Scie chimiche, il nuovo approfondimento con lo specialista Alessandro Sabatino

Scia_chimica04Il web ha veicolato negli ultimi anni diverse “teorie di complotto” e l’esempio più lampante resta la vicenda delle “Scie chimiche”. Il Dottor Alessandro Sabatino ci ha aiutato a spiegare in chiave scientifica questa bufala del web.
Una analisi ed una riflessione che parte dalle Scie chimiche, ma che parla anche del sistema Italia e della troppa disinformazione nel nostro paese.
Dottor Sabatino, innanzitutto ci racconti cosa fa lei e dove lavora
Sono dottorando all’Università di Strathclyde (Scozia) nel dipartimento di matematica, e mi occupo di oceanografia, in particolare di modelli oceanici e di onde.
Sul web la abbiamo vista protagonista, se così si può dire, del dibattito sulle scie chimiche. Può spiegarci di cosa esattamente si parla?
E’ molto semplice: le scie chimiche sono una bufala, nata negli Stati Uniti nel 1997. Chi sostiene questa teoria ritiene che le scie lasciate dagli aerei nel cielo non siano semplice condensa.
Mentre ritengono che queste scie siano delle sostanze chimiche rilasciate dagli aerei per gli scopi più vari: sterminio o controllo della popolazione, controllo del clima, facilitazione delle comunicazioni radio militari o addirittura in grado di provocare terremoti
Cerchiamo di andare più nel dettaglio: cosa sono le scie di condensa e come si formano?
Le scie di condensa sono appunto come dice il nome, condensa. I motori degli aerei (ma anche quelli delle auto) funzionano a combustione interna, ossia fanno reagire il carburante in presenza di ossigeno ad alta temperatura, producendo energia dalla rottura dei legami chimici.
Il prodotto di una combustione e’ acqua e altri prodotti di reazione, ossia i gas di scarico (quindi ciò che accade è del tutto simile a quello che succede nelle auto). Quest’acqua ad alta temperatura (sotto forma di vapore acqueo) esce dai motori di un aereo e se incontra delle condizioni favorevoli, condensa. La condensazione avviene se sussistono certe condizioni atmosferiche (di pressione, umidità e temperatura), che furono descritte nel 1940 dal fisico tedesco Ernst Schmidt e dallo scienziato americano Appleman nel 1953.
Da cosa nasce la teoria, mai provata, delle scie chimiche?
Nasce nel 1997 da due americani che avevano fondato una ditta di consulenza contro gli attacchi terroristici. Avevano inventato la bufala per racimolare un po’ di soldi, spammandola via mail.
E perchè, nonostante le numerose prove che dimostrano la non esistenza di scie chimiche, continua ad avere successo?
Beh. E’ difficile spiegare il perchè. Sicuramente la scienza, purtroppo, non è immediata. La fisica dell’atmosfera richiede conti e concetti non sempre immediati. E le bufale scientifiche fanno leva sull’ignoranza della gente riguardo alla scienza. La gente continua a credere agli oroscopi, nonostante risalgano all’epoca di Tolomeo quando si riteneva la Terra fissa al centro dell’Universo. Ma è qualcosa di “ancestrale” diciamo: quando gli antichi non sapevano la ragione di un fenomeno si affidavano a spiegazioni divine. La grossa differenza è che ai giorni nostri si sa la spiegazione delle scie di condensazione.
Ma le persone preferiscono una spiegazione più facile da capire, più immediata rispetto alla spiegazione scientifica. Anche perchè diciamocelo: nel liceo la fisica dell’atmosfera non viene minimamente toccata (o comunque in maniera estremamente marginale). Inoltre l’informazione scientifica di questo paese non funziona come dovrebbe: ci sono due programmi in televisione dedicati ai misteri in prima serata, nei quali si fa pura disinformazione scientifica, i giornali danno poco spazio alla scienza. E diciamocelo anche: l’Italia non è mai stata un paese per scienziati. Le nostre menti migliori le abbiamo incarcerate, fatte abiurare oppure cacciate all’estero.
Come ne si esce da un giro di disinformazione di questo tipo? Di recente si è avuta la notizia di un drastico calo dei vaccini… Un qualcosa in parte dovuta anche alla disinformazione su tante tematiche.
Sicuramente facendo migliore informazione scientifica, sia sul web che su qualsiasi altro canale. Ma anche investendo in cultura e in ricerca. Siamo uno tra i paesi che investe meno nel mondo della scuola, siamo fanalino di coda per quanto riguarda il numero di laureati e di dottorandi (abbiamo 38 mila dottorandi all’anno contro i 70 mila della Spagna) e nei test i nostri studenti delle scuole secondarie sono i peggiori per quanto riguarda le materie scientifiche.
Abbiamo la media di età più alta dei docenti ed esportiamo ricercatori come se fossero arance. Eppure ogni governo taglia, per trovare soldi, sempre in ricerca o in istruzione. Eppure il problema è lì: le bufale si combattono con l’educazione e con la promozione della cultura.
Dottor Sabatino proviamo, sul finale, ad aiutare le “vittime” della disinformazione…. Lei cosa consiglia a chi si vuole realmente informare sulla scienza e sui fenomeni atmosferici in generale?
E’ difficile rispondere, anche perchè chi crede a queste bufale, come anche ribadito in varie ricerche, tende a informarsi su canali specifici, ossia su blog che promuovono la disinformazione scientifica e non solo. La controinformazione, purtroppo, è una moda che sta dilagando con internet. Quindi il mio consiglio non può che essere quello di staccare il web e iniziare a leggere libri o a studiare meteorologia.
Ci sono degli ottimi libri divulgativi sulla meteorologia e sulla fisica dell’atmosfera. Leggere libri che parlano di scienza spesso è considerato difficile, ma ci sono libri davvero ben scritti per “profani” della scienza. E poi ci sono anche i documentari, sono sicuramente più noiosi di una puntata di mistero o voyager, ma sono sicuramente più istruttivi. E questo può dare poi un senso critico per capire cosa siano le bufale e cosa non lo siano.
La ringrazio Dottor Sabatino, le lascio il pensiero finale
Grazie. Io vorrei fare mie le parole di Marco Paolini, nel suo spettacolo su Galileo: “Ci saranno si’ o no 10 persone in Italia che hanno letto Galileo, pero’ non dicono agli altri quanto sia bello leggere Galileo. Ti dicono: leggi Dante. Anche a me piace Dante, ma Galileo scrive in un italiano perfetto e comprensibile, e’ bellissimo da leggere”. Io invece ve lo voglio dire: leggete libri di divulgazione scientifica.
Non e’ difficile capire la scienza e capire i fenomeni che ci circondano. La scienza ti porta a vedere il mondo in un’altra maniera. Capire i fenomeni naturali per me e’ come colorare un mondo in bianco e nero con una tavolozza piena di colori brillanti
Alessandro Gazzera
Foto: wikipedia.org

