Gara 2 Superbike Thailandia 2017, Torres e Reiterberger portano Althea in top ten

Dopo i primi due round della stagione 2017, Jordi Torres è settimo nella classifica generale con 29 punti; Reiterberger si posiziona invece 12mo con 15 punti.

reiterIl secondo round del campionato Mondiale Superbike 2017 si è concluso oggi al Chang International Circuit di Buriram, in Tailandia. In una gara condizionata sia dal caldo torrido che dalla bandiera rossa, il team Althea BMW Racing ha ottenuto un eccellente risultato, tagliando il traguardo al quinto posto con Jordi Torres e relegando Davies dietro di lui. Decimo Markus Reiterberger.
Superbike – Gara 2 – quarto in griglia, Torres ha perso terreno in partenza, transitando ottavo al termine del primo giro. Nelle prime tornate lo spagnolo ha guadagnato tre posizioni per poi passare in quinta posizione. A quel punto però la gara è stata fermata con la bandiera rossa dopo una caduta di Savadori la cui moto ha versato olio sulla pista. Reiti, più indietro durante i primi giri, era 15mo nel momento in cui la gara è stata fermata.
Circa mezz’ora più tardi, la gara è ricominciata (16 giri), con i piloti che sono ripartiti dalle posizioni che occupavano alla fine del quarto giro. Di conseguenza Torres dalla settima e Reiti dalla quindicesima. Questa volta, Jordi è partito bene, sesto nella prima fase dietro a Laverty. Grazie ad un passo costante, lo spagnolo era in quinta posizione a metà gara, un piazzamento che ha mantenuto fino al traguardo, non dando nessuna possibilità a Davies di superarlo negli ultimi giri. Un risultato importante per la squadra italiana, dopo qualche inconveniente occorso in questo weekend.
Reiti ha potuto guadagnare qualche posizione nella prima metà della gara e si trovava in undicesima posizione. Superando tanti piloti nell’ultima fase, il tedesco ha centrato la top ten oggi, passando sotto la bandiera a scacchi in decima posizione.
Dopo i primi due round della stagione 2017, Jordi Torres è settimo nella classifica generale con 29 punti; Reiterberger si posiziona invece 12mo con 15 punti. BMW è quarta nella classifica dei costruttori con 32 punti, mentre la squadra Althea BMW è a sua volta quarta nella classifica dei team (44 punti).
TORRES – “Nel primo ‘heat’ eravamo partiti bene e stavo facendo buoni progressi, un peccato quindi che ci sia stato il restart dovuto alla caduta di Savadori, perché eravamo in un buon quinto posto. Dopo il restart, da settimo, ho cominciato a spingere, trovando un buon ritmo a compiendo alcuni sorpassi. Ho dato il 100% per tutta la gara, forse anche di più, perché sapevo che c’era Davies che si è avvicinato negli ultimi giri. Alla fine siamo riusciti a conquistare la quinta posizione, un bel risultato, di cui sono molto soddisfatto.”
REITERBERGER – “Top ten non suona male ma è anche dovuto al fatto che altri piloti sono caduti. Ho faticato ancora una volta nei primi giri. Sono andato largo nel traffico all’inizio, perdendo troppo tempo lì. Poi mi sono preoccupato quando ho visto che Krummenacher, davanti a me, perdeva acqua. Ho cercato di focalizzare e mantenere un passo costante, che non tutto sommato non è stato male. Comunque devo assolutamente lavorare sulla mia prestazione nella prima fase della gara, e sul feeling che ho con la moto. Mi sento fiducioso però, e vorrei ringraziare il mio team per il loro grande lavoro in questo weekend.”
BEVILACQUA – “Quello di oggi è stato veramente un bel risultato per noi. Il quinto posto di Jordi è arrivato combattendo ad un livello molto alto. Questo è frutto di un grande lavoro svolto dal team. Per la messa a punto è un po’ di tempo che stiamo lavorando su alcuni particolari. Sembra che a livello ciclistico stiamo vedendo dei risultati, ma vorremo avere qualcosa in più per quanto riguarda l’elettronica e anche il motore forse, per poter fare un altro step. Jordi ha dimostrato di poter combattere con i migliori, riuscendo anche a tenere Davies alle sue spalle fino alla fine. Una grande prova di carattere. Reiti ha fatto dei progressi oggi, ma è ancora lontano da quello che noi pensiamo possa fare e che la moto può fare. Jordi ha fatto progressi notevoli e speriamo che presto anche Reiti sia in grado di fare ugualmente. Ringrazio tutti i ragazzi del team e gli ingegneri BMW per il loro lavoro. Adesso ci prepariamo per le gare europee dove, avendo più riferimenti, ci auguriamo di poter ottenere risultati più importanti.”
Foto e Notizie: Ufficio Stampa Althea BMW Racing