Crocetta da applausi, ma ancora una volta non basta

I due punti che avrebbero tenuto aperto, almeno per qualche ora, il discorso playoff non arrivano e a Biella la Crocetta è costretta alla resa per la sesta volta consecutiva

I due punti che avrebbero tenuto aperto, almeno per qualche ora, il discorso playoff non arrivano e a Biella la Crocetta è costretta alla resa per la sesta volta consecutiva.
Vero che la vittoria casalinga del Ciriè sul Collegno, arrivata poi in tarda serata, avrebbe vanificato gli sforzi – pure vincendo la giovane formazione gialloverde sarebbe rimasta fuori dalle migliori 4 – però averci provato con tutto quanto a disposizione e non esserci andati lontano è comunque motivo di orgoglio e di presa di coscienza che la strada intrapresa è quella giusta.
Peccato, perché anche in questa occasione, come nel turno precedente a Ciriè, i ragazzi di Conti confezionano una gara ammirevole, comandano nel punteggio per 37 minuti e alzano bandiera bianca soltanto nel finale.
Partita gradevolissima e zeppa di spunti tecnico-agonistici quella dell’Hype Forum. Su tutti menzione speciale per Maino e Murta, che danno vita ad un’appassionante sfida nella sfida, trascinando le loro squadre ed uscendo alla fine tra gli applausi dei compagni e degli avversari.
I canestri di ottima fattura di Molinario, Possekel e Giordana che inaugurano il match sembrano di buon auspicio: 2-7.
La Crocetta beneficia dei ritmi alti e delle assenze pesanti vicino a canestro tra le file laniere (De Simone  e Castagnetti sono in panchina solo per onore di firma). Qualche errore di troppo al tiro non supporta gli ospiti, ma evidenti sono pure gli affanni a finalizzare dei padroni di casa.
Bel movimento verso canestro di Bonadio, l’appoggiata vale il 4-9. La Crocetta difende forte ed è puntuale nei cambi e negli aiuti, taglia fuori con i tempi giusti, concede pochissimo a rimbalzo difensivo e dall’altra parte attacca con presenza e precisione: Possekel chiude un triangolo e fa 5-11, quindi in contropiede sigla il 7-13 dell’8’.
Le cadenze si mantengono elevate, i canestri ancora pochi.
Borgialli le prova tutte per tenere dentro i suoi, Maino è dimenticato dalle rotazioni e piedi a terra converte i tre del 9-16 in prossimità del 10’.
Dopo la mini-pausa il Teens stringe i tempi e con Murta e Vercellino rimette il fiato sul collo: 15-18 al 12’.
Ora gli spazi sono limitati, le linee di passaggio contrastate o obbligate, ma la Crocetta gioca con pazienza: visione di Molinario che schiaccia un servizio d’oro al taglio di Maino sulla linea di fondo: il 15-20 è la più bella giocata della gara.
La difesa gialloverde lavora bene, sul rovesciamento di fronte Maino assiste Bonadio: 15-22 al 14’. Molinario in ripartenza fa valere il fisico in area: 18-24.
Il Teens mischia il mazzo e si sistema a zona: bucata sul filo dei 24 secondi da un tiro frontale di Leone scoccato sulla linea del tiro libero: 18-26.
Biella ci mette ancora una toppa da tre, con l’ex Pasqualini, la Crocetta si allunga sul rettangolo e recupera, Gualdi la tiene avanti di due possessi pieni: 23-39.
Una doppia distrazione arretrata, Pasqualini e Murta corrono più forte e rimettono lì il Teens quando ormai si intravede lo striscione di metà gara.
Una bombissima quasi allo scadere è il titolo di apertura di un mini show-time di Maino, che battezza il secondo tempo con un altro fendente in diagonale e un canestro cadendo all’indietro di talento puro. Di Boeri l’inchiodata del +10: 33-43.
Nei minuti successivi la partita si trasforma in un vibrante botta-e-risposta di qualità elevatissima: Murta ne pesca tre dal cilindro allo scadere dei 24 secondi e poi in transizione si alza ancora da oltre l’arco trovando sol la flanella 41-45 al 24’.
La ribattuta di Maino non si fa attendere (41-48), Biella ripassa a zona e 5 punti di Squizzato la risistemano bella dritta sulla carreggiata: 46-50.
In testa c’è comunque sempre la formazione torinese, che si riporta sul +8 grazie ad un tap-in di Leone e ad un contropiede di Possekel: 48-56 al 29’.
I lanieri faticano per qualche minuto contro la 2-3 gialloverde, quindi sul -7 di Maino, ancora da lontanissimo, alzano di colpo le percentuali: le realizzazioni di Bergamaschi, Maffeo  e Pasqualini sembrano preludere a 5 minuti incandescenti: 63-63.
La tensione e la stanchezza sono due variabili da governare, il Teens ha più energie e le gestisce entrambe al meglio: il sorpasso arriva con una tripletta dall’angolo ancora di Bergamaschi, la Crocetta stavolta non replica e una giocata muscolare di Borgialli la costringe sulle ginocchia: 68-64.
La scarsa lucidità inizia ad incidere, i crocettini forzano dalla distanza ma sono tenuti in vita dai liberi sbagliati dagli avversari.
Errore da sotto in entrata di Maino, Biella riparte, Paqualini punta il canestro, batte tutti in attacco al ferro e a 27 secondi dalla sirena mette a referto il 70-64 che regala ai suoi il secondo posto in classifica.
TEENS BIELLA-DON BOSCO CROCETTA 73-69
Parziali: 9-16, 31-36, 48-56
BIELLA: De Simone ne, Murta 21, Borgialli 7, Maffeo 6, Dotti 2, Pasqualini 12, Cena n.e., Bergamaschi 8, Cerri 2, Squizzato 7, Castagnetti n.e., Vercellino 8. All. Bertetti.
CROCETTA: Valetti, Leone 4, Molinario 12, Andreutti n.e., Possekel 8, Bonadio 9, Maino 23, Boeri 2, Magnocavalli, Gualdi 6, Zennato, Giordana 5. All. Conti. Ass. Luetto e Bonelli.
Foto e Notizie: Ufficio Stampa Don Bosco Crocetta

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here