Conseguenze assunzione cocaina, aumento rischi morte improvvisa per i consumatori

cocainaIl consumo recente di cocaina è risultato associato in modo significativo ad un aumentato rischio di morte improvvisa per cause cardiovascolari, in persone di età compresa tra i 15 e i 49 anni, secondo quanto riportato in uno studio pubblicato sulla rivista Addiction.

 

LO STUDIO – Benito Morentin della sezione di patologia forense presso il Basque Institute of Legal Medicine in Spagna e collaboratori, sono giunti a tale conclusione dopo aver condotto uno studio retrospettivo osservazionale basato sui risultati di autopsie condotte tra gennaio 2003 dicembre 2009, in Spagna.

–  I soggetti sottoposti ad esame post-mortem (autoptico, istopatologico e tossicologico) erano deceduti per morte improvvisa cardiovascolare, di natura non-violenta, immediata o entro sei ore dalla comparsa dei sintomi.

 

LE ANALISI – I risultati delle analisi sono stati confrontati con autopsie ed esami tossicologici, condotti su deceduti per altre cause. Il consumo recente di cocaina, identificato attraverso la presenza di cocaina e/o del suo metabolita benzoilecgonina nel sangue post-mortem, è risultato significativamente più alto tra i casi di decesso per morte improvvisa dovuta a fattori cardiovascolari (27 su 311 deceduti, 9%) rispetto al gruppo di controllo (3 su 126, 2%).

– Dall’analisi statistica è emerso che il principale fattore di rischio per morte improvvisa cardiovascolare era proprio il consumo recente di cocaina. Rispetto ai dati stimati nella popolazione generale, la prevalenza del consumo recente di cocaina è risultato di 13-58 volte superiore nei casi di morte improvvisa cardiovascolare rispetto alla popolazione generale.

 

I RISULTATI – Sarebbero proprio gli effetti della cocaina sul sistema cardiovascolare a spiegare l’aumento del rischio di morte improvvisa nei consumatori di questa sostanza. Il gruppo di ricerca, come riportato in una nota stampa, ricordano come la cocaina aumenti la frequenza cardiaca, la pressione sanguigna, la contrattilità del ventricolo sinistro del cuore e la domanda di ossigeno del miocardio, diminuisca il flusso coronarico, e dunque sarebbe correlata alla formazione di coaguli e aritmie cardiache.

– Di conseguenza, la morte improvvisa potrebbe essere considerata, secondo i ricercatori, la prima manifestazione di disturbi cardiovascolari silenti cocaina-correlati, non diagnosticati in tempo.

 

PER INFO –  Staff Dronet
Indirizzo: www.dronet.org
Email: info@dronet.org

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Effetti marijuana, gli ultimi risultati in arrivo dagli States

Effetti cannabis, marijuana e hashish: fanno male? Fanno bene? E agli adolescenti? Ecco le risposte

Alternative legali alla cannabis, conseguenze, sintomi evidenti e info

Di Redazione

Foto: wikipedia.org

Fonte: dronet.org