Calciomercato Juventus gennaio 2016, le possibili mosse bianconere

Una sessione tra possibili ritorni alla base e qualche occasione per puntellare un organico da scudetto

juveSi sta per aprire la finestra di gennaio per il calciomercato della nostra serie A. La Juventus, reduce dal bel finale di anno, dovrà guardarsi intorno per puntellare al meglio la sua rosa per continuare la sua corsa al primo posto e migliorare qualitativamente.
Le prime news parlano dell’imminente ritorno alla base di Federico Mattiello dal Chievo, il giovane terzino bianconero ha vissuto due anni all’insegna della sfortuna, ma le sue qualità sono indiscutibili e dunque potrebbe essere lui il vice Lichsteiner. Nel reparto arretrato possibile, anche se improbabile, l’arrivo di De Maio da un Genoa che sembra avere un disperato bisogno di vendere e fare cassa (anche l’argentino Perotti è già stato proposto a Madama). Se la Juventus dovesse decidere di salutare Caceres prima del previsto il sostituto è Tomovic dalla Fiorentina.
In un centrocampo con un notevole bisogno di aggiunte Rabiot ha dato l’assenso al trasferimento a Torino, ma il PSG non vuole saperne di intavolare una trattativa dopo lo sgarbo Coman. Irraggiungibili sembrano, almeno in questa finestra di mercato, i tanto chiacchierati Banega e Gündogan.
Nel reparto avanzato Paratici potrebbe scommettere su Kramaric del Leicester, ma il ragazzo è una promessa mai sbocciata e le incognite sono davvero molte. Marotta, dal canto suo, potrebbe invece scegliere di puntare su un giocatore più esperto e le occasioni a basso prezzo da Lavezzi a Pazzini non mancano.
Capitolo portieri: tanti i complimenti per il giovane Vannucchi dopo le recenti prestazioni con l’Alessandria e un occhio sempre attento da Madama. Se dovesse partire Neto la Juventus potrebbe presentare l’offerta giusta ad un “deluso” Marchetti o optare per una soluzione interna con il ritorno di Nocchi o di Branescu. Foto in evidenza: wikipedia.org