Gara Moto Gp Assen 2016, Redding festeggia uno splendido terzo posto

452c40ed-a4b8-46d8-98d8-362ae8867d27Emozioni travolgenti per Octo Pramac Yakhnich nel Gran Premio d’Olanda caratterizzato dalla pioggia che al 16° giro ha costretto i piloti a rientrare nei box. Danilo Petrucci era in testa, Scott Redding terzo con un passo gara impressionante. La prospettiva di vedere entrambi sul podio era concreta, confermata dai tempi di Danilo (quattro giri consecutivi best lap con la pista che iniziava ad asciugarsi) e dalla rimonta di Scott che al giro 13, sotto la pioggia ha fatto registrare un tempo di oltre due secondi inferiore rispetto ai primi.
Queste le travolgenti emozioni vissute da Octo Pramac Yakhnich nel Gran Premio d’Olanda, caratterizzato dalla pioggia che al 16° giro ha costretto i piloti a rientrare nei box. Danilo Petrucci era in testa, Scott Redding terzo con un passo impressionante.
Scott è scattato in testa ma alla prima staccata ha commesso un errore che gli ha fatto perdere 10 posizioni. Il pilota britannico è stato bravo a mantenere la calma e dal terzo giro ha iniziato a recuperare posizioni per prendere il gruppo di testa quando la pioggia ha iniziato a cadere più intensamente.
Nel frattempo Petrux aveva disputato una gara perfetta senza commettere alcun errore riuscendo ed prendere in testa al 14° giro.
Dopo la bandiera rossa e il re-start, il pilota delle Fiamme Oro ha però dovuto fare un conti con un problema tecnico che lo ha costretto al ritiro.
Come nella prima partenza, Scott non è riuscito a mantenere la posizione ma ha avuto il merito di crederci fino in fondo per andare a prendere Pol Espargaro e conquistare il suo primo podio con Octo Pramac Yakhnich.
Con i 15 punti conquistati ad Assen Scott sale al 14° posto nella classifica di MotoGp con 32 punti.
Danilo, dopo tre Top 10 consecutive, rimane a quota 24.
Octo Pramac Yakhnich sale al sesto posto nella classifica riservata ai team con 68 punti.
REDDING – E’ una grandissima soddisfazione. E’ stata una gara molto difficile. In alcuni momenti, prima della bandiera rossa, non riuscivo a vedere praticamente niente. Ho guidato con l’istinto e sono riuscito a rimanere in piedi. Il feeling con la moto era ottimo ed è stato così anche nella seconda parte della gara. Sono molto contento per aver regalato questa soddisfazione ai ragazzi che hanno fatto un lavoro straordinario. Abbiamo avuto tanta sfortuna finora e questo week end con la prima fila in griglia ed il podio è un premio per aver sempre continuato a credere in quello che facevamo.
Foto e Notizie: Ufficio Stampa Octo Pramac Yakhnich