117 COMMENTI

  1. E' incredibile invece l'arroganza di voi beceri ignoranti da terza media, vorrei solo farvi notare che in tutti i vostri commenti non c'è un solo dato scientifico palpabile, quanto invece una serie di "servo dei padroni, questo pseudo scienziato, l'altro giorno a mia nonna è caduto il bario in testa e ho visto tutto!!11111xdxdxdxd". Io sono uno studente al secondo anno di fisica, le persone che come me decidono di dedicare la propria intera esistenza alla scienza e al benessere dell'umanità, studiando e ammazzandosi per portare al limite le proprie conoscenze, per poi vedersi attaccati da un branco di poveri coglioni che probabilmente non sanno nemmeno come sia fatta una lampadina. Grazie mille, perchè ogni giorno anche grazie a voi sono sempre più convinto che una volta presa in mano la laurea lascerò il paese, senza fare nulla per combattere l'implosione che sta avendo a causa di voi complottari ignoranti. Davvero, mi fate schifo, schifo nel modo più assoluto. (PS. si sono anch'io al servizio dei "poteri" qualsiasi cavolata voi abbiate in mente, sono anch'io un idiota manipolato e uno pseudo scienziato, vaffanculo)

  2. Matteo Lanciani scusa, hai detto una tale sequenza di cavolate che nemmeno riesco a capirla. Ryanair se sta a 4.000 metri è in fase di atterraggio e sicuramente non lascia scie di condensa, cosa che fa quanto viaggia in quota. Comunque la chiudo qui, siete degli ignoranti totali e, francamente, non meritate il mio tempo, come non meritate di consumare inutilmente l'ossigeno del pianeta. Quanto vorrei che ci fosse davvero un bel piano segreto per togliere di mezzo tutta la vostra allegra combriccola di saccenti da tastiera.

  3. che vergogna … la bufala sono i giornalisti che danno spazio a degli ignoranti in materia .. la verità è figlia del tempo . V
    Scie chimiche, chiesti in Toscana controlli di Arpat
    „ L'omologa marchigiana di Arpat ad Ancona avrebbe già rilevato delle anomalie nell''aria tali da giustificare una connessione con le ricadute di metalli dai voli degli aerei" ecco perché sarebbe utile approfondire il caso.“

    • Rosario, guarda che non ti conviene uscire dai tuoi sitarelli dove puoi censurare quanto vuoi. Qui ti si dimostra pienamente che dici cavolate e che non sei capace di scrivere altro che falsita’ e assurdita’. Oltre a insulti da due soldi, ovviamente. Adesso o dimostri di avere ragione o ammetti il torto. Ma ovviamente non sei in grado di fare nessuna delle due cose, vero?

  4. Madonna che manica di *****, spero almeno che vi paghino bene per sostenere sti criminali che ci avvelenano ogni giorno e che quando gli girano le palle ci fanno morire di caldo. Come sempre Rosario, continua così e ignora sti poveracci (y)

  5. ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha oste come il vino ????? e l'oste…… Buono o ancora il bastone in mano con cui ho girato le bustine…………..ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha rosario rosario che ingenuo che sei !!!!! se insisti un po vedrai che confessano ……….ti stanno avvelenando giorno dopo giorno e tu credi ancora alla befana …provate a prendere una scopa e volate ……

  6. E`incredibile l`arroganza di questo cosidetto scienziato,l`aereo che volava sopra il cielo di Pesaro il 21 maggio scorso lasciando scie e formava delle griglie,scacchi era una mia allucinazione,ho anche le foto.Ipocrita

  7. Come spesso accade, la controparte si distingue per le argomentazioni ad alto contenuto scientifico e dialettico. "Impiccatevi (cit.)". Complimenti.

