Dorando Pietri Londra 1908, famoso per non aver vinto

Il 24 luglio 1908 è legato ad uno degli episodi più famosi delle Olimpiadi e della storia dell’atletica italiana. Il drammatico epilogo della maratona di Londra rende famoso per l’eternità un italiano facendo commuovere anche sir Conan Doyle.

.

LA GARA – Nato a Correggio nel 1885 arriva alle Olimpiadi di Londra come uno degli atleti probabilmente più in forma e da battere.

– Dorando Pietri al chilometro 32 della Maratona seppe che il leader della gara, Charles Heffron, era entrato in crisi e aumentò il ritmo fino a riprenderlo e sorpassarlo sette chilometri dopo.

– Purtroppo a due chilometri dalla fine l’italiano pagò lo sforzo e la stanchezza gli fece perdere lucidità. Aiutato da un giudice e da un medico a tagliare il traguardo quando a 200 metri dalla fine cadde per ben quattro volte.

– Fu squalificato dopo il reclamo della squadra americana, ma quel dramma sportivo che appassionò i 75000 presenti era destinato a diventare un qualcosa di speciale.

.

NELLA STORIA – L’oro andò a Johnny Hayes, ma il vero vincitore di quella gara fu l’italiano. La stessa regina Alessandra decise di premiarlo con una coppa d’argento dorato.

– Non fu l’unica ad essere commossa dal gesto del corridore, anche il padre di Sherlock Holmes rimase molto colpito tanto da suggerire al Daily Mail di conferire un premio in denaro a Pietri per permettergli di aprire una panetteria in Italia.

– Lo stesso Conan Doyle donò cinque sterline e alla fine di questa sottoscrizione le sterline erano ben trecento.

– A rendergli omaggio ci fu anche il genio di Irving Berlin che gli tributò una canzone dal titolo “Dorando”.

.

LA RIVINCITA – La storia spesso ha dato a grandi sportivi la possibilità di prendersi rivincite dopo delusioni cocenti.

– La seconda sfida tra Hayes e Pietri andò in scena il 25 novembre 1908 al Madison Square Garden. L’italiano vinse staccando l’americano negli ultimi 500 metri per la gioia dei tanti italo-americani presenti. Nel 1909 nella terza sfida tra i due a vincere fu ancora il corridore nato a Correggio.

.

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

 

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Battaglia dell’Assietta 19 luglio 1747, quando l’orgoglio sabaudo fermò i francesi

Blues Brothers, trentacinque anni fa nasceva il mito

Di Redazione

Foto: wikipedia.org