Pininfarina Shanghai, il marchio piemontese cresce e si espande

Pininfarina Shanghai, lo studio di design cinese del Gruppo Pininfarina, ha festeggiato la sua crescita insieme a clienti e media presso lo Showroom Pininfarina di Lingkong Soho

Pininfarina Shanghai, lo studio di design cinese del Gruppo Pininfarina, ha festeggiato la sua crescita insieme a clienti e media presso lo Showroom Pininfarina di Lingkong Soho, Shanghai, alla presenza dell’Amministratore Delegato del Gruppo Pininfarina, Silvio Pietro Angori.
Dal 1996 Pininfarina è stata la prima casa di design italiana a fornire servizi di stile e di ingegneria alle case automobilistiche cinesi. Nel 2010 è stata fondata Pininfarina Shanghai con l’obiettivo di avere un satellite di sviluppo del design a Shanghai, città strategica per il settore automotive nell’area asiatica. Oggi Pininfarina Shanghai è un avamposto consolidato di sviluppo commerciale e design che può contare su un team multiculturale che conferisce alla sede cinese di Pininfarina una forte impronta internazionale e una visione globale nella sfida quotidiana su un mercato sempre più esigente.
Sotto la guida del Direttore Generale Simone Tassi, il volume d’affari e la redditività delle attività cinesi continuano a crescere. I principali dati finanziari del terzo trimestre 2018 evidenziano un incremento dei ricavi del 76% rispetto al corrispondente periodo del 2017. L’EBITDA (margine operativo lordo) e l’EBIT (margine operativo) mostrano entrambi un importante incremento rispetto al corrispondente periodo del 2017. L’utile del periodo è quattro volte superiore a quello del corrispondente periodo del 2017. L’organico è salito a 50 dipendenti e per il prossimo anno si prevede un ulteriore aumento fino a 80 risorse.
“In Pininfarina – dice Tassi – studiamo e ricerchiamo sempre la migliore combinazione fra tradizione e innovazione in ogni prodotto che progettiamo. La nostra missione qui in Cina è fornire alla comunità uno stile di vita all’insegna di una bellezza senza tempo in ogni settore”.
La controllata di Pininfarina è oggi uno studio di design in grado di offrire al mercato cinese una gamma di servizi di design a 360°, dall’automotive all’architettura e al design industriale. L’elenco dei clienti è raddoppiato in questi due anni e comprende alcuni tra i più grandi costruttori automobilistici (Chery, Dongfeng, Changan, GAC, JAC e altri) oltre a nuove aziende del settore EV. Pininfarina Shanghai è in grado di sostenere le case automobilistiche cinesi dalla fase di stile e definizione del linguaggio di design fino alla realizzazione di showcar e concept car. Per i costruttori cinesi sono stati progettati veicoli di grande successo commerciale, come la DX7, il primo risultato della collaborazione tra Pininfarina e South East Motor-SEM, seguita dal SUV compatto DX3.
“La Cina è il luogo ideale dove esprimere tutta la nostra competenza e creatività in ogni settore”, ha affermato l’Amministratore Delegato del Gruppo Pininfarina Silvio Pietro Angori. “Credo che, insieme a partner cinesi desiderosi di innovare, possiamo creare nuove icone di bellezza come abbiamo fatto durante tutti i nostri 88 anni di storia”.
A ulteriore conferma dell’impegno di Pininfarina sul mercato cinese, all’inizio del 2017 è stata annunciata la firma di un accordo commerciale tra Pininfarina e Hybrid Kinetic Group Limited. Per questo cliente Pininfarina ha già sviluppato un’intera famiglia di auto elettriche, confermando lo sforzo congiunto di sviluppare veicoli ad energia pulita e, allo stesso tempo, di continuare ad affinare l’identità di questo marchio high-tech di Hong Kong: la berlina di lusso H600 presentata al Salone di Ginevra 2017, i SUV K550 5 posti e K750 7 posti presentati al Salone di Shanghai 2017, la HK GT, reduce dal successo di critica ottenuto al Salone di Ginevra 2018, la berlina H500 e il SUV 4 posti K350 svelati all’Auto China 2018.
