Blancpain GT Series Endurance Cup Monza 2017, weekend ok per Orange1 Team Lazarus

Un risultato che soddisfa, anche se in parte, per l’Orange1 Team Lazarus, quello del primo dei sei appuntamenti della Blancpain GT Series Endurance Cup

lazarus1Un risultato che soddisfa, anche se in parte, per l’Orange1 Team Lazarus, quello del primo dei sei appuntamenti della Blancpain GT Series Endurance Cup che si è svolto nel weekend a Monza, ultimo dei due appuntamenti tricolori della serie di SRO Motorsports che si appresta ad iniziare il suo “tour europeo”.
Sul circuito brianzolo, l’equipaggio formato da Fabrizio Crestani e Gustavo Yacaman, insieme già al via del round inaugurale di Misano della Sprint Series con la Lamborghini Huracán GT3 della squadra veneta e ai quali si è aggiunto il tedesco Nicolas Pohler, ha infatti sfiorato un piazzamento di rilievo, dal momento che a lungo ha navigato nelle posizioni di testa.
Ma andato per ordine, ha cominciato sicuramente bene Crestani, in qualifica autore dell’ottavo responso cronometrico con 53 vetture iscritte. L’italiano è stato anche quello che ha sostenuto il primo “stint” di guida. Un compito delicato, dato l’eccessivo traffico generato da uno schieramento estremamente affollato. E infatti al semaforo verde il contatto tra la Bentley di Guy Smith (che si avviava dalla seconda fila) e l’altra Lamborghini di Ezequiel Perez Companc ha avuto l’effetto di creare una carambola micidiale, con numerose macchine rimaste coinvolte. Molta paura, tanti detriti e la bandiera rossa, che ha costretto a ripetere tutta la proceduta di partenza.
Nel frattempo Crestani era riuscito a risalire quarto e poi successivamente al terzo posto per una bandiera nera inflitta a Smith. Dopo la prima ora, Fabrizio ha effettuato il primo pit-stop, lasciando così il volante a Pohler. Quest’ultimo è stato perfetto, riuscendo a tenere dietro la Mercedes-Amg di Daniel Juncadella, protagonista di un estenuante “pressing”. Quindi in macchina è salito Yacaman ed è stato negli ultimi 60 minuti che una foratura causata da un detrito raccolto in pista ha penalizzato il colombiano, scivolato alla fine ventunesimo.
“Quello di Monza è un risultato che ci appaga solo in parte – ha commentato il team principal dell’Orange 1 Team Lazarus Tancredi Pagiaro – Volendo fare un sunto di tutto il fine settimana, il nostro obiettivo era sicuramente quello di inserirci tra i primi dieci. Avevamo il potenziale tecnico ed umano per poterlo fare. Senza l’imprevisto legato al pneumatico che ha iniziato a sgonfiarsi gradualmente a causa di un detrito, avremmo potuto concludere la gara almeno in dodicesima posizione. L’appuntamento di Monza ci è anche servito a prendere confidenza con il box affollato del Blancpain GT, che rende i cambi un momento molto spettacolare e impegnativo“.
Il prossimo appuntamento della Blancpain GT Series Endurance Cup si disputerà il 13 e 14 maggio sul circuito inglese di Silverstone e verrà preceduto dalla seconda tappa della Sprint Cup che si svolgerà sempre in Inghilterra, sul tracciato di Brands Hatch, il primo weekend di maggio.
Foto e Notizie: Ufficio Stampa Orange1 Team Lazarus

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here