Intervista a Eva Eastwood, la Regina svedese del rockabilly si racconta a CronacaTorino

La grintosa cantante svedese ha raccontato a CronacaTorino il 2020, l'ultimo disco e le speranze per il futuro

Oggi torniamo in Svezia per conoscere la Regina del rockabilly e del rock: Eva Eastwood. La grintosa cantante svedese ha raccontato a CronacaTorino il 2020, l’ultimo disco e le speranze per il futuro.
Ecco cosa ci ha raccontato:
Ciao Eva Eastwood, come stai? Questo virus ha cambiato completamente la nostra vita. Come stai attraversando questo periodo?

È stato difficile, sono abituata ad avere un anno pieno di concerti, ma sta andando meglio ora dato che sono anche un cantautrice. Questo è un grande guadagno che va oltre al fare concerti e ne sono davvero grata. La cosa positiva è che finalmente ho più tempo del necessario per scrivere nuove canzoni. Abbiamo tutti ancora qualcosa per cui essere grati.
Nella tua carriera hai lavorato con molti musicisti con la stessa passione e successo. Qual è il tuo segreto?
Penso che rispettando la conoscenza e il lavoro di ciascuno, se sei una brava persona, molti vorranno lavorare con te. I musicisti sono spesso persone umili e di buon cuore.
Tutti ricevono la fama e l’attenzione che meritano. Ho così tanti da ringraziare per dove sono oggi e cerco di essere lo stesso tipo di modello per altri giovani musicisti, portando nuovi talenti nella mia band in tour o in studio quando registro.
Qual è stata la tua introduzione alla musica? Cosa ti ha convinta a iniziare a suonare?
Cantavo e scrivevo canzoni da quando ero piccola, ma in realtà è stato Jack Scott (“What in the World’s Come Over You” ) che mi ha portato al rock. Ho lavorato per lui nella mia città natale, Örebro, nel 1989.
Sono rimasta così sbalordita dal suo repertorio ma anche dal pubblico selvaggio e dall’energia di quello spettacolo quella sera. Wow… Mi sono sentita a casa. Questo è per me, mi dicevo. Lo amavo.
Come crei una canzone? Da dove viene l’ispirazione?
È un regalo prezioso. Sono una sognatrice con una grande immaginazione, posso scrivere 8 canzoni al giorno quando ho tempo. Non so come funziona, ma è una gioia senza paragoni per me sedermi con la mia chitarra e cantare. Non credo che il trucco sia lasciare che la mente si sciolga semplicemente rotolando con il flusso.
Progetti per questo 2021?
Siamo ansiosi di suonare di nuovo, ma in questo momento sembra impossibile. Intratteniamo i nostri fan attraverso live streaming su Facebook, social media e pianifichiamo un nuovo album in autunno. È impossibile pianificare troppo fino a quando questo virus non se ne andrà, uso il tempo per scrivere canzoni in questo momento pregando che il tutto passi presto per il nostro bene.
Nel 2020 abbiamo visto il tuo ultimo album “Candy”. La pandemia ti ha ispirato in modo diverso?
No, per niente. La cosa favolosa è stata che io e la mia band abbiamo passato molto tempo in studio. A marzo 2020, come sapete, siamo finiti in un blocco totale. Così ho preso alcune canzoni e siamo andati in studio per goderci la nostra dimensione. Quando sono state registrate le sei canzoni sapevamo che sarebbe stato un grande album, quindi abbiamo continuato per tutta l’estate e l’abbiamo pubblicato nell’ottobre 2020.
Ha raggiunto il numero uno nelle classifiche svedesi. È stato un brivido. Incredibile, dimostra che questo genere è enorme senza essere commerciale, ma ora però è anche commerciale.
C’è un artista con cui vorresti lavorare?
Oh, Jerry Lee Lewis sarebbe fantastico. L’ho conosciuto in Svezia, quel ragazzo è rock fino in fondo.
Siamo italiani. Hai ricordi particolari legati al nostro Paese?
Abbiamo suonato in un festival in Italia alcuni anni fa ed è stato incredibile. Siamo rimasti diversi giorni e quando vai in un altro paese e provi l’amore e il “canto” con le tue canzoni è fantastico. Attendiamo con ansia tutto questo di nuovo.
Ultima domanda: un messaggio per i tuoi fan italiani
Vi amo e mi mancate. Grazie per tutto il supporto, non perdete i nostri live streaming gratuiti su Facebook. Li facciamo per voi e  per mantenere alto il grande spirito del rock. Restate al sicuro. (A.G.)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here