Calciomercato Torino, arriva El Kaddouri dal Napoli. Scopriamo il talentuoso belga

Manca solo l’ufficialità fornita dal sito ufficiale, ma che Omar El Kaddouri sarà un giocatore del Torino FC è praticamente una certezza.

Ieri il belga di origini marocchine ha svolto le visite mediche di rito al CMSI di Via Filadelfia ed in giornata è atteso l’annuncio ufficiale.Il centrocampista arriverà in granata con la formula del prestito con diritto di riscatto a favore del Torino e di controriscatto da parte del Napoli.

.

UN PASSATO “BRESCIANO” – El Kaddouri nasce il 21 agosto 1990 a Bruxelles, città dove avrà anche le sue prime esperienze calcistiche, nelle fila dell’Anderlecht.  A 17 anni, durante il Torneo di Viareggio, viene notato dagli emissari del Brescia, che lo mettono sotto contratto l’anno dopo.

– Dopo due anni tra Primavera e prima squadra nelle Rondinelle, nel 2010 viene prestato al Südtirol-Alto Adige, dove si mette in luce, mettendo insieme 31 presenze, 2 gol e numerosi assist. Qui, si rivela per ciò che è: un centrocampista avanza di grande rapidità e invenzione, con caratteristiche simili a quelle che deve avere un buon regista.

– Le buon prestazioni convincono il Brescia a richiamare El Kaddouri per la stagione successiva. Il belga soddisfa le aspettative e si rende protagonista di un campionato eccellente, fatto di 38 presenze, 7 gol e 4 assist. Tuttavia, gli avversari sono agguerriti e il Brescia, nonostante i suoi gol, non riesce a centrare la promozione in Serie A.

– Tuttavia, ad essere “promosso” sarà proprio El Kaddouri, che il 24 agosto 2012 è prelevato in comproprietà dal Napoli. L’annata in azzurro non sarà delle migliori, anche a causa della concorrenza di reparto. A fine stagione ferma l’asticella delle presenze a 12, di cui 7 in campionato, 1 in Coppa Italia e 4 in Europa League.

.

IL SUO POSSIBILE RUOLO – El Kaddouri nasce e cresce come trequartista, posizione non prevista in nessuno degli schemi di Giampiero Ventura. Le sue caratteristiche lo rendono ideale soprattutto per quel ruolo ed è perciò nettamente meno duttile che Farnerud o Bellomo, nuovi acquisti granata. Anche nel Napoli di Mazzarri è stato utilizzato da raccordo tra centrocampo e attacco, benché lo schema “per eccellenza” dell’allenatore di Livorno fosse il 3-5-2.

– Perciò, sul possibile innesto tattico di El Kaddouri vigono ancora numerosi dubbi. A meno che Ventura non decida di riproporre il 4-2-3-1,  il belga dovrà adattarsi ad un nuovo ruolo. Tuttavia, è indubbio che il Torino abbia acquistato un giocatore in grado di fare benissimo, che conosce già il campionato italiano e che non vede l’ora di misurarsi realmente e con costanza sugli scenari della Serie A.

.

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.


VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Calciomercato Torino FC, arriva Alexander Farnerud dallo Young Boys

Matteo Maero