Cos’è l’insonnia? ecco le cause e alcuni rimedi per curarla

Ne esistono diverse tipologie, ma risolvere il problema dell’insonnia è possibile. Ecco qualche accorgimento, per migliorare il proprio benessere e la qualità della propria vita

insonniaL’insonnia è purtroppo un disturbo che interessa un grande numero di persone le quali, molte volte, non ne conoscono né le cause e neppure sanno in che modo poter rimediare. Franca di reteinformadonna.it ha cercato di dare delle soluzioni, andiamo a vedere un po’ cos’è l’insonnia.

Cos’è l’Insonnia?
Per prima cosa è molto importante chiarire cosa significa la parola insonnia e quindi a cosa si riferisce quando si parla di tale disturbo e a tal proposito è possibile affermare che viene intesa l’impossibilità o l’incapacità di addormentarsi o di rimanere addormentati,  disturbo questo assai frequente  e assolutamente non indifferente dal quale uscirne non è molto semplice.

Esistono diverse tipologie di insonnia e nello specifico è possibile distinguerne tre di cui la prima è quella che viene definita ‘Insonnia iniziale’ che si manifesta quando si riscontra difficoltà ad addormentarsi, la seconda tipologia è ‘l’Insonnia centrale’  che si manifesta con il risveglio improvviso nel corso della notte che può manifestarsi una o più volte e che per tale motivo viene anche definita insonnia intermittente ed in ultimo vi troviamo la terza tipologia ovvero ‘l’insonnia terminale’  che si manifesta con il risveglio anticipato al mattino e la difficoltà successivamente a riaddormentarsi, ma è chiaro che in qualsiasi modo vada a manifestarsi questo disturbo può avere degli effetti particolarmente negativi sulla salute di chi ne soffre. Analizzando nello specifico quelle che sono le cause dell’insonnia ecco che è possibile affermare che queste sono ricondotte a tre principali fattori ovvero quelli fisici, ambientali ed in ultimo i fattori psicologici, e proprio una delle cause principali dell’ insonnia è lo stress in eccesso, seguito dall’ansia, la depressione, i rumori che si avvertono nel corso della notte, i dolori fisici ed in ultimo quello che in molti non sanno è che anche  un’alimentazione scorretta potrebbe scatenare l’insonnia.

Come fare a capire che si soffre di insonnia è semplice in quanto basterà fare attenzione ai sintomi che si presentano, tra questi il principale sintomo è proprio la stanchezza ed infatti coloro che soffrono di insonnia tendono a svegliarsi non energici e quindi con grinta ma al contrario già molto stanchi, una stanchezza che poi li accompagnerà per il resto della giornata.

Come Curare l’Insonnia?
Come fare per curare l’insonnia e quindi cercare di combattere questo fastidioso disturbo?  È questa la domanda che sono solite porsi molti di coloro che ne soffrono e che in molti casi tendono a ricorrere ai numerosi rimedi presenti in commercio ovvero acquistando  particolari infusi o tranquillanti o addirittura sonniferi.

In realtà tutti questi rimedi non sono del tutto efficienti in quanto potrebbero rivelarsi utili per curare momentaneamente il disturbo che però tenderà a ripresentarsi in quanto, quello che molti non sanno, è che per curare l’insonnia è molto importante ricorrere a quello che è il problema di fondo che causa appunto tale disturbo che potrà presentarsi in tre diversi stadi. Il primo stadio è quello che viene definita insonnia occasionale o sporadica ed è caratterizzata dalla tipologia di disturbo che dura per alcuni giorni, fino ad una settimana in quanto causato da situazioni momentanee come ad esempio giornate particolarmente stressanti, il cambio di fuso orario e tanto altro ancora.

Il secondo stadio di insonnia è detto invece acuta o transitoria la cui durata varia da alcune settimane fino a un mese e in questo caso potrebbe essere causata da un forte stress, oppure da una particolare malattia.

In ultimo vi troviamo il terzo stadio quello dell’ insonnia cronica, condizione questa che si verifica quando i tempi di durata di tale disturbo oltrepassano il mese. I metodi per curare l’insonnia sono quindi due ovvero quello tradizionale e quello medico ma è opportuno precisare che quello maggiormente consigliato e ritenuto meno rischioso è appunto quello tradizionale il quale però, nel caso in cui non funzioni, conviene sostituirlo con il rimedio medico che consiste per prima cosa nel rivolgersi ad un competente professionista. In realtà è opportuno precisare che a volte per curare questo disturbo basta semplicemente mettere in atto piccoli accorgimenti, stare quindi attenti allo stile di vita, a quelle che sono le proprie abitudini, cercare di ridurre al minimo lo stress, modificare le proprie abitudini alimentari e magari anche praticare dello sport nel corso della giornata, evitare ad esempio di prendere degli stimolanti prima di andare a letto e quindi di consumare sostanze che possano contenere nicotina o caffeina e poi ancora  potrete fare in modo di rendere quanto più confortevole possibile l’ambiente in cui dovrete riposare.  Insomma sembrano piccoli accorgimenti ma in realtà sono davvero molto importanti in quanto potrebbero davvero essere una soluzione al vostro problema.

Tra i rimedi per curare l’insonnia, suggeriti da www.reteinformadonna.it, vi troviamo anche quello di ricorrere ad alcune piante che aiutano a rilassare il sistema nervoso, muscolare o circolatorio e quindi riuscire a conciliare il sonno, e tra queste piante ritroviamo ad esempio la melissa, il biancospino e il tiglio  mentre invece tra le piante che inducono il sonno ritroviamo la valeriana, il luppolo e l’escolzia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here