L’attività di Pininfarina in Asia si sta allargando dall’automotive all’architettura e al design industriale. Lo scorso ottobre è stata siglata una collaborazione strategica con la Hisense, una delle più grandi aziende di elettronica di consumo ed elettrodomestici al mondo, che si aggiunge ad altre importanti collaborazioni con produttori cinesi nel settore dei trasporti e del design industriale.
Pininfarina ha inoltre nominato IMG come rappresentante globale del Licensing, con un accordo pluriennale. La partnership con IMG, che ha una solida presenza in Cina, vedrà il marchio Pininfarina concesso su licenza a categorie di consumatori selezionate consentendo al pluripremiato design di Pininfarina di raggiungere una ancor più vasta selezione di prodotti e consumatori con un focus particolare sul settore del lifestyle, inclusi abbigliamento sportivo, elettronica, accessori per l’auto, arredamento d’interni, oggetti da viaggio e progetti immobiliari.
Nel 2017 è stato annunciato il primo progetto architettonico Pininfarina in Cina. Si tratta della sede di Higold, un edificio che sorgerà a Shunde. Pininfarina Architecture è l’artefice dell’intero progetto architettonico, dalla progettazione della facciata al paesaggio.
Grazie alla collaborazione con Reflex, nel marzo scorso Pininfarina ha presentato a Shanghai anche Pininfarina Home Design, un viaggio nello Spazio Casa abbinando, per la prima volta, l’eredità di Pininfarina nel design degli arredi con lo stile innovativo nell’architettura e negli interni. La Pininfarina Home Design Collection è stata esposta nel primo Showroom Pininfarina in Cina realizzato in collaborazione con Reflex e Star Living.
Pininfarina è la prima azienda ad aver vinto il Silk Road Award tra i China Awards 2017 organizzati dalla Fondazione Italia Cina. Il premio è stato ritirato dall’Amministratore Delegato Silvio Pietro Angori nel corso di una cerimonia di premiazione che ha riunito aziende, istituzioni e personalità italiane e cinesi che meglio hanno colto le occasioni offerte dalle relazioni economiche e culturali tra l’Italia e la Cina. Pininfarina è stata premiata, si legge nella motivazione, “per il lungo e significativo percorso di crescita in Cina, iniziato negli anni Novanta e proseguito con successo fino all’apertura della sede di Shanghai e ai risultati ottenuti negli ultimi anni. Il premio viene assegnato a Pininfarina anche per aver stabilito nel suo percorso di sviluppo relazioni durature e proficue con molti dei Paesi che saranno protagonisti dell’iniziativa Belt and Road, fortemente voluta e lanciata dal Presidente cinese Xi Jinping”.
Nel dicembre 2017 il vice premier cinese Ma Kai ha dedicato a Pininfarina una parte del suo viaggio privato a Torino, a riconoscimento dell’impegno ventennale dell’azienda in Cina. “La Cina è il più grande mercato della mobilità sostenibile al mondo – ha dichiarato il Vice Premier durante la visita. – Produciamo il 50% delle auto elettriche a livello globale e nel 2018 puntiamo a raggiungere le 700 mila unità. La visita ha confermato il know-how e l’esperienza di Pininfarina in questo campo. Ci auguriamo quindi per il prossimo futuro una collaborazione win-win tra il prestigioso marchio italiano e il governo cinese”.
“Il desiderio del vice premier Ma Kai di visitare la nostra azienda è particolarmente significativo per noi – ha commentato l’Amministratore Delegato Angori. – Conferma, infatti, il riconoscimento del nostro marchio in Cina come eccellenza mondiale del design italiano e come riferimento nel campo della mobilità sostenibile. Abbiamo contribuito allo sviluppo dell’industria automobilistica nazionale e siamo orgogliosi che la leadership cinese riconosca il nostro ventennale impegno nel loro Paese. Siamo profondamente grati al vice premier Ma Kai per averci onorato con la sua visita alla Pininfarina”.
Foto e Notizie: Ufficio Stampa Pininfarina

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here