Festa Arduino Torino 15 febbraio 2013, alla scoperta dell’innovativo automatore assoluto

Venerdì 15 febbraio, alle 19 in Via Egeo 17 a Torino, si terranno i festeggiamenti per il primo anniversario delle Officine Arduino, laboratorio “creativo” dove gli appassionati (i cosiddetti “Makers”) di Arduino, per l’appunto, si ritroveranno per lavorare su progetti personali, mostrando e condividendo le proprie creazioni. L’evento sarà presentato dal creatore di quest’innovativa piattaforma, il giovane ingegnere italiano Massimo Banzi, .

 

CHE COS’E’ ARDUIN0? – Definito come “Piattaforma elettronica di prototipazione”, il sistema permette a chiunque di creare oggetti automatizzati o di convertire prodotti attuali in versioni interattive per l’utente finale.

– In poche parole, Arduino ha la capacità di rendere “elettronica” qualsiasi cosa desideriamo. Tutto ciò, in piena libertà d’azione, sia fisica sia software, visto che il progetto è Open-Source.

– Com’è possibile tutto ciò? La piattaforma consiste in un circuito stampato al quale sono connessi vari microcontrollori (dispositivo elettronico contenente le informazioni necessarie al funzionamento della scheda) e un regolatore di tensione che dà energia alla scheda.

– Tali controllori possono essere programmati in via software attraverso il “Wiring”, linguaggio di programmazione derivato dal ben più noto C e espressamente dedicato per la programmazione di piattaforme hardware, come Arduino.

 

ESISTE UN SOLO ARDUINO? – In sostanza sì, ma ne esistono numerose varianti, a seconda dell’utilizzo che si vuole compiere.

– Esistono infatti le schede semplici, quelle dotate di USB, quelle che includono il WiFI per il controllo remoto o quelle dotate di joystick per il comando di apparati mobili. Esiste anche una versione “indossabile”, adatta per l’implementazione di funzioni elettroniche sul vestiario.

 

COME, DOVE E QUANDO E’ NATO IL PROGETTO? – Nel 2005, presso l’Interaction Design Institute d’Ivrea (TO), un team composto da  Massimo Banzi, David Cuartielles, Tom Igoe, Gianluca Martino e David Mellis cominciò uno studio legato ad una piattaforma di controllo a basso costo, dedicata alla prototipazione elettronica veloce.

Dopo tre anni di studi e progetti, ad inizio 2008 nacque “Arduino”, il cui nome è tratto dal bar in cui gli ingegneri si ritrovavano nei momenti di svago.

– Il successo fu immediato e furono vendute ben cinquantamila schede Arduino nei primi dieci mesi.

– Con il tempo, gli appassionati e gli hobbysti “Arduineschi” si organizzarono, creando in tutto il mondo delle “FabLab” espressamente dedicate alla produzione di oggetti automatizzati da Arduino.

– Ironia della sorte, la prima ufficilae FabLab tutta italiana (Officine Arduino Torino) è stata aperta solo un anno fa, grazie agli sforzi di collaboratori e gente comune, affascinata dal progetto Arduino.

 

COME PROCURARSI ARDUINO? – Il sito ufficiale è il punto di riferimento per l’acquisto e il download del materiale necessario, ma esistono rivenditori specializzati che offrono i prodotti Arduino e l’assistenza necessaria. Inoltre, sono ivi fornite delle guide di base per imparare ad utilizzare questo prodotto elettronico “made in Italy”.

 

L’APPUNTAMENTO – Per tutti gli appassionati e i curiosi, l’appuntamento è quindi alle ore 19:00, venerdì 15 febbraio 2013 in Via Egeo 17, presso le Officine Arduino.

– Per partecipare basta compilare il form sul Blog ufficiale di Arduino (arduino.cc/blog/).

– Il miglior modo per raggiungere l’evento attraverso i mezzi pubblici, è prendere il tram numero 4 e scendere alla fermata Mauriziano.

 

Di Redazione