Gara 1 WorldSBK Qatar 2019, nono posto per Laverty e Go Eleven

Ridare al pilota il feeling del primo pomeriggio, eliminando le vibrazioni, sarà l'obiettivo del Team Go Eleven per le due gare di domani

Il venerdì nel deserto del Qatar parte con un Eugene Laverty in grande spolvero sulla Ducati V4-R.
Nelle Free Practices 3, corse alle 15.00 con quasi 50 gradi di asfalto, l’irlandese stampa un grande sesto posto a pochi decimi da Jonathan Rea che alzano le aspettative per gara 1.
Le modifiche sulla lunghezza del forcellone effettuate nella notte sembrano aver dato notevoli vantaggi, confermati dal sorriso di Eugene al rientro ai box.
Free Practices 3: P 6 1’58.377 +0.416
La Superpole non va andata come previsto; con circa 10 gradi in meno di asfalto, inaspettati problemi di chattering emergono. Con la gomma da Qualifica, addirittura, il tempo sul giro non migliora.
Una condizione particolare che sembra aver danneggiato le quattro Ducati in pista, tutte costrette ad inseguire.
Sedicesima posizione in griglia che costringerà il portacolori Go Eleven ad una gara in rimonta.
Superpole: P 16 1’58.504 + 2.258
Nonostante la Superpole negativa, la gara parte con buone aspettative dopo il passo dimostrato nei turni di libere.
Eugene scatta abbastanza bene, recupera subito tre posizioni e si lancia all’inseguimento di Rinaldi. Lo passa verso metà gara ed impone un ritmo simile, ed in certi passaggi più veloce, rispetto alle lotta per la quinta posizione.
Il distacco preso nei primi giri è però troppo per potersi ricongiungere e dar vita alla battaglia.
Conclude, così, in nona posizione, secondo Independent Rider al traguardo, portando a casa una solida prestazione.
A causa del chattering ancora presente è mancato quel guizzo per potersi giocare la top 5. Ridare al pilota il feeling del primo pomeriggio, eliminando le vibrazioni, sarà l’obiettivo del Team Go Eleven per le due gare di domani!
Race 1:
P 1 J. Rea 33’34.518
P 2 C. Davies + 2.732
P 3 A. Lowes + 5.423

P 9 E. Laverty + 24.500
Domani, Sabato sera alle ore 16.00 Superpole Race ed alle 20.00 Race 2 (orario locale), giù le visiere, prima dentro e via alle ultime due incandescenti gare della stagione WorldSBK!
Eugene Laverty:
“La gara è stata dura, ma finire noni è un buon risultato. La qualifica, in Superpole, è stata disastrosa, mentre nelle FP 3 avevo un grande feeling: ho concluso sesto quel turno e non avvertivo problemi di chattering. Mi sentivo a mio agio con la moto, ma con il variare delle condizioni, in Superpole, il chattering è emerso; dobbiamo trovare la soluzione a questo problema. Se lo risolviamo, possiamo lottare per i primi cinque posti!”
Foto e Notizie: Ufficio Stampa Team Go Eleven