  8. Mai lette tante fandonie tutte assieme. Chiedere al vostro luminare dottorando, che porta l'esempio della condensa delle auto, come mai la stessa si dissolve pochi metri dopo essersi formata. Mentre quella di alcuni aerei permane nel cielo, espandendosi, per diverse ore…

  9. Se si legge la ricerca di Appleman e di Schmidt lo capisce: anche perché al suolo le temperature, in Italia non permettono la condensazione dei gas di scarico delle auto (raramente in inverno possiamo vedere persistenza), mentre in alta troposfera, dove passano gli aerei le condizioni possono dare persistenza. (A 7000°C ca le temperature di -40°C sono abbastanza frequenti, uno scienziato, Schumann ha calcolato che si verificano circa il 38% delle volte)

  10. Dato che mi sembra relativamente informato saprà anche bene che alle nostre latitudini la combinazione di: temperatura/umidità relativa/altezza dovrebbe portare alla realizzazione di scie in meno del 2% dei casi.
    Saprà anche che la condensa come si forma, nel giro di qualche secondo dovrebbe scomparire (come accade normalmente per le scie che vediamo da terra senza riuscir ad individuare ad occhio nudo il velivolo) peccato che ci siano migliaia di fotografie amatoriali scattate con telefoni cellulari di aerei nn piu alti di 3/4000metei che rilasciano scie che persistono per ore allargandosi fino a formare le "innocue velature" che i metereologi di regime inseriscono nei report del meteo.

  11. Tutta la mia solidarietà all'autore dell'articolo e al dottore intervistato. In quel paese di subnormali ritardati che è diventato l'itaglia, ormai sperare di avere a che fare con persone raziocinanti è un'utopia – e più la cagata è grande, più voi beoti (sì, voi) la ingoiate in un sol boccome. Siete di un'ignoranza totale e spaventosa, nel senso che spaventa per quello che comporta, visto che purtroppo avete lo stesso diritto di voto di una persona senziente.

  12. Alessandro Sabatino a 7000°C dubito si formi condensa 😉 . Dai non ti sforzare ormai non ci casca più nessuno. Aerei che volano a 7-8-10 mila metri neanche li vedremmo mentre quando irrorano a gogo alcuni riesco a vedere persino i motori ad occhio nudo il che significa che sono ben al di sotto della quota richiesta per la formazione di condensa. Il tempo delle menzogne è scaduto

  13. Che argomentazione seria signor Nò!! Che è successo, la mamma non le ha comprato il cono alla cioccolata? Coraggio vada a farsi una corsa con le forbici in mano, ma stia attento a quella con la punta arrotondata, che sono un complotto di Art Attack!
    @Franco complimenti per le acute capacità di osservazione!! Ha mai sentito parlare di rilevamenti fotogrammetrici? Di esercitazioni militari? Per carità meglio pensare che sono aerei supersegreti, pilotati da piloti alieni che con la complicità di tutti i controllori di volo rilasciano nanorobot maligni al DNA pranico arricchito col Bario che servono a provocare i terremoti in Guatemala!

  14. A fronte di cotanta accozzaglia di cazzate, cos'altro si deve scrivere? Se avete ragione voi, pseudo-scienziati che ignorate l'evidenza sopra le nostre teste (confermata da molti enti governativi) allora vi farete una grassa risata. Se abbiamo ragione noi ad affermare che il cielo così non è affatto normale, ma è intriso di chimica da geoingegneria, allora voi siete complici di un crimine contro l'umanità. Mi pare una bella differenza, ci hai mai pensato?

  15. ma dai ma lasciate perdere. siete ignoranti senza speranza. chi non riesce a individuare da terra velivoli, caro Matteo Lanciani? hai presente che un aereo di linea vola al massimo a 12.000 metri, vero? e che a quella distanza si vede SEMPRE e COMUNQUE (se non ci sono le nuvole, ovviamente)? ora magari ti sconvolgo, ma a occhio nudo (di notte) si vedono anche i SATELLITI, che stanno a qualche centinaio di km da terra e hanno dimensioni pari a quella di un'automobile (spesso inferiori).

  16. Qualcuno… ha paura di ammettere che ci stanno avvelenando perché siamo in troppi su questa terra. Provate a chiedervi come mai in alcune zone, alla sera non ci sono più le meravigliose lucciole, grilli ecc. Comunque, se ci sono sono rimasti pochi, perché l'uomo li ha avvelenati. Ora alcuni potenti con le scie chimiche e altri mezzi vuole dimezzare gli uomoni. Vorrei dite tante altre cose, l ho farò più avanti

  17. Alessandro Sabatino Certo e le scie (chimiche) a quota cumulonembi 2-3000 metri) che sono frequentissime, come le spieghi?

  18. Michele Taffarel 7000 m, grazie, corretto.
    Matteo Lanciani: mi spiace, lo studio di Schumann fatto su rianalisi di dati, afferma che anche alle nostre latitudini, nel circa 20-30% dei casi gli aerei formano scie di condensazione. Questo incrociando i dati di T,p e umidità in quota con il diagramma di Appleman

  19. Michele Taffarel 7000 m, grazie, corretto.
    Matteo Lanciani: mi spiace, lo studio di Schumann fatto su rianalisi di dati, afferma che anche alle nostre latitudini, nel circa 20-30% dei casi gli aerei formano scie di condensazione. Questo incrociando i dati di T,p e umidità in quota con il diagramma di Appleman

  20. Khan Il Dario Mi scusi ha ragione, siamo tutti servi della scienza di regime! Perché è nota che la natura è burlona: con gli scienziati di regime segue determinate leggi, quando invece ha a che fare con un complottista cambia immediatamente per uniformarsi alla sua volontà!

  21. Khan Il Dario Mi scusi ha ragione, siamo tutti servi della scienza di regime! Perché è nota che la natura è burlona: con gli scienziati di regime segue determinate leggi, quando invece ha a che fare con un complottista cambia immediatamente per uniformarsi alla sua volontà!

