Il Cus Torino vince ancora

Gli universitari conquistano la settima vittoria consecutiva e si mantengono saldi alle spalle della capolista Langhe Roero

cus-torino-vince-ancoraTORINO – Con una prestazione di grande sostanza, ma pure di forma, viste le numerose giocate di pregevole fattura, il Mastro Viaggiatore CUS si conferma anche contro l’Area Pro.

Gli universitari conquistano la settima vittoria consecutiva e si mantengono saldi alle spalle della capolista Langhe Roero (una gara in più): ora sono 8 le lunghezze che li distanziano dalla quinta.

Partenza prorompente della formazione di coach Ale Porcella: Conti ne imbuca 3 dell’angolo, Marangon fa altrettanto a chiudere una rapida transizione e al 3′ i padroni di casa hanno già fatto capire che aria tira.
Conti buca ancora la retina da fuori e sul su 10-4: per mettere un freno all’impeto cussino, l’Area Pro è costretta alla zona: salvo qualche rara eccezione, la terrà fino alla fine, ma senza grande esito.

Se l’attacco del Mastro Viaggiatore gira che è un piacere, gran merito è anche della difesa: i biancoblu lavorano con applicazione e sono onnipresenti sulle linee di passaggio, mettono le mani su tutti i palloni e inducono più di una persa: nel frangente sono almeno 4 i possessi ospiti che muoiono senza arrivare al tiro.
Dall’altra parte il CUS è di mostruosa concretezza ma dà anche spettacolo: rimorchio di Fantolino per Conti, che poi bissa da oltre l’arco dopo l’ennesimo recupero: 19-8.

Sui primi cambi, il Mastro Viaggiatore ha il merito di mantenere inalterato il volume, con Miranda Camejo e il rientrate Petitti a metterci muscoli e vivacità. Il CUS chiude il primo quarto con un’altra tripletta, di Fantolino, e due liberi di Petitti: 24-10.
Le battute iniziali della seconda frazione sono ancora segnate dalla grandissima energia dei biancoblu che attaccano la zona con manovre rapide e lucide e costringono spesso i difensori al fallo, andando prestissimo in bonus: il 27-12 dell’11’ porta la firma del 2005 Andrea Porcella, chiamato per diversi minuti a dirigere l’orchestra e autore di una prestazione di grande maturità. L’Area Pro prova la carta dell’aggressione ma il CUS non si scompone, elude i continui raddoppi e ci mette ancora tanto fisico e tanta attenzione.

Unico neo della serata sono i numerosi errori dalla lunetta: nella decina i cussini tirano addirittura 3 su 12, anche se rimpinguano ancora il bottino con un fendente da destra di Marangon: 34-16 al 17′.
Tra un tiro libero sbagliato e l’altro, il Mastro Viaggiatore è intenso dietro, recupera palloni su palloni e prima della sosta sale fino al 40-22.

L’Area Pro si ripresenta a zona e per nulla decisa ad arrendersi: 41-29. La ribattuta cussina è istantanea: Petitti infila una conclusione pesante, poi sull’errore avversario ci aggiunge un libero, infine sulla rimessa dal fondo Bonadio recupera e lo assiste per altri due facili facili senza alcun contrasto: 47-29.
Come nel periodo precedente, anche in questo il Mastro Viaggiatore va presto in bonus ed è un po’ più preciso: a due liberi di Fantolino, fanno eco un contropiede finalizzato da Bonadio e un’altra coppia di liberi, stavolta di Conti: 53-32 al 26′.

La retroguardia di casa, comandata da un impeccabile Bonadio, è un autentico muro, anche se incappa in qualche fallo gratuito di troppo. E l’Area Pro spunta qualcosa a cronometro fermo: 53-37.
Tatsoptsa lotta come un leone sotto entrambe le tabelle, Fantolino fa un deragliare la difesa ospite con una finta e traduce il piazzato del 57-37 quando alla mezzora mancano 30 secondi.
Prima della sirena il Mastro Viaggiatore ritocca ancora il distacco con una triplona di Boglione e si presenta sul lungo rettilineo finale con un vantaggio di ben 22 lunghezze: 61-39.

L’onda biancoblu è inarrestabile, anche se prosegue il festival degli errori dalla linea: il totale, 18 su 36, è comunque soltanto un piccolo neo, perché il Mastro Viaggiatore continua a macinare gioco e punti a palla in movimento, e con Andrea Porcella concretizza una delle più belle giocate della serata: 64-39.
La classica ciliegina sulla torta ce la mette poco dopo il fratello Matteo, con i tre punti del 70-44 quando il traguardo inizia ad apparire all’orizzonte.
Da qui alla fine la partita non ha più nulla da dire che non sia già stato detto.

MASTRO VIAGGIATORE CUS TORINO-AREA PRO 2020 PIOSSASCO 74-54
Parziali: 24-12, 40-22, 61-38
CUS TORINO: Conti 14, Porcella M. 8, Nicoletti, Petitti 13, Akoua n.e., Fantolino 7, Miranda Camejo 2, Tatsoptsa 2, Boglione 7, Bonadio 10, Porcella An. 5, Marangon 6. All. Porcella Al. Ass. Subbiani.
AREA PRO: Bianco 12, Perino, Bombardi 10, Favretto R. 8, Ghirardi 5, Ferraro 4, Buoso 6, Greggio 3, Melchio 2, Consolmagno, Favretto M. 4. All. Baldovin.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here