Giaguari Torino, quinta vittoria consecutiva

Quinta vittoria consecutiva per i Giaguari Torino contro i Red Jackets che, pur privi di ben sedici giocatori (tra cui il quarterback titolare) hanno onorato il campo fino alla fine riuscendo anche a segnare venti punti ad una squadra che ne aveva subiti 29 in quattro partite

Quinta vittoria consecutiva per i Giaguari Torino contro i Red Jackets che, pur privi di ben sedici giocatori (tra cui il quarterback titolare) hanno onorato il campo fino alla fine riuscendo anche a segnare venti punti ad una squadra che ne aveva subiti 29 in quattro partite. Cinque vittorie consecutive non si vedevano a Torino da una decina d’anni, e anche prima non è un fatto che si sia mai verificato co frequenza, per cui questi Giaguari stanno inanellando prestazioni sempre più convincenti man mano che la stagione procede verso i playoff. La cosa fondamentale, e ciò su cui coach Harper ed il suo staff saranno chiamati a lavorare più ancora che sulla tattica o sulla tecnica sarà proprio la tenuta mentale di una squadra che sta avendo vita relativamente facile in stagione regolare ma che, nel momento in cui il gioco si farà duro, avrà bisogno di non perdere quella concentrazione che nelle ultime partite sta diventando una caratteristica importante e fondamentale della squadra. La partita è iniziata subito in discesa quando Ghio ha preso il primo pallone dell’incontro dalle mani di Dalmasso e lo ha trasformato in un touchdown da 23 yard, mettendo subito in chiaro che per Sarzana sarebbe stata una lunghissima giornata. Seck raddoppiava nel primo quarto con una serpentina delle sue dopo aver ricevuto un passaggio di Dalmasso: 38 yard e 14-0. Nel secondo quarto i Giaguari mandavano ancora in end zone Serra, con un passaggio da 25 yard, e Tenconi correva per mezzo campo segnando il 28-0 con una corsa da 50 yard. A quel punto i Red Jackets mettevano il naso fuori dalla tana e Costantini trovava Gregorini per un touchdown pass da 25 yard che sfruttava un buco difensivo dei Giaguari. Tempo zero ed arrivava la risposta dei Giaguari con un altro touchdown da 50 yard. Questa volta era Morelli, subentrato a Dalmasso, che mandava a segnare Salsa, e prima dell’intervallo la difesa metteva a segno una safety forzando un fumble vicino alla goal line avversaria, con la palla che veniva recuperata dai Red Jackets nella propria end zone. I Giaguari aprivano il secondo tempo con un touchdown pass da 32 yard di Dalmasso per Serra, poi, visto il largo vantaggio, iniziavano a far girare le seconde e terze linee, e Sarzana ne approfittava per diminuire un po’ lo scarto con un altro touchdown pass di Costantini, che stavolta trovava libero Rugani. Serra faceva la sua personale tripletta prima della fine del terzo periodo ricevendo un touchdown pass da Morelli per 15 yard, ed al posto dell’infallibile Caprioglio (giunto oggi a 25/25 sulle trasformazioni) toccava al rookie Sibona Tacco trasformare su calcio. Nell’ultimo quarto andavano a segno ancora i Red Jackets con una corsa da 8 yard di Bassani, ma non avevano nemmeno il tempo di festeggiare che Licari prendeva l’hand off da Morelli e si involava in touchdown dopo una corsa da 77 yard fissando il punteggio sul definitivo 57-20. Grande soddisfazione, dunque, per la quinta vittoria consecutiva, e testa al derby che, domenica prossima, chiuderà la stagione regolare, in attesa di sapere quale sarà l’avversaria che arriverà al Nebiolo il prossimo 27 giugno per i quarti di finale.
LE PAROLE DEI COACH
Stefano Scarpitti (Offensive Assistant)
Abbiamo gestito bene la partita sin dall’inizio con il nostro ritmo e siamo riusciti a ruotare quasi tutti i giocatori, e questo è il nostro successo di giornata oltre al risultato ed alle statistiche. Siamo stati molto bilanciati tra lanci e corse, anche se ci sono stati dei big play su lancio che richiamano l’attenzione, ma i runningback hanno corso molto e bene. Siamo molto contenti anche della linea d’attacco, hanno lavorato molto bene. Hanno installato molte cose nuove questa settimana ed hanno funzionato tutte, quindi direi che è andato tutto perfettamente. Oggi abbiamo avvicendato i due quarterback più del solito, perché ci tenevamo a dare spazio ad Andrea Morelli che si sta allenando con grande serietà e si sta impegnando molto e nelle scorse partite è stato un poì’ “vittima” della mercy rule. Oggi, anche se siamo entrati ed usciti dalla mercy rule, è entrato prima, ha avuto modo di farsi vedere di più e siamo molto contenti anche dei suoi risultati. Stiamo lavorando pensando ai playoff, anche perché ormai è nostro dovere, visto che siamo matematicamente dentro, ed il nostro obiettivo stagionale è quello di andare il più avanti possibile. La vittoria dei Bengals ha cambiato un po’ la classifica in quel girone, ma abbiamo già iniziato dalla settimana scorsa a guardare i possibili avversari e stiamo facendo parecchio scouting, quindi non saremo sorpresi da nessuno.
Franz Gerbino (Defensive assistant)
Partita positiva in generale, per quanto riguarda la difesa leggermente sotto tono. Abbiamo forse preso un po’ sottogamba alcuni aspetti ed abbiamo lasciato un po’ da parte quello spirito un po’ più aggressivo che avevamo visto nelle prime tre partite. Però tutto sommato è andata bene. Abbiamo fatto ruotare molto i giocatori, non è una scusa perché non ci deve essere differenza, ma abbiamo mischiato molto il primo gruppo dei titolari con il secondo gruppo. I venti punti subiti preoccupano fino ad un certo punto. Certo, volevamo mantenere una certa imbattibilità, anche per il morale, ma loro sono stati bravi a colpirci nei punti deboli, ma noi avevamo l’esigenza di far giocare tutti, perché l’esperienza che un giocatore fa in partita non è paragonabile a quella degli allenamenti. Abbiamo chiaramente già iniziato a studiare gli avversari per i playoff. Nel mirino ci sono i vincitori dei gironi, che sono ottime squadre, ma passo dopo passo arriveremo anche a loro. Adesso abbiamo ancora i Reapers domenica prossima e poi il primo turno di playoff.
Foto e Notizie: Ufficio Stampa Giaguari Torino
Foto Massimo Foglio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here