  22. mi domando perché invece di indagare su una verità già suffragata da mille situazioni …torri gemelle la viaria vaccini e malattie che servono a fare soldi …come fate a non capire che siamo cavie e ci usano a loro piacimento x sperimentare ciò che vogliono, vi date da fare a cercare di dimostrare il contrario usando le fonti stesse prodotte da chi inquina ….. credo che le scie chimiche servano a eliminare le capacità cognitive della gente e funzionano visto il risultato che hanno avuto su di voi

  23. 40% che alcuni giorni diventa 0 ed altri 99. Dando per veritiera la teoria di cui lei parla resta comunque non risposta la domanda inerente voli civili di cui si distingue livrea e compagnia da terra che rilasciano scie PERSISTENTI per ore, che si allargano e non sondissolvono. Ha qualche teoria strampalata anche per questo? Sono curioso

  24. Non rispondo a davide solbiati che vede i satelliti ad occhio nudo di notte.. Non mi sembra il caso

  25. Matteo Lanciani mi spiace, anche qui ti confermi ignorante (= persona che ignora), visto che i satelliti di notte si vedono a occhio nudo. Figurati gli aerei, che non stanno a centinaia di km, ma al massimo 12 di altezza (con i dovuti aumenti legati alla distanza). Magari ti sconvolgo, ma di notte, se l'orbita è giusta, può tranquillamente vedere la ISS passare sulla tua testa – miliardi di Euro di ricerca spesi inutilmente per un pianeta di poveri rimbambiti, purtroppo.

  26. Alessandro Sabatino se questo Schumann si è prostrato al sistema potrebbe anche essere 50-60% dei casi no? perchè non 70%? peccato che quando ero ragazzino e giocavo a calcio non ho mai visto cieli che da azzuri venivano violentati da 50-60-80 aerei nel giro di poche ore creando delle vere e proprie scacchiere, cancellando nel giro di poche ore l'azzurro intenso e lasciandomi un bel bianco patinato grigiastro. Sento il rumore delle unghie che scivolano sullo specchio. Cmq spero tu sia cosciente che questa negazione della realtà forse porterà un profitto economico-sociale nel breve periodo ma per tuo figlio-nipote-pronipote sarai corresponsabile di questa nefandezza. Pensaci la notte

  27. Matteo Lanciani Il diagramma di Appleman spiega anche la persistenza
    La persistenza delle scie era stata inoltre già notata in una pubblicazione precedente a quella di Appleman, ossia quella di Brewer del 1946. Inoltre esiste una pubblicazione ancora precedente che le posto sulla presenza di scie persistenti già nel 1919 (nel 1918 esistevano aerei con tangenza superiore ai 9000 m)

    http://bragwebdesign.com/contrails/images/appleman-chart-3.gif
    http://i1.wp.com/italiaxlascienza.it/main/wp-content/uploads/2014/06/weickmann1919.jpg

  28. Khan Il Dario a fronte di "cotanta accozzaglia di cazzate" come le chiami tu si può comunque essere civili… e poi di prove dell'infondatezza di simili teorie ne è pieno internet (oltre che libri e studi scientifici ma non pretendo tanto da chi si laurea su youtube o su tankerenemy.com), ma questo non ha la minima importanza perché voi avete bisogno del complotto, potremmo farvici sbattere il muso sulle prove che le scie chimiche non esistono ma trovereste comunque il modo di negare la verità, a voi la verità non serve, voi avete la vostra e vi ci trovate come in paradiso… e intanto chi invece vuole smascherare veri e reali e pericolosi e abominevoli giochi di potere non ci riesce perché viene puntualmente screditato dalla vostra colpevole ignoranza…

  29. Khan Il Dario "Se abbiamo ragione noi". Non e' questione di SE o di MA. Fortunatamente gli "pseudo-scienziati" hanno formule che descrivono la realtà in modo sistematico. E funzionano, quanto è vero che riuscite a bollire l'acqua a 100° C. Prendete dei dati, fate i calcoli con le formule e vedete chi ha ragione (non prendeteli a occhio, mi raccomando). Non si tratta di lanciare una monetina.

  30. Davide solbiati facciamo cosi: l'occhio nudo è paragonabile all'obiettivo di un iphone5s? Mettiamo di si. Io faccio 3 foto ad aerei di cui uno a 12000, uno a 7000 e uno a 4000, con relative scie. Tu ne fai una alla ISS, una a un satellite che vuoi e una alla tua faccia quando vedrai i ryanair che passano sul lago d'ised a meno di 5000 metri che lasciano una scia persistente che si allarga formando le velature. Poi ce le mandiamo in inbox su FB. Ahh ultima cosa.. Ti chiedo la quarta foto della tua faccia quando scoprirai che tutto quello in cui credi è una cagata pazzesca. Thanks

    • L’unica cosa che ottieni vivendo con lo sguardo volto al cielo è di calpestare delle merde di cane. Se solo gli occhi li avessi puntati sui libri, cosa che per tutta la vita hanno fatto e continuano a fare gli scienziati a beneficio dell’umanità – di cui, ahimé, fai immeritatamente parte anche tu – riusciresti a comprendere fenomeni che dovrebbero essere noti a chiunque abbia completato le scuole dell’obbligo.
      Ma hai scelto la facile via dell’ignoranza, e questo ti condanna al perculamento ogni volta che esci dal serraglio dei simili tuoi.

      Hai scritto:
      “sai bene che ad oggi quello che viene raccontato da giornali e illustri testate scientifiche può essere tranquillamente una notizia falsa”
      Falso, lo sai “bene” tu e qualche altro stordito come te. Porta prove anziché ruttare cazzate.

      “Riguardo alle torri gemelle ci sono migliaia di report firmati da illustri ingenieri che dichiarano l’impossibilità riguardo all’accaduto”
      Falso, ci sono i pareri di uno sparuto gruppo di ingegneri (non *ingenieri*, somaro) in cerca di visibilità che sono stati smentiti da migliaia di loro colleghi.

      “un edificio di acciaio e cemento armato alto 450 metri non può sbriciolarsi esattamente sulla sua base in meno di 4 secondi”
      Doppiamente falso, sia sui tempi che sulla dinamica del crollo, c’è una ponderosa documentazione che dimostra il contrario. Anche pagliacci del calibro di Giulietto Chiesa (che sta ancora leccandosi le ferite del flop di quel coacervo di minchiate che è il suo “Zero”) e Massimo Mazzucco evitano ormai di parlarne; sei come il giapponese a guardia del fusto di benzina.

      “Riguardo alle scie chimiche ci sono altrettanti studi fatti da professionisti che asseriscono il contrario di quello che ti dici, e provano l’esistenza del fenomeno, basandosi anche sull’analisi delle acque piovane, della neve contenenti valori altissimi di metalli”
      Falso, non esiste un solo studio al mondo che dimostri che le scie prodotte dagli aerei non siano normali scie di condensazione; esiste solo un mucchio di spazzatura prodotta dai vari Lannes, Marcianò, Mazzucco & C. che non hanno alcuna preparazione specifica in materia di fisica, aeronautica, meteorologia, chimica. Questi guitti, ogni volta che aprono bocca fanno una figura dimmerda e devono pateticamente rifugiarsi nel conforto degli ignoranti come te, gli unici a garantire – con appoggi morali e, talvolta, materiali – la loro sopravvivenza.
      Tu parli di professionisti: quali? In quali campi?
      Parli anche di prove. Quali prove? Su quali pubblicazioni scientifiche sono state pubblicate?
      L’unica prova attendibile sarebbe un’analisi di un prelievo in quota di un campione di “scia chimica”, fattibile con il lancio di un pallone sonda, operazione del costo comprensivo di materiali, attrezzature e autorizzazioni inferiore ai quattromila euro, niente in confronto alla salvezza dell’umanità; come mai nessuno dei cazzari di cui hai sposato le deliranti teorie s’è mai peritato di farne uno? Le analisi effettuate al suolo sulle acque piovane prelevate da una pozzanghera o quelle di quel xxxxxxx di Marcianò sulla polvere dei sedili di un velivolo di Ryanair servono solo a dimostrare ancora una volta – caso mai ce ne fosse bisogno – quanto cialtroni possano essere i sostenitori della teoria della scie chimiche.

  31. Michele Taffarel ci sono le sue pubblicazioni con tanto di dati, se le vada a leggere. E molte di queste sono pure precedenti al 1997 e riguardano le scie di condensazione.
    Questa ricerca è precedente a quello di cui parlo, dato che il traffico aereo è aumentato, il potenziale di formazione delle scie di condensazione, incrociato con voli e rotte è arrivato al 30% circa.
    Nel 1991/92 il potenziale per formazione delle scie di condensazione era del 16%, questo incrociando la frequenza dei voli nel 1991/92, con i dati dell'ECMWF di temperatura, pressione e umidità. Buona lettura. 😉

    core.kmi.open.ac.uk/download/pdf/11093976.pdf
    Qui l'abstract dello studio
    http://link.springer.com/article/10.1007/s007040050058

  32. Gli aerei inquinano, questo è innegabile. Il controllo del meteo è fattibile su piccola scala, ma non è sostenibile diversamente. La depopolazione, il controllo mentale, la auto-guerra della NATO sono deliri. Si potrebbe impiegare tempo ed energia a migliorare l'efficienza e l'eco-compatibilità dei trasporti. Invece si deve perdere tempo a controbattere "non-prove" manipolate ad arte, insulti e minacce. Complimenti.

  33. MAI LETTE TANTE KAZZATE MESSE ASSIEME, XK LA SCARICA DELLE MACCHINE SPARISCE SUBITO E QUELLA DELLI AERI NO? XKè SE SKOREGGIO NELLA VASCA LA PUZZA D MERDA ESCE FUORI DALA AQUA? E KI E QUESTO QUA KE ARRIVA E CI DICCE KE E UN DOTTORANDO? KI GLIELO A DATO LA LAUREA? MATTHEW RENZIEE? LA VERITà E SOTTO LI OKKI DI TT!!!!!!!11111!!!! SVEGLIAAAAAA!!!! CONDIVIDIIIII111!!!! LA KA$TA NN VINCIERààààà

  34. Luca Machettelodicoaffà Brognara complottisti contro negazionisti.. una bella lotta.. è solo questione di tempo.. inutile stare a litigare qui ora.. quando tra qualche anno la realtà verrà a galla sarà quasi commovente vedere le vostre facce impietrite davanti alla verità.. se i complottisti sono quelli che non credono che 2 aerei possano far crollare 3 palazzi in acciaio e cemento armato come dei castelli di carte, se sono quelli che non credono che un aereo possa rilasciare una scia che non si dissolve ma si espande creando il bianchiccio che ricopre i nostri cieli 250 giorni l'anno.. sono ben felice di essere un complottista…

  35. basta vedere come scrivi per capire che il tuo commento e il tuo punto di vista vale meno di zero

  36. Nelle foto, triangolando con il drone alieno invisibile, che tanto c'è sempre e vi sfido a provare il contrario. Altrimenti, usando un telemetro portatile, ma solo se acquistato in crowdfunding

  37. Marco Bellagente ricordati anche di tutti quelli che in voi ricercatori (veri) credono! 😉 Non lasciare il paese solo per questa manica di idioti che devono avere un nemico mondiale per giustificare i loro problemi quotidiani (l'incapacità è difficile da ammettere). Coraggio! SE riesci a trovare lavoro in questo paese pieno di problemi (non dovuti al bario, purtroppo!) resta e aiutaci con la tua testa!

