Gara Moto 3 Australia 2017, Martin torna sul podio

Dopo l’ottava pole position stagionale, a Phillip Island arriva anche il settimo podio per Jorge Martin, che riassapora la top3 dopo quasi due mesi (l’ultima volta fu Silverstone il 27 agosto).

Dopo l’ottava pole position stagionale, a Phillip Island arriva anche il settimo podio per Jorge Martin, che riassapora la top3 dopo quasi due mesi (l’ultima volta fu Silverstone il 27 agosto).
Lo spagnolo parte forte e conferma di averne anche a Phillip Island. La lotta è serratissima e Martin passa dalla prima alla ottava posizione con facilità praticamente ad ogni giro con la scia del rettilineo finale determinante ad ogni lap. Nonostante vari contatti in una gara davvero combattuta (il numero 88 resiste ad una carica di Guevara e poi entra in contatto con Ramirez prima e Bastianini poi), Martin arriva a 6 giri dalla fine a ridosso del duo di testa, ma la bandiera rossa (inevitabile con l’arrivo della pioggia) lo obbliga alla terza posizione finale senza potersela giocare fino in fondo.
Uscita prematura dalla gara per Fabio Di Giannantonio a causa di una caduta all’altezza della curva 2 con 19 giri ancora da correre. L’italiano aveva già completato il recupero dall’11ª posizione di partenza e stava correndo con il gruppo di testa. Una linea leggermente più larga con una pista asciutta ma fredda le cause dell’highside che elimina Diggia da una gara in cui poteva essere grande protagonista.
In Australia arriva così il 12º podio stagionale per il Team Del Conca Gresini con Jorge Martin che recupera anche la quarta piazza mondiale a discapito proprio di Fabio Di Giannantonio. La sfida continua a Sepang, tra meno di 5 giorni.
MARTIN – “Oggi avevamo la velocità per fare qualcosa in più, ma la bandiera rossa ci ha tolto questa opportunità e va bene così. Congratulazioni a Joan (Mir) per il titolo, lo ha meritato. Sono felice per questa terza posizione in una gara così complicata e con tanti contatti e non vedo l’ora di tornare in pista per continuare a provarci, la vittoria è vicina e dobbiamo crederci anche nelle ultime due gare”.
DI GIANNANTONIO – “Partiamo dal fatto che non mi sono fatto nulla e questo è già importante. La gara peccato perché avevamo davvero una marcia in più e potevamo fare davvero bene. Ho fatto un errore io nel tentativo di passare Martin, ero già sull’esterno e ho dovuto allargare ancora di più finendo sulla parte sporca. Ci tenevo a finire la gara qui dove anche l’anno scorso non avevo tagliato il traguardo. Chiudiamo subito questo capitolo e testa alla Malesia”.
Foto e Notizie: Ufficio Stampa Team Del Conca Gresini Moto 3

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here