Coppa del Mondo Super-G di Sankt Anton 2021, Marta Bassino seconda, paura per Francesca Marsaglia

Marta Bassino (Centro Sportivo Esercito) ormai è entrata in un’altra dimensione, quella della polivalente completa

Marta Bassino (Centro Sportivo Esercito) ormai è entrata in un’altra dimensione, quella della polivalente completa: lo ha dimostrato ancora una volta nel Super-G di Sankt Anton che ha chiuso il weekend di Coppa del Mondo sulla pista austriaca. La gara è stata dominata dalla ticinese Lara Gut-Behrami (Sporting Gottardo) che, quando è in giornata, conosce poche rivali e avrebbe potuto chiudere con un vantaggio molto più ampio senza un grave errore nel finale. In ogni caso il tempo di 1’,17”,82/100 le è bastato per tornare al successo, ma alle sue spalle c’è la venticinquenne campionessa cuneese, staccata di soli 16/100, con l’altra svizzera Corinne Suter (Ski Club Schwyz) terza a 20/100. Ottimo anche il quinto posto di Federica Brignone (Carabinieri), staccata di 72/100 dalla vetta, mentre Elena Curtoni (Centro Sportivo Esercito) è giunta quattordicesima e Roberta Melesi (Fiamme Oro Moena) ventisettesima. Fuori invece le altre azzurre: Sofia Goggia e Laura Pirovano hanno semplicemente sbagliato senza conseguenze. Peggio invece è andata all’alpina valsusina Francesca Marsaglia, fuori alla penultima porta. Nella caduta Francesca ha riportato una contusione alla tibia sinistra e all’anca destra. La prima ecografia a Sankt Anton, come informa la FISI nazionale, ha escluso problemi, ma l’atleta di Cesana sarà rivista nei prossimi giorni dalla Commissione Medica federale. Marta Bassino ha così commentato il quattordicesimo podio della sua carriera in Coppa del Mondo: “Sono veramente contenta della mia prova e non me l’aspettavo, perché ho fatto un errore prima dello schuss dell’Ice Fall. Era un tracciato insidioso e bisognava saper fare le curve, perché anche l’ultimo pezzo era più simile ad un gigantone. Non bisognava avere troppo rispetto per questa pista e io sono contenta di esserci riuscita. Ho imparato negli anni che gli errori ci stanno e non bisogna farsi schiacciare, ma rimanere serene, perché poi arrivano
giornate come questa in cui tutte commettono errori. Questo è il mio primo podio da zia, quindi un bacione a casa”. Così invece Federica Brignone: “Oggi avrei dovuto fare di più. Ho visto le prime due e le ho viste andare lunghe e io ho frenato. Faccio una buona parte finale, ma non è abbastanza. Devo continuare a lavorare per ritrovare il giusto feeling anche in velocità”.
La classifica del Super-G della Coppa del Mondo femminile disputato a Sankt Anton
https://www.fis-ski.com/DB/general/results.html?sectorcode=AL&raceid=104387
Nelle immagini dell’agenzia Pentaphoto in allegato: alcune delle protagoniste del Super-G della Coppa del Mondo femminile disputato a Sankt Anton
Notizie: Ufficio Stampa FISI AOC

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here