  38. Matteo Lanciani Sai qual è la differenza? E' che la scienza si basa sui dati. Se davvero le scie chimiche esistessero, la scienza sarebbe la prima ad avvertire il pericolo. Noi al contrario vostro non crediamo in nessuna religione, dato che il metodo scientifico ci obbliga al dubbio. Ma un dubbio ragionato, dato che Galileo parlava di "Sensate esperienze e necessarie dimostrazioni". E qui, nella teoria delle scie chimiche non vedo né l'una, né l'altra.
    Ripeto, una volta che ci saranno i dati, nessuno qui avrà alcun problema a dire che ci sbagliavamo. Ma il problema è che la scienza ha fatto centinaia di analisi, in molte delle quali non ha trovato NULLA. E allora di che stiamo parlando?

  39. Matteo Lanciani Però nel frattempo calpestate ripetutamente la scienza e il buonsenso. Se volete credere a qualcosa, non sarò certo io a dirvi cosa pensare, ma cortesemente portate prove; non "a me pare impossibile, siete dei servi" e quant'altro. La fisica è accessibile a tutti, fatevi due conti. Se la matematica non vi aiuta (e non vi aiuta) ma volete comunque credere di essere vittime di un complotto, abbiate la decenza di tenervelo per voi, in modo da non creare allarmismi inutili. Pace e bene.

  40. Alessandro Sabatino a meno che tu non viva in una bolla sai bene che ad oggi quello che viene raccontato da giornali e illustri testate scientifiche può essere tranquillamente una notizia falsa. Riguardo alle torri gemelle ci sono migliaia di report firmati da illustri ingenieri che dichiarano l'impossibilità riguardo all'accaduto, ma anche senza i loro studi, ragionando con il cervello di una persona adulta mediamente acculturata può capire che un edificio di acciaio e cemento armato alto 450 metri non può sbriciolarsi esattamente sulla sua base in meno di 4 secondi, come non è possibile che il WTC7 sia caduto esattamente nello stesso modo a causa di incendi causati dai detriti delle 2 torri cadute, (la storia dell'edilizia non per niente non ha mai registrato un fatto simile) idem il buco d'ingresso nel pentagono grande come il portone di un palazzo non può essere il foro di entrata di un 777 che si schianta contro quella parete senza lasciare il minimo residuo.
    Riguardo alle scie chimiche ci sono altrettanti studi fatti da professionisti che asseriscono il contrario di quello che ti dici, e provano l'esistenza del fenomeno, basandosi anche sull'analisi delle acque piovane, della neve contenenti valori altissimi di metalli. E anche in questo caso una persona non lobotomizzata dall'informazione di piero angela e di studio aperto, guardando il cielo sopra la sua testa capisce che qualcosa non quadra.
    Pensi che tutte queste cose siano dichiarabili dai governi mondiali con leggerezza? direi di no. Quindi usano i principali organi di informazione per asserire il contrario. Non è così assurdo da capire.
    Io non guadagno nulla a star qui a controbattere a voi altri, lo faccio solo perchè spero che lentamente la gente si svegli..
    Quindi.. ragiona con la tua testa, mi sembri abbastanza sveglio e formato per capire certe cose.

  41. Ma la domanda che mi pogo io è questa: se le scie chimiche sono il risultato di un massiccio rilascio di prodotti atti a controllare clima e gestire le menti con presudo sosanze, i vari politici, governanti, dittatori hanno il loro antidodo? Mi pare girino anche loro a piedi per le città e non li vedo indossare maschere antigas!

    Boh?!

  42. Per uno scienziato, l'accusa di falsificare i dati è quanto di più infamante ci sia. Ma d'altra parte gli scienziati non servono, basta "ragionare con la propria testa…". #crankmagnetism

  43. Matteo Lanciani No. Ci sono studi pubblicate in riviste scientifiche che dimostrano come il crollo delle Torri sia perfettamente spiegato con la fisica, senza presupporre cretinate e dato che chi lo ha scritto ha messo anche i calcoli che ha fatto con il suo modello matematico e con le leggi fisiche usate, è uno studio estremamente serio.
    Io non vivo in una bolla, ma la scienza ha delle regole. Qui non si parla di testate scientifiche, ma di giornali scientifici ufficiali. Qui non si parla di notizie, ma di pubblicazioni a seguito di ricerche.
    Qui si parla di gente che ha speso tutta la vita a studiare la fisica, non si parla di giornalisti. Qui si parla di scienziati.
    Non hai portato alcun dato, eppure affermi con certezza granitica delle boiate stratosferiche. Se davvero credi in quello che dici, dimostralo. Porta delle analisi in quota, come ha fatto Minnis o come hanno fatto molti altri scienziati che hanno dimostrato che le scie sono fatte da condensa. Altrimenti, se non si dimostra sono solo chiacchere da bar, come quelle degli italiani sulla formazione della Nazionale di Calcio.
    Perché i massimi teorici delle scie chimiche non hanno mai pubblicato i loro risultati ad un giornale scientifico? Eppure tutti possono pubblicare le loro ricerche, a patto che non ci siano cretinate dentro o che non ci siano dati falsi. E si è costretti a portare le prove di ciò che si afferma quando si pubblica in una rivista scientifica ufficiale: analisi chimiche, modelli matematici e tutto il resto. Credete davvero a ciò? Dimostratelo. Altrimenti TACETE.

