Bosca San Bernardo Cuneo, seconda storica vittoria

La BOSCA S.BERNARDO CUNEO conquista la seconda storica vittoria nella Samsung Volley Cup Serie A1 contro l'ex capolista Banca Valsabbina Millenium Brescia

E sono due! La BOSCA S.BERNARDO CUNEO conquista la seconda storica vittoria nella Samsung Volley Cup Serie A1 contro l’ex capolista Banca Valsabbina Millenium Brescia: ci sono volute due ore e venti minuti di gioco, ma alla fine le cuneesi hanno sbancato un caloroso PalaGeorge, grazie ad una buona rotazione di tutti gli elementi a disposizione di coach Pistola ed un miglioramento complessivo nella fase di contrattacco.
Le leonesse di coach Mazzola scendono in campo con Isabella Di Iulio opposta a Nicoletti, Rivero e Villani schiacciatrici, capitan Veglia e Miniuk centrali, Parlangeli a presidiare la seconda linea. Le cuneesi di coach Pistola rispondono con la diagonale titolare Bosio-Van Hecke, al centro confermate Zambelli e Menghi, Cruz e Markovic schiacciatrici, Ruzzini libero. Prima fase di partita combattuta punto a punto sino a quota 4, poi sono le leonesse a prendere un primo margine di vantaggio (6-4) che incrementa sino all’11-7 che induce coach Pistola alla richiesta del primo time out della gara. Al rientro in campo le padrone di casa si portano sul 13-9 ma le cuneesi, grazie a due punti consecutivi di Cruz accorciano sino ad una lunghezza (13-12). Sono però i muri delle giallonere a fermare gli attacchi biancorossi ed i due block consecutivi di Veglia riportano avanti le locali: sul 16-12 nuovo minuto per coach Pistola. Al rientro in campo si spegne la luce per le ospiti: Bresca si porta sul 22-13. In campo Salas e Kaczmar, ma il finale è favorevole alla Banca Valsabbina Millenium Brescia: 1-0 (25-15). Avvio shock per Cuneo nella seconda frazione: dopo l’iniziale 1-1, le ragazze di coach Mazzola allungano sino al 10-2, nonostante il t.o. della panchina ospite sul 7-1. In campo Salas e Kaczmar, parte la rimonta. I punti di Cruz e Van Hecke fanno rientrare in gioco le biancorosse: sull’11-8 t.o. di coach Mazzola. Ma è ancora Cuneo a far gioco e l’attacco di Salas firma il 13-12. Il set si riapre. I punti di Rivero a fanno ripartire le bresciane: sul 17-13 coach Pistola sfrutta il secondo minuto del set. Il 18-15 giunge su un fallo d’attacco di Cruz, ma il primo tempo di Menghi suona la carica. Coach Mazzola manda in campo Washington. L’errore in attacco di Rivero pareggia le sorti del set (18-18). Il primo vantaggio cuneese della frazione giunge sul 18-19. In campo Mancini in battuta: Cuneo si porta sul 19-21. Brescia pareggia a quota 22 ed il match si infiamma. Rivero firma il primo set point (24-23), ma la BOSCA S.BERNARDO CUNEO manda al servizio Baiocco e si riporta avanti (24-25). Il punto finale del set porta la firma di Salas: le cuneesi completano la rimonta e pareggiano i conti (1-1, 25-27). Il terzo set diventa una battaglia punto a punto, con Van Hecke e Villani sugli scudi. Il primo mini break bresciano giunge sul 16-14 e coach Pistola richiama in panchina le sue ragazze. Van Hecke ‘gioca’ con il muro rivale per il 16-15 prima del pari siglato da Zambelli (16-16). Il 17-17 è firmato da Zambelli: in campo Markovic per la battuta. Nuovamente pari grazie ad un palleggio vincente di Markovic (18-18), e Baiocco entra al servizio. Rivero allunga per il 21-19: t.o. per Pistola e doppio cambio per le leonesse. Nuovo finale al cardiopalma: sul 21-20 in campo Salas e Nicoletti, poi di nuovo pari (21-21) e minuto per Brescia. Cuneo tenta la fuga con Van Hecke in attacco e Menghi a muro: 21-23 e secondo t.o. di coach Mazzola. Accorcia Brescia con il muro di Washington (22-23) ma il servizio di Rivero è out (22-24). Cuneo sfrutta subito il set point e chiude 22-25 con Van Hecke (1-2). Pronti via e le padrone di casa vanno 3-0, Pistola chiama subito time out ma Brescia firma altri due punti: sul 5-0 in campo Markovic per Salas. Il primo tempo di Zambelli sblocca il punteggio (5-1). Secca risposta delle leonesse (8-3), ma è ancora il cuore delle biancorosse a battere più forte e si ritorna sull’8-6: time out per coach Mazzola. Continuano gli alti e bassi del sestetto cuneese che concede terreno alle padrone di casa: altro minuto sul 13-7. Brescia riprende il largo nonostante i cambi cuneesi: in campo Salas, Baiocco e Kavalenka (esordio in A1 sul 21-14). Ed è proprio il turno in battuta della portoghese a ridare speranza alle cuneesi, ma Brescia chiude 25-18 (2-2): sarà tie-break, il primo della stagione. Cuneo riparte con Salas in banda e Van Hecke opposto. Muro di Villani, le risponde la nazionale belga: 1-1. Primo tempo di Zambelli per il 2-2. Il primo ace cuneese della gara porta la firma di van Hecke (2-3). Sul 3-3 entra Markovic e sul 4-5 Baiocco va al servizio (out): 5-5. Mani out per Cruz (5-6). Grande scambio quello del 5-7, chiuso da un altro mani out della capitana biancorossa. L’invasione del muro bresciano segna il cambio campo: 6-8 per le ospiti. Primo tempo di Veglia (7-8) e attacco sulla linea per Van Hecke (7-9). In campo Mancini al servizio, punto però alle bresciane (8-9). Fast di Zambelli per l’8-10: t.o. per coach Mazzola. Un punto per Brescia, poi nuovamente Zambelli (9-11). 10-12 con errori al servizio di Markovic e Nicoletti. 11-13 con errore al servizio di Rivero, poi Washington che va in battuta. Van Hecke mette a terra il 12-14: t.o. per coach Mazzola. L’ultimo scambio del match è infinito, ma sull’ennesimo contrattacco è la pipe di Cruz a chiudere le ostilità: la BOSCA S.BERNARDO CUNEO espugna il PalaGeorge di Montichiari con il punteggio di 2-3 (12-15).
«Una gara molto difficile – dichiara Andrea Pistola, coach della BOSCA S.BERNARDO CUNEO – contro un avversario in ottima forma, dimostrate dalle tre vittorie consecutive all’attivo. Sapevamo che sarebbe stata una battaglia e così è stato. E’ stata una settimana difficile ma questa vittoria ci voleva. Ora abbiamo giusto il tempo di recuperare le forze prima del match casalingo, cercando di portare a casa una vittoria anche davanti al nostro pubblico».
Foto e Notizie: Ufficio Stampa Bosca San Bernardo Cuneo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here