Analisi Torino FC, serve concentrazione per matematizzare la salvezza

La rocambolesca sconfitta casalinga di sabato sera contro il Napoli ha lasciato l’amaro in bocca a numerosi tifosi granata che, per qualche minuto, avevano sperato nella grande impresa. Così, in nome dello “stile Toro”, sono più i rimpianti che le soddisfazioni.

 

QUESTIONE DI CONCENTRAZIONE – Tuttavia, questa volta i dispiaceri sembrano essere più “dolci”. Intanto, non è una sconfitta “netta”, indice di malessere e malumore tipico degli anni passati. Infatti, la partita contro il Napoli è stata condotta come una vera lotta contro il Golia di turno, dall’esito che poteva seguire il racconto biblico. Tuttavia, un evidente calo di concentrazione ha dato il via alla rimonta napoletana che, dal 3-2, ha portato al 3-5.

 

SOLITO DIFETTO, NUOVA CERTEZZA – Questo fattore è comparso di frequente durante la stagione granata, ma mai durante una prestazione maiuscola come quella di sabato scorso, in cui i Granata hanno messo in difficoltà i Partenopei. Così, sotto il velo di delusione, c’è la certezza di aver dimostrato ancora una volta di essere all’altezza di squadre ben più blasonate.

 

DIFETTI, MA ANCHE PREGI – Assorbita la sconfitta, è di nuovo ora di capirne le cause, benché la situazione ora sia nettamente più tranquilla. Infatti, con 35 punti, il Torino è a un passo dalla salvezza matematica, con soli 5 punti da ottenere in ben otto partite. Così, a cuor leggero si capiscono meglio i difetti, ma soprattutto i pregi. Se la prestazione dell’attacco è stata finalmente all’altezza, con tutti gli attaccanti a segno (Barreto, Jonathas, Meggiorini), i cali di concentrazione hanno influito soprattutto sul centrocampo, i quali errori hanno determinato la maggior parte delle azioni pericolose napoletane.

 

CONCENTRARSI – Tuttavia, alla mancanza di concentrazione si ovvia facilmente con una maggiore umiltà e soprattutto con un approccio adeguato lungo tutta la partita. Questi accorgimenti sono stati messi in atto in tutte le partite vinte dai granata, ma spariscono fatalmente in concomitanza degli appuntamenti decisivi. Questo trend fatale si ha da fermarsi, visto che le prossime otto partite saranno più che decisive. La salvezza è quasi in cassaforte, ma un calo di concentrazione cronico potrebbe essere letale.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.


VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Parma – Torino 4 a 1, un Toro sciagurato perde definitivamente la sicurezza nella salvezza

Matteo Maero