Come migliorare il posizionamento SEO Google

Una breve guida per riuscire ad ottenere i primi posti su Google

Se hai un’azienda o un’attività è inutile dirti che è davvero fondamentale per il tuo sito web riuscire ad ottenere i primi posti su Google in relazione alle principali parole chiave di tuo interesse. Per ottenere questo risultato, spesso, ci si affida ad un esperto SEO, ma se non si dispone di un budget da dedicare alla causa e si ha, invece, tempo e buona volontà, si può ovviare al problema grazie ad una serie di tecniche fai da te, che possono rivelarsi altrettanto efficaci. Nelle prossime righe, dunque, ti esporrò una mini guida al posizionamento SEO su Google “fai da te”.

I tre step principali
Come spiegato anche su jfactor.it, un buon posizionamento Google SEO, per riuscire a farci guadagnare i primi posti su Google, deve necessariamente basarsi su un lavoro diviso in tre passaggi principali:
– La scelta accurata delle parole chiave di riferimento
– L’ottimizzazione SEO on-page
– La Link Building o Ottimizzazione SEO off-page

Il primo passaggio, ovvero, la ricerca delle parole chiave, infatti, ci permette di individuare le keywords di nostro interesse, ma anche quelle meno competitive e, al tempo stesso, più cercate, così da riuscire ad ottenere risultati migliori rispetto a quelle generiche. Il secondo, invece, aiuterà Google a capire per quali keywords desideriamo posizionarci e ci darà l’opportunità di rendere il nostro sito web interessante, fresco e accattivante per l’utente in carne ed ossa. Il terzo passaggio, invece, ci consentirà di far acquisire autorevolezza al nostro sito web agli occhi di Google.

La scelta delle parole chiave
Come ti ho già accennato la scelta delle parole chiave è davvero fondamentale per riuscire ad avere buone possibilità di guadagnare i primi posti su Google. Parole chiave troppo generiche, infatti, diminuiranno le tue possibilità di successo. Al contrario cerca di pensare fuori dagli schemi e appunta su un foglio 5 parole chiave specifiche che, a tuo parere, potrebbero portare gli utenti sul tuo sito web. Una volta elaborata questa lista cerca ciascuna parola su Google e dai un’occhiata alla sezione “ricerche correlate”. Trai spunto dai suggerimenti contenuti in questa parte e elabora la tua lista definitiva. Dopodiché grazie ai Tools gratuiti offerti da Google cerca ciascuna parola chiave e verifica le ricerche mensili e la competitività. Dovrai scegliere quelle cercate frequentemente ma non molto competitive.

L’ottimizzazione SEO on-page
Una volta effettuata questa operazione dovrai passare a inserire le parole chiave da te prescelte all’interno del tuo sito web, ovvero nel tag, nel meta tag, nella description, nei titoli, nei sottotitoli, nei contenuti testuali, etc. Per quanto riguarda i contenuti testuali, però, tieni bene a mente che non bisogna ripetere la keyword troppe volte, dato che si rischia di essere penalizzati da Google, ma basta, invece, ripeterla 3 volte all’interno del corpo del testo (una all’inizio, una al centro e una alla fine).

Concentrati, inoltre, nel rendere il tuo sito il più performante possibile, lavorando sulla velocità di caricamento, sulla navigabilità e, in genere, sulla qualità dell’esperienza fornita ai visitatori del tuo sito web. Ricorda che il fine ultimo di Google è quello di dare all’utente dei risultati soddisfacenti e, di conseguenza, se piacerai all’utente reale piacerai anche a Google, che migliorerà il posizionamento su Google del tuo sito web.

L’ottimizzazione SEO off-page o Link Building
Se hai lavorato in maniera corretta a questo punto potresti già aver raggiunto le prime posizioni in relazione alle parole chiave con scarsa competitività. Se questo non è avvenuto potrebbe però dipendere dal fatto che il tuo settore commerciale sia altamente competitivo. Non disperare, però, perché con quest’ultimo passaggio potrai comunque raggiungere buoni risultati.

In questa ultima fase, infatti, dovremo concentrarci sul fare acquisire autorevolezza al tuo sito web attraverso la creazione di link esterni, che rimandino allo stesso. Un sito internet che viene citato da tanti altri siti web, infatti, viene ritenuto da Google autorevole e, dunque, meritevole di migliori posizioni all’interno dei risultati di ricerca.

Durante questa operazione, tuttavia, ti consiglio di scegliere siti internet che siano in un qualche modo attinenti al tuo, dato che Google considera anche questa caratteristica per il posizionamento SEO su Google (il motore di ricerca, infatti, è molto astuto e come puoi intuire da solo è molto difficile che un sito di detersivi rimandi ad un sito di fiori e viceversa).

Una volta messe in atto queste semplici tecniche dovresti essere riuscito a migliorare in maniera significativa il posizionamento su Google del tuo sito web, guadagnando così i primi posti su Google!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here