Anteprima Juventus Milan Torino 21 aprile 2013, tutto in 90 minuti

JuventusIl trittico di ferro dei rossoneri si chiuderà domenica 21 aprile 2013 alle 22.45 circa, quando sarà fischiata la fine di Juventus – Milan. Dopo Fiorentina a Firenze e Napoli a San Siro, Allegri si trova di fronte, allo Stadium di Torino, i bianconeri di Conte. Con o, come più probabile, senza Balotelli sarà El Shaarawi a doversi caricare la squadra sulle spalle.

 

LE ALTRE SFIDE DI QUESTA STAGIONE – E’ la seconda volta che, in questa stagione, Allegri e Conte si trovano di fronte allo Juventus Stadium.

– Il precedente match fu quello che consentì ai bianconeri di approdare alle Semifinali di Coppa Italia e che si concluse sul 2 a 1 il 9 gennaio 2013. Decisivi, in quella occasione, le reti di Giovinco e, durante il primo tempo supplementare, di Vucinic che ribaltarono l’iniziale gol di El Shaarawi.

– In Serie A, invece, Milan e Juventus si sono già affrontate a San Siro il 25 novembre del 2012: in quell’occasione decisivo fu il rigore trasformato da Robinho al 31’ per un fallo di mano di Isla.

– Il match d’andata, assieme al pareggio conquistato contro il Napoli, fu la svolta della stagione per Allegri & Co. che, da lì, hanno messo a segno la bellezza di 41 punti in 18 partite, mentre nelle precedenti.

 

IL MOMENTO DEL MILAN – Dopo il doppio pareggio contro Fiorentina e Napoli continua la serie positiva del Milan che, in questo girone di ritorno, è imbattuto ed ha conquistato 29 punti sui 39 disponibili, frutto di 8 vittorie e 5 pareggi.

– Nonostante i numeri mostrano una squadra in grande spolvero, nel ritorno la media punti è di 2,23 a partita, il Diavolo sembra in fase calante rispetto ai match a cavallo tra il 2012 ed il 2013.

– Basta guardare le ultime cinque partite: le tre vittorie, conquistate contro Genoa, Palermo e Chievo, sono arrivate grazie ad episodi dei singoli, nella fattispecie Balotelli, e senza il bel gioco che ha contraddistinto la cavalcata delle settimane precedenti.

– Un capitolo a parte merita El Shaarawi, autore di 14 reti nel girone d’andata e, fin qui, di sole due marcature nel girone di ritorno. Allegri, domenica scorsa, l’ha tenuto fuori: c’è chi parla di scelta tecnica e chi di riposo pre-Juventus. L’ipotesi migliore, comunque, appare quella di una “mini-punizione” per farlo tornare umile e volenteroso come nei mesi scorsi.

– L’italo-egiziano, comunque, ha smorzato ogni polemica dichiarando: “E’ stata una scelta tecnica del mister che rispetto, come ho sempre rispettato le sostituzioni in passato. Non c’è niente tra me e lui. C’è un bel rapporto, non c’è niente di problematico tra me e il mister. C’è sempre stato un bellissimo rapporto con lui. Lui mi ha dato tantissima fiducia, non c’è nessun problema”.

 

IL MOMENTO DELLA JUVENTUS – Una stagione a due facce per la Juventus: ottima in Serie A ed opaca, almeno nel momento decisivo, in Champions League.

– Partiamo dall’Europa. Le vittorie, nella fase a gironi, contro Chelsea e Shaktar Donetzk avevano illuso; in molti, da lì in avanti, hanno iniziato a pensare ed a proiettare i bianconeri in finale. I conti, però, si sono fatti nelle due sfide contro il Bayern Monaco ai Quarti di finale: 4 reti prese e nessun gol realizzato.

– In Serie A, invece, il ritmo e la brillantezza è completamente diversa. Lo dimostra la bella e netta vittoria ottenuta lunedì sera contro la Lazio. Con quei tre punti i bianconeri sono saliti a quota 74, distanziando di 11 lunghezze il Napoli e, di fatto, chiudendo, semmai ce ne fosse ancora bisogno, il campionato.

– Dopo aver battuto, tra andata e ritorno, Roma, Napoli, Fiorentina, Inter e Lazio, i rossoneri sono l’unica big su cui i bianconeri non hanno ancora avuto la meglio contando unicamente le gare di Serie A. L’occasione per chiudere il cerchio si presenta domenica sera.

 

JUVENTUS vs. MILAN: I PRECEDENTI – A partire dall’8 dicembre del 1929 sono 77 i match disputati in campionato a Torino; il bilancio è favorevole ai bianconeri con 35 vittorie, 21 pareggi ed altrettante vittorie del Milan. Anche il computo delle reti è positivo alla squadra allenata da Conte: 120 le reti fatte e 95 quelle subite.

– Nel girone di ritorno, gli ultimi cinque incroci tra Juventus e Milan a Torino vedono i bianconeri vittoriosi due volte, nella stagione 2001-02 (1-0) e nella stagione 2007-08 (3-2). Poi due vittorie per il Milan, nel 2003-04 (1-3) e nel 2010-11 (0-1) ed un pareggio, per 0 a 0, nel 2005-06.

– Domenica sera, tra campo e panchina, saranno cinque gli ex presenti. Nel Milan troviamo Abbiati, prestato alla Vecchia Signora nella stagione 2004-05, e Nocerino, cresciuto nel settore giovanile dei bianconeri ed arrivato in prima squadra nel 2007-08. Tra i bianconeri, invece, spicca Andrea Pirlo al Milan dalla stagione 2001-02 al 2010-11; oltre al bresciano anche Storari e Matri.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.


VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Juventus – Bayern Monaco 0 a 2 Champions League, i tedeschi sono troppo forti

Lazio – Juventus 2 a 1 Tim Cup, Floccari elimina al 93esimo i bianconeri

Juventus – Genoa 1 a 1, Borriello risponde a Quagliarella

Matteo Torti