  44. Alessandro Sabatino non c'è scampo, non può succedere, perché se un complottista facesse quelle analisi e provasse di aver torto il pubblicarle farebbe di lui automaticamente un debunker quindi sarebbe complottista e debunker nello stesso tempo… potremmo chiamarlo il paradosso del complottista 🙂

  45. Khan Il Dario Si si, le scie a "quota cumulo"!!!
    Momento, me ne mostreresti una? Magari spiegandomi COME hai calcolato la quota della nube e quella della scia, che poi ci facciamo quattro risate. 😀 😀 😀

  46. Luca Machettelodicoaffà Brognara per rispondere a cos'è un vaccino in maniera dettagliata ci vorrebbe qualche pagina di fb …in maniera povera ti dico elemento modificato appartenente al ceppo in questione da trattare …ti aggiungo anche che i vaccini hanno prodotto una quantità enorme di patologie fra cui anche l'autismo …….. la cosa che più mi preoccupa che tu stia in università a studiare medicina …. cerca tu di non ripetere le coglionate che ti insegnano per diventare medico o ancora meglio ricettatore perché solo ricette sapete fare senza minimamente approfondire la conoscenza nelle malattie . sicuramente troverai scandaloso che mi permetto di dire che i medici in generale sono una delle razze più limitate nel campo della medicina lo dimostra il fatto che ogni anno sono colpevoli di centinaia di morti a causa della loro incapacità….. se poi vuoi parlare di medicina e patologia lo farò volentieri in altra sede e comincerò dalla tua….

  47. Lucio Pegaso Pittore Certo, ai ricercatori (quelli veri) fa piacere vedere il proprio campo invaso dai qualunquisti. E fa ancora più piacere intavolare discussioni sulla base di "impiccati", "coglione" e "venduto". Complimenti.

  48. Guglielmo Pinsone no allora mi sa che ce l'hai con l'altra persona che ti sta perculand… ehm che sta discutendo con te… comunque quella dell'autismo mi sa che non la considerano più nemmeno i complottati più ignoranti… lo dico per te poi fai tu…

  49. Guglielmo Pinsone AHAHAHAHAHAHAHAHAHA certo, certo. Meno male che ci sei tu. Guarda, perchè non la curi tu la gente? Anzi, insegnami qualcosa al posto dei miei professori. Come fa un "elemento modificato" a provocare lo stesso cambiamento nel DNA delle cellule. Perche' l'autismo ha basi genetiche. Base genetica = Il problema sta nel DNA. Illuminami, ti prego. (Sono sarcastico)

  50. Stefano Giobrizio Califano non uso farmaci da almeno quarant'anni, ma tu si e si vede il risultato devastante continua a fare ha ha ha ha è normale nelle tue condizioni …… chiedo scusa a luca x aver sbagliato …… caro luca però informati nessuno parla di complotto ma di risultati e di cause vinte, ma quello è un altro film tornate alle scie che è meglio

  51. Guglielmo Pinsone Si, sai quanti conoscenti ho sentito dire la stessa cosa, per poi incrociarli "casualmente" in ospedale? Comunque, le tue offese dimostrano solo la tua ignoranza. In pratica, non hai alcun argomento ragionevole, non sai di cosa stai parlando, quindi persisterai nella tua suddetta ignoranza cercando di insultare persone evidentemente più competenti in un italiano non proprio corretto, risultando però solo ridicolo. In pratica, il complottista medio.

  52. Marco Bellagente Vorrei mettere mi piace al tuo post diecimilamilioni di volte.. ma purtroppo non posso. E' inutlie parlare con le persone che hanno le fette di salame e alluminio sugli occhi. Meglio che mettano delle piramidi sul balcone, e le ciotole d'aceto sul davanzale. Piuttosto che pensare con la propria testa e magari informarsi sulla scienza ( che poi basterebbe il minimo sindacale per capire che sta cazzata delle scie chimiche è una bufala eh). E invece no, secondo loro le prove sono i video su youtube. Vabbeh.

  53. Vi commento in privato, così non leggono.
    Ottimo lavoro di insabbiamento, come da istruzioni del comando Rettile Alpha Sezione Italia 2.
    Ancora complimenti.
    Continuiamo a disinformare, ci bastano ancora solo 5 anni di irrorazioni.

  54. Davide Solbiati Rilasciate il Bario del '49. Qui dalla base di Collegno siamo pronti con tonnellate di Bario del '56 l'annata buona.

  55. Qui dalla base Rettiliana siamo pronti. Il NWO di Collegno è pronto a sganciare il Bario del '56. Tenetevi pronti, abbiamo creato un nuovo ceppo che sorpassa le barriere dei cappelli di stagnola. Siamo pronti.

  56. Stefano Giobrizio Califano in ospedale ci puoi solo incrociare te stesso o qualche amico che si è convinto alle tue teorie insensate … comunque io non sto cercando di offenderti lo fai benissimo tu da solo !!! e aggravi anche le cose quando parli di italiano corretto e non di argomentazioni corrette, sei il figlio naturale di questa società allo sbando, ti lascio e non risponderò più alla tua saccente cultura perciò non affannarti a rispondere. un regalo però te lo voglio fare un consiglio che ti potrebbe molto aiutare e aiutare le persone intorno a te ……. lascia stare la medicina non fa x te! ……. Ps prova con l'agricoltura …….

  57. Matteo suvvia… Basta studiare un minimo. Chiedi a qualsiasi persona con competenza, invece di affidarti ad internet. Vedrai che saranno ben lieti di venirti incontro, è un dovere dell'uomo di scienza diffondere la conoscenza 🙂

  58. Matteo Lanciani Ti rispondo io: Oltre le misurazioni spannometriche del comandante e altre puttanate varie, come la misurazione a "ditometro", hai qualche dato certo o prove inconfutabili per asserire che un oggetto di una trentina (minimo) di metri non si vede a 7000 metri di distanza? Una antenna, un palazzo di 10 piani, un campanile, li vedi bene (se non sei "cecato") a 7000 metri. Non ci crei? Prova…

  59. LA VIARIA!!! Sig. Guglielmo lei è un GENIO! AVIARIA!!! AVIARIA!!!! AVIARIA! L'italiano porca miseria l'italiano!!!!! Credete a queste cazzate delle scie chimiche? MA SCRIVETE IN ITALIANO ALMENO!!!

  60. Ma scusate amici, perchè prendersela con questo fantomatico Dott. Sabatino?
    E' ovvio che non stiamo parlando di un'esperto in materia e neppure di un ignorante, ma di uno che è cosciente di dichiarare cose contro ogni legge della fisica, quindi un semplice e lampante negazionista a pagamento, perchè perderci tempo?

  61. Mmm… Un articolo che cita certe "rivelazioni" senza nemmeno conoscere il nome del consorzio che se ne occupa e non dando nemmeno dei dati a riguardo. Un po' pochino come "prova".

  62. Guglielmo suvvia, molti di noi sono uomini di scienza. C'è chi si occupa di chimica. Ci sono fluidodinamici. C'è gente che ha fatto studi aeronautici. Insomma, è gente preparata. Perché la verità dovrebbe venire da fonti impreparate che si sono formate leggendo pagine di facebook? La vera scienza non si fa' sui social network…

  63. beh diciamo anche che rosario OGGI ci vive e che un lavoro lo aveva, tu pensa licenziato in tronco dopo aver denunciato le cosiddette scie chimiche, bufala o no, il cielo è cambiato. Ora non so dove vivete voi, ma non potete negare che il clima sta cambiando, poi se volete solo gettare merda su tutti e dare del coglione a tutti, o del complottista a chiunque non sia allineato con i dogmi universitari divertitevi 😉 marco bellagente se vuoi andartene nessuno ti trattiene figurati continua a farti indottrinare all'università, anzi se vai all'estero ti faranno anche il master, cosa che qui vedrersti col cannocchiale!

  64. la saccenza e il pregiudizio sono ignoranza, ma a quanto sembra il popolo "dotto" italico vede la punta del naso ma non il pugno che i governi mondiali vi stanno per far atterrare nell'hangar dove non batte il sole…. enjoy your life 😉

  65. Eugenio Beller Funaro punteggiatura a parte, Rosario a mia modesta opinione fa' i soldi sull'ignoranza della gente che si fa' abbindolare da lui. Nulla che non sia già successo in passato in circostanze simili. Poi non è questione di "scienza di regime", la vera scienza è universale. A nessun ricercatore interessano un granché le pressioni del proprio stato ed è totalmente impossibile che una verità non emerga da qualche parte nel mondo, nella comunità scientifica. Il fatto che le scie chimiche non siano mai state comprovate (e non servirebbero nemmeno grandi spese…) risiede nel fatto che non esistono nei termini in cui le ponete. Dico sul serio, non ho nessun interesse personale a difendere la scienza se non l'amore per essa.

  66. Potresti per favore spiegare le leggi della fisica di cui stai parlando? Di fronte a delle prove del genere la comunità scientifica non avrebbe remore a darti ragione.

  67. “Perché dalle auto non si vede la condenza?” ma fate queste domande sul serio o ci prendete per i fondelli? è come chiedere perché quando mettiamo sul fuoco l’acqua della pasta non si formano nuvole in casa. Forse perché il quantitativo di carburante bruciato, e quindi di acqua prodotta, è di molto inferiore rispetto a quello bruciato da un aereo? Forse perché a terra ci sono condizioni di temperatura, pressione e composizione atmosferica nettamente differenti rispetto alle alte quote? e poi sapete cos’è una combustione?
    Ma certo, cosa valgono anni di studi universitari di fronte alle vostre ricerche su google. Di spiegazioni da gente competente in materia ne avete ricevute a tonnellate, ma discutere con voi è come giocare a scacchi con un piccione. Quindi fate come vi pare, noi la nostra opinione l’abbiamo data e siccome siamo stanchi di ricevere i vostri insulti, nonché le vostre bestemmie, chiudetevi pure nei vostri bunker con i cappellini di carta stagnola e per favore restateci. Del resto, da chimico, vi posso garantire che se volessero veramente avvelenarvi con metalli pesanti ci sarebbero metodi ben più efficenti e più economici per farlo (e tra l’altro la mortalità nel mondo continua a diminuire, tanto per dire). [Per chi volesse scommettere: il complottista di turno che mi viene a dare del “pagato”, “illuminato” o “signore dei Sith” è quotato a 1,05].

Comments are closed.