Collaborazione Cus Torino e Reale Ginnastica, importante accordo per il basket torinese

Due Società storiche del basket cittadino, emanazione di gloriose polisportive, hanno deciso di unire le loro forze e di dare vita ad una collaborazione

Due Società storiche del basket cittadino, emanazione di gloriose polisportive, hanno deciso di unire le loro forze e di dare vita ad una collaborazione che nelle intenzioni di partenza si prefigge di carattere tecnico, ma guarda anche oltre.
Dalla stagione 2019-20 Centro Universitario Sportivo Torinese e Reale Ginnastica opereranno fianco a fianco, stringendosi in una progettualità che riguarderà sia l’attività Senior che quella Giovanile.
In ambito Senior, la neopromossa Ginnastica disputerà il campionato di Serie C Gold al PalaCUS di via Panetti, sarà guidata da coach Alessandro Porcella, già sulla panchina del CUS nelle ultime 5 stagioni (dal 2017 come Capo Allenatore), e schiererà in campo alcuni giocatori provenienti dal vivaio cussino.
A sua volta il CUS – attraverso un’operazione di scambio del titolo sportivo con la Casale Basket (che verrà ratificata dopo la scadenza delle iscrizioni) – disputerà il campionato di serie C Silver, ma anche la serie D sotto un altro nome (pure in questo caso l’operazione troverà completamento soltanto dopo la metà del mese, con l’ok definitivo da parte della Fip).
‘Dopo l‘esperienza maturata con l’Auxilium, con cui ci eravamo prefissati di creare le condizioni perché il basket si espandesse in città, abbiamo pensato di tornare …indietro – commenta il Presidente del Centro Universitario Sportivo Torinese, Riccardo D’Elicio -. Avremmo potuto anche svolgere soltanto attività a livello giovanile: ci abbiamo pensato molto, alla fine abbiamo deciso di mettere insieme un bel pezzo di storia del basket torinese e di unire le competenze con quelle della Ginnastica, in un progetto condiviso al momento anche da altre Società del territorio come il Torino Teen Basket Pino Torinese e la Pallacanestro Nichelino’.
La nuova iniziativa si prefigge di rimanere aperta: ‘C’è tanto bisogno di competenze, di qualificarsi, di formarsi, soprattutto a livello dirigenziale. Questo aspetto ci interessa in via prioritaria, forse pure di più di quello strettamente legato ai risultati. Saremo, sarò particolarmente attento alle possibilità di collaborazioni future con altre realtà. La nostra disponibilità è grande, se troveremo supporto economico adeguato, penso che ci siano le condizioni per fare pure molto bene sotto il profilo sportivo’.
Una partnership dunque che guarda al campo ma non solo: ‘Ci piacerebbe organizzare eventi giovanili di livello e magari farne rinascere alcuni che non si svolgono più da tempo. Anche come collante per creare ulteriore empatia e condivisione’, conclude D’Elicio.
Molto soddisfatto Gaetano Porceddu, Responsabile della Sezione Basket della Reale Ginnastica: ‘Siamo molto orgogliosi della promozione ottenuta sul campo, andrà onorata nel migliore dei modi. Di questa collaborazione sono davvero entusiasta Ci siamo trovati a parlare di campo di gioco, poi di Prima squadra, le idee comuni erano buone per cominciare e siamo andati avanti, allargandoci al Settore giovanile. Con il pieno rispetto dell’autonomia dei soggetti, l’intento è di lavorare al bene comune e di portare benefici a tutti. Nutro grandi aspettative. Anche se il budget sarà contenuto, allestiremo una squadra di atleti desiderosi di sposare la nostra progettualità. Ora la palla passa agli …attori’.
Tra questi numerosi i giovani, come conferma Omar Cavuoto, Responsabile della Sezione Basket del Centro Universitario Sportivo Torinese: ‘Alcuni giocheranno in C Gold con la Ginnastica, altri in C Silver con il CUS, altri ancora in D. Nella sostanza, andremo avanti con il progetto iniziato 4 anni fa, per noi non cambierà nulla, anzi siamo ancora più motivati. La Prima squadra del CUS sarà formata di fatto dall’Under 18, ma quali saranno i giovani a giocare nei due campionati Senior lo decideranno gli allenatori’.
Due i punti di riferimento costanti: ‘Francesco Raho sarà sempre la nostra ‘stella polare’ a livello giovanile, mentre il 2003 Luca Vincini, ormai prossimo a partire per il raduno della Nazionale e cercato in questa fase di mercato da tante Società, sarà ancora un giocatore cussino: ha deciso di rimanere a Torino per studiare e poi, quando sarà il momento, per frequentare qui l’università. Per questo sarà lui il nostro esempio da additare ai più giovani’.
Tra le Società coinvolte, in prima linea il Ttb Pino Torinese: ‘Contiamo di ampliare ancora di più la nostra presenza, magari con il coronamento del sogno di costruire un nuovo palazzetto a Pino – dice Dino Violante, numero uno del sodalizio collinare -. Grazie alla collaborazione tecnica degli scorsi anni fornita dal CUS attraverso Francesco Raho il livello qualitativo dei nostri allenatori e dei nostri ragazzi si è alzato tantissimo. Ci prefiggiamo di andare avanti e di allargare il nostro contributo nella progettualità comune’.
Notizie: Ufficio Stampa Cus Torino
Foto: wikipedia.org

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here