A Wengen Paris è secondo, ottima giornata anche per Mattia Casse

Wengen storicamente gli era sempre stata nemica, ma questa è una stagione magica per Dominik Paris (Carabinieri), che ha sfatato il tabù della Discesa del Lauberhorn

Wengen storicamente gli era sempre stata nemica, ma questa è una stagione magica per Dominik Paris (Carabinieri), che ha sfatato il tabù della Discesa del Lauberhorn, chiudendo al secondo posto la classicissima dell’Oberland Bernese, peraltro priva della lunga parte iniziale, troppo carica di neve per liberarla. L’edizione 2020 della gara veloce ai piedi della parete Nord dell’Eiger ha segnato la terza vittoria in carriera per l’idolo di casa Beat Feuz (Ski Club Schangnau), con il tempo di 1’,42”,53/100 e con 29/100 sul carabiniere della Val d’Ultimo. Terzo a 31/100 il tedesco Thomas Dressen (Ski Club Mittenwald). Detto che Paris ha messo alle sue spalle ossi duri come l’austriaco Matthias Mayer e lo svizzero Mauro Caviezel, c’è da rilevare che in Casa Italia è andato bene il valsusino Mattia Casse (Fiamme Oro Moena). Fino al secondo intermedio Mattia era in lotta per le prime sette-otto posizioni ed ha poi chiuso quindicesimo ad 1”,54/100. Sorprendente (anche se in Coppa Europa sta andando fortissimo) l’alpino Davide Cazzaniga, ventitreesimo ad 1”,65/100. Fuori dai punti invece il cesanese Matteo Marsaglia (Centro Sportivo Esercito), trentaduesimo, così come Peter Fill (Carabinieri), quarantunesimo. “La gara è andata bene. – ha dichiarato dopo la premiazione Dominik Paris – Sono partito deciso e sulla Kernen-S sono riuscito ad uscire con una buona velocità. Sono più che contento, è la mia prima volta sul podio qui, alle spalle di Feuz che ha vinto tre volte sulla pista di casa. Non me lo aspettavo. Adesso è ancora presto per parlare della Coppa di Discesa, le gare più difficili arrivano ora: Kitzbuehel, Garmisch sono molto toste. Cercherò di continuare così, facendo bene in Discesa e poi i conti si faranno a fine stagione. È sempre difficile capire bene una pista quando cambiano le condizioni meteo. Nella notte ha nevicato, ma la pista tutto sommato era molto veloce. Gli organizzatori hanno fatto un bel lavoro e hanno tolto la neve caduta. Certo, sarebbe stato preferibile partire dall’alto, ma la gara è stata comunque molto intensa”.

La classifica della Discesa maschile di Coppa del Mondo a Wengen

https://www.fis-ski.com/DB/general/results.html?sectorcode=AL&raceid=100135

Nelle immagini dell’agenzia Pentaphoto in allegato: i protagonisti dell’edizione 2020 della Discesa di Coppa del Mondo a Wengen
Foto e Notizie: Ufficio Stampa FISI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here