Camier torna sulla Ducati del Barni Racing

Il britannico di nuovo in pista dopo 116 giorni. Dorna ha ufficializzato il calendario, il WorldSBK riparte da Jerez a fine luglio

Dopo l’infortunio alla spalla e dopo il lungo stop per Leon Camier è arrivato il momento di tornare in sella alla Ducati Panigale V4 R del Barni Racing Team. Domani e dopodomani, l’inglese disputerà una due giorni di test al Misano World Circuit Marco Simoncelli insieme ad altri piloti del mondiale Superbike.
Sono passati 116 giorni dall’ultima volta che Camier ha potuto guidare la quattro cilindri di Borgo Panigale, lo aveva fatto nel venerdì di Phillip Island, primo round del WorldSBK disputato in Australia alla fine di Febbraio. Dopo il lockdown, le restrizioni alle frontiere gli avevano impedito di effettuare il test a fine maggio, ora per Leon è arrivato il momento di tornare a lavorare con la squadra di Marco Barnabò che ha portato a Misano diverse novità da provare.
La due giorni di test si svolge a meno di un mese dalla ripresa del WorldSBK. Dorna, società che organizza il campionato, ha ufficializzato le date della ripartenza: si correrà a Jerez de la Frontera dal 31 luglio al 2 agosto. Sempre in Spagna, si terranno altre tre gare oltre ai round in Portogallo e Francia. Dorna conta di confermare presto altri cinque appuntamenti, tra cui quello di Misano Adriatico a Novembre, per disputare un campionato su 12 Round. Visto il rapido evolversi della situazione filtra anche fiducia sulla possibilità di riaprire presto le porte al pubblico.
LEON CAMIER – «Sono veramente molto felice di tornare in pista. Fisicamente non sono al 100%, ma la spalla non mi dà più nessun problema. Ho fatto molto esercizio fisico in questi mesi, ma quello che conta adesso è riprendere il feeling con la moto. Con il team abbiamo molto lavoro da fare e devo ancora imparare molte cose della Ducati. Spero di riuscire a fare un bello step in avanti durante questi due giorni di test e presentarmi a Jerez pronto per essere competitivo».
MARCO BARNABO’ – «Siamo felicissimi di aver riabbracciato Leon, lui più di altri ha bisogno di questi due giorni di test perchè non è mai riuscito a girare con continuità con questa moto. I due giorni saranno l’occasione anche per capire la sua condizione fisica, l’infortunio è oramai alle spalle, ma da quando è definitivamente guarito Leon non ha più guidato. Questa sarà l’unica possibilità di preparare insieme la gara di Jerez, ma pensare che tra poco più di un mese si torna in pista ci dà grandi motivazioni, speriamo di poter riavere presto anche il pubblico negli autodromi e vista la velocità con cui si evolve la situazione sono fiducioso che questo possa accadere presto».
Foto e Notizie: Barni Racing

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here