Hockey Torino Bulls: Zdenek Kudrna nuovo head coach della squadra sabauda

I Torino Bulls hanno annunciato durante la mattinata l’ingaggio del nuovo coach, si tratta di Zdenek Kudrna vecchia conoscenza degli appassionati torinesi.

 

LA SUA CARRIERA DA GIOCATORE – Zdenek Kudrna, 38 anