Con Robert Plant hai creato una bellissima canzone. Com’è stato lavorare con lui?

E’ sembrato molto facile e non c’è stata tutta questa pressione. Mi ha detto prima che tipo di canzone fosse e così ho capito lo stato d’animo suo e quello che stava cercando di trasmettere.

Lui è stato molto chiaro su quello che voleva cantare, ha scelto quella particolare canzone popolare gallese e si è adattata perfettamente a noi credo.

 

Robert è considerato una sorta di Dio della musica. Tu come lo descriveresti?

L’ho trovato molto con i piedi per terra e simpatico pur essendo un musicista così famoso. Racconta tantissime storie e lo fa in maniera assolutamente naturale… Proprio grazie alla sua simpatia il giorno della registrazione è stato tutto molto divertente.

Mi piace perchè sembra sempre in cerca di qualcosa nella musica, anche se ha fatto così tanto.

 

Tornando a te… Ti vedremo in Italia con il nuovo album?

Spero proprio di sì, sono in contatto con un agente per organizzare un tour l’anno prossimo, ma vedremo dove sarà e come. Ho già cantato in Italia e ho trovato un pubblico molto caloroso. Infatti, ho scritto una canzone intitolata “The Fountain” su Prato della Valle (Padova) e lì ho inserito alcuni versi di Petrarca. E’ nel mio ultimo album “The quiet house”. Lo trovate su juliemurphy.bandcamp.com.

 

Qual’è il miglior album su cui hai lavorato?

Beh, io sono molto orgogliosa del mio ultimo album solista ma, penso che il meglio sia sempre quello su cui sto lavorando.

 

C’è un musicista con cui ti piacerebbe collaborare?

Ho avuto la fortuna di lavorare con grandi musicisti, ma Bjork sarebbe in cima alla mia lista se dovessi farne una…. La amo!

 

Chi ha influenzato maggiormente la tua musica?

Sono rimasta influenzata da molti artisti, ma questo è perché mi piace avere una sorta di “ampia gamma “di musica. Sono una grande ammiratrice di artisti come Patti Smith e Robert Wyatt… Perchè entrambi lavorano ancora senza compromessi. Poi ci sono Joanna Newsom, Kate Bush, Joni Mitchell, ma anche registi, artisti visivi come Chagall e Kandinsky e anche da poeti. Qui trovate alcune cose: juliemurphy.tumblr.com

 

Cosa ne pensi dell’Italia?

Amo l’Italia, quando ero una studentessa ho fatto spesso dei viaggi nel vostro paese, ma nello stesso tempo mi sono innamorata di mio marito… Lui è gallese e mi sono trasferita con lui in Galles (che è anche molto bello!).

 

Piatto preferito?

Qualunque cosa si fatta con amore…. Meglio ancora se condivisa con una sacco di bella gente intorno a un tavolo.

 

Progetti per il futuro?

Solamente continuare ad essere un artista… Un qualcosa per cui a volte c’è bisogno di una grande lotta

 

Sport preferito?

Beh, mi piace il calcio, soprattutto lo Swansea City. hanno un bello stile di calcio e mi piace il modo in cui la squadra è di proprietà della città, l’ethos al club è molto stimolante. L’etica del club è veramente di grande ispirazione.

 

Cosa fai nel tempo libero?

E ‘interessante l’idea del tempo libero perché l’arte non la sento come un lavoro, anche se può essere un qualcosa di duro e difficile. Faccio diverse cose  e le sento parte del condurre una vita creativa. Camminare, giardinaggio, cucinare, cantare, scrivere, viaggiare, star seduta al mio pianoforte .. Per me sono tutte parti della stessa attività e si completano l’una con l’altra.

 

Un messaggio per i nostri lettori?

Valorizzate sempre la cucina della vostra Regione… Può contenere bellissimi tesori!

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Intervista a Harry Waters, la passione per la musica raccontata a CronacaTorino

Intervista a Dave Kilminster, l’artista britannico racconta la sua carriera a Cronacatorino

Intervista a Marco Giovino, l’anima italiana della musica di Robert Plant

Intervista a Carmine Appice, il geniale batterista si racconta a CronacaTorino

Alessandro Gazzera

Foto: juliemurphymusic.com