Bea Leopardi Chieri, ottimo successo contro il Reba Basket

Inizia nel migliore dei modi il girone di ritorno dei Leopardi nel campionato di Serie D, con i chieresi che dopo il bel successo della scorsa settimana danno replica anche con i torinesi del Reba Basket

Inizia nel migliore dei modi il girone di ritorno dei Leopardi nel campionato di Serie D, con i chieresi che dopo il bel successo della scorsa settimana danno replica anche con i torinesi del Reba Basket, vendicando la sconfitta maturata nella gara di andata, ribaltando anche la differenza canestri, ed agganciando i torinesi in classifica. Una gara non facile, complici le assenza di due pedine importanti come Poggio e Barbero, ma ben giocata dagli Arancioni contro un avversario di valore e ben messo in campo.
Alla palla a due coach Bronzin si presenta con i soliti Navone, Caratozzolo, Brito, Gile e l’esordiente in quintetto Stiffi, a cui gli ospiti rispondono con Maffucci, Pasquero, Gennari, Marra S. e Besco. Fin dalle prime battute la partita si dimostra combattuta e poco spettacolare. I Leopardi faticano ad imporre il proprio gioco sulla ben organizzata difesa torinese, con i ragazzi di coach Marco che dal canto loro rispondono con polveri bagnate e poca precisione al tiro. Dopo un paio di minuti di studio Caratozzolo la apre con un bell’alley-up su assist di Brito, Gile ed il lungo di origine caraibica seguono a ruota l’esterno chierese e dopo 5′ che scorrono praticamente senza interruzioni BEA guida sul 7-2. Reba accusa il colpo ma risponde con Gennari, che si iscrive a referto con due piazzati dalla media punendo una colpevole retroguardia chierese, Diop entra dalla panca e con un bel giro sul perno rintuzza il vantaggio chierese imitato da Stiffi e Caratozzolo per il 13-6 locale. Ancora una volta gli ospiti incassano e controbattono, con un ultimo minuto da horror per i chieresi che porta al 13 pari del 10′.
I ritmi continuano ad essere piuttosto blandi anche nella seconda decina, con BEA che ragiona poco e sbaglia tanto. Dopo aver subito il canestro del sorpasso di Cornaglia lasciato colpevolmente troppo solo sul 20-18, coach Bronzin si affida ai suoi giovani: Taricco e Segura portano in campo tutta la loro energia cambiando la faccia dei padroni di casa, “Vale” Bianco entra e spara due bombe in fila che danno una scarica al pubblico del PalaCascinaCapello, portando i suoi sul 27-24. Chieri cavalca il momento buono e cerca di prendere il largo, e seppur incappando ancora in qualche banale errore difensivo, tenta il mini-allungo: all’intervallo è 32-27, lo stesso +5 che non portò bene nella gara di andata.
E al ritorno in campo infatti i fantasmi di qualche mese fa tornano a bussare alla porta dei Leopardi. Reba continua a fare il suo gioco, ben chiudendo l’area alle iniziative dell’attacco chierese che fatica a trovare punti facili. Pasquero e Besco prima accorciano e poi firmano il sorpasso, la zona ospite inceppa ancor di più gli ingranaggi arancioni e anche quando lo staff chierese prova a replicare con la stessa moneta, Cornaglia è bravo a punire le disattenzioni locali con due triple quasi filate. Ci pensa Navone a dare ossigeno ai chieresi, con un tiro dalla lunga dagli 8 metri ed un libero, con 5 in fila di Caratozzolo a fine quarto che rimettono tutto in pari. Si arriva agli ultimi 10′ sul 46 pari.
I Leopardi nonostante il piccolo recupero sembrano in difficoltà, ma quando le fila arancioni sembrano disunirsi inizia il Benedicenti-show: il classe 2001 di casa BEA fa 2/2 dai 6.75 in 30” infiammando il pubblico chierese, Mancini risponde con un 2/2 dalla linea della carità ma Caratozzolo e ancora Benedicenti spingono l’allungo locale. Reba sembra incapace di reagire e va in difficoltà con la difesa di casa, finalmente puntuale e attenta e servono due canestri di pregevole fatura di Pasquero e Garavelli per tenere il gap sotto la doppia-cifra. Benedicenti però è “on-fire” e fa 13 nella frazione con un altro appoggio al ferro, imitato per due volte da Diop quando mancano meno di due giri di lancetta alla sirena finale. Si arriva sul +7 BEA con 50′ da giocare. Mancini (2/3) da una parte e Navone (2/2) dall’altra sono precisi dalla linea della carità, con 20′ la scelta dei bianco-verdi è di mandare in lunetta Navone che segna il primo e sbaglia il secondo. Il playmaker arancione però si fa subito perdonare rubando palla in tuffo e lanciando il contropiede di Caratozzolo che a fil di sirena infila il 70-58 finale.
Una vittoria importante per i Leopardi, che frutta l’aggancio in classifica ai torinesi a quota 16 punti ed il sorpasso in virtù della differenza canestro (all’andata fu +8 Reba), in una corsa play-off che già da ora si preannuncia infuocata. Ora capitan Gile e compagni torneranno già in campo venerdì 25 in casa del fanalino di coda Don Bosco Rivoli, per una sfida sulla carta abbordabile ma che sicuramente offrirà più insidie di quelle che può mettere in luce la classifica.
BEA CHIERI SSDRL – PGS REBA BASKET 70-58 Parziali: 13-13, 32-27, 46-46.
BEA CHIERI: Segura 2, Benedicenti 13, Taricco 5, Stiffi 2, Diop 10, Bianco V. 6, Gile 5, Bianco P., Navone 7, Dieng, Brito 2, Caratozzolo 18. All. Bronzin, Ass. Allisiardi, Acc. Monteleone.
REBA: Sabou 4, Garavelli 9, Leone, Maffucci, Cornaglia 13, Pasquero 12, Gennari 4, Mancini 9, Marra S. , Ratto, Marra A., Besco 7. All. Marco, Ass. Curri.
Foto e Notizie: Ufficio Stampa Bea Leopardi Chieri

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here