Tiramisù World Cup 2019, molto apprezzato il dolce di Andrea Ghignone

A Treviso anche Andrea Ghignone, sindaco di Moasca, in qualità di concorrente col suo tiramisù tradizionale molto apprezzato ed Andrea Mattana Renon, presidente dell'associazione di valorizzazione del territorio "Echi d'Infinito" e vicepresidente della Tiramisù Academy

Si è svolta a Treviso la Tiramisù World Cup 2019, l’evento che premia i campioni del mondo del dolce italiano più celebre di sempre. I vincitori di questa edizione sono Fabio Peyla, addetto marketing di 40 anni di Uggiate Trevano, in provincia di Como e Sara Arrigoni, insegnante di Paladina (Bergamo) di 27 anni.
Il primo ha vinto con la ricetta originale del tiramisù, la seconda con la sua ricetta creativa al mojito.
Tra i tanti partner nazionali della manifestazione come Amadori, Matilde Vicenzi, Hausbrandt, Tognana e Lattebusche, anche la partecipazione del Consorzio di Tutela dell’Asti Spumante. Lo Spumante astigiano è stato protagonista della cena di gala della Tiramisù World Cup ed usato per il brindisi della vittoria. I due campioni del mondo voleranno in Brasile, ospiti dell’Ambasciata italiana a Curitiba per la Settimana della Cucina Italiana nel Mondo.
Le due ricette hanno avuto la meglio su seicento partecipanti, che si sono ritrovati per tre giorni in quello che è stato ribattezzato il “Palazzo dei Tiramisù”, nel cuore di Treviso.
Un evento che ha visto una grande partecipazione anche nel pubblico. A Treviso anche Andrea Ghignone, sindaco di Moasca, in qualità di concorrente col suo tiramisù tradizionale molto apprezzato ed Andrea Mattana Renon, presidente dell’associazione di valorizzazione del territorio “Echi d’Infinito” e vicepresidente della Tiramisù Academy che ha creduto nel connubio tra i due territori patrimonio Unesco ed auspica per il futuro grandi e proficue collaborazioni che porterebbero ulteriore sviluppo turistico.
Sono già aperte le iscrizioni per la Tiramisù World Cup 2020!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here