Giaguari Torino, verso il derby con i Reapers

Non è un mistero che la rivalità tra Giaguari e Reapers sia piuttosto marcata, sebbene questo sia il primo incontro ufficiale tra le due franchigie, essendo i Reapers una “nuova affiliata”.

Due settimane per preparare una partita possono essere tante, ma quando questa partita è un derby molto sentito da ambo le parti, potrebbero persino essere troppe. Non è un mistero, infatti, che la rivalità tra Giaguari e Reapers sia piuttosto marcata, sebbene questo sia il primo incontro ufficiale tra le due franchigie, essendo i Reapers una “nuova affiliata”.
Nuova squadra composta, però, da personaggi ben conosciuti, in quanto la squadra proviene dalla fusione di due realtà consolidate del football piemontese, i Mastini Canavese e quei Razorbacks Piemonte che erano a loro volta i prosecutori, in qualche maniera, dei Blacks Rivoli e dei BackBills Cavallermaggiore, questi ultimi campioni di Seconda Divisione nel 2017 a Vicenza contro gli Hogs Reggio Emilia. Una squadra che vede militare tra le proprie fila, quindi, molti giocatori che hanno vestito anche il giallonero dei Giaguari, primo tra tutti Coach Riccardo Merola, che in casa Giaguari ha costruito gran parte della propria carriera da allenatore. Non mancano quindi i temi per una sana rivalità, che speriamo possa dare luogo ad una partita piacevole e ben giocata da ambo le parti, a cui quel “pepe” in più dato dalla tensione sportiva possa dare lo spunto per un grande spettacolo. Ancora vietata la presenza del pubblico sugli spalti, per cui ci si dovrà accontentare di vedere la partita in streaming grazie al servizio della squadra di casa, i Reapers, che hanno fatto un lavoro eccellente in occasione della prima partita di campionato. Venendo al lato tecnico, sicuramente Coach Merola conosce in maniera abbastanza approfondita pregi e difetti dei giocatori torinesi, ed avrà preparato la partita con la meticolosità che lo contraddistingue, escogitando sicuramente qualche schema particolare per cercare di frenare l’esuberanza di un attacco che, dopo i tentennamenti contro i Pirates alla prima giornata, ha dato carburante a tutti i propri cilindri offrendo una prestazione quasi perfetta sia sul gioco di corsa che in quello di passaggio. Sarà interessante vedere cosa avrà preparato coach Harper in queste due settimane di intenso lavoro per sorprendere gli avversari. Stesso discorso invertendo il possesso di palla. La difesa dei Giaguari, condotta da Volpi e Michitti, ha passato due settimane a sezionare l’attacco dei Reapers ed a studiare tutte le contromosse necessarie per neutralizzare Matteo Zucco, sia che giochi quarterback sia che esca a ricevere come capitato a Savona 15 giorni fa, mentre siamo altrettanto sicuri che Coach Alessandro Brena, dal canto suo, avrà preparato per i suoi Reapers un game plan su misura per cercare di sfruttare i punti deboli della difesa giallonera. La solita partita di scacchi, dunque, tra due Grandi Maestri che si conoscono alla perfezione e che cercheranno di ricorrere a tutte le proprie conoscenze tecniche per cercare di sorprendere l’avversario ed aggiudicarsi questa sentitissima sfida. I Giaguari sono favoriti, sulla carta, anche per l’inatteso passo falso che i Reapers hanno registrato contro i Pirates, ma il bello della palla ovale è che non sai mai da che parte rimbalzerà quando toccherà terra e, nonostante l’indubbio favore del pronostico, i Giaguari potrebbero inciampare molto facilmente in questo ostacolo se non sapranno affrontarlo con la giusta determinazione e consapevolezza dei propri mezzi.
Credit foto: Monica Audoglio
Notizie: Ufficio Stampa Giaguari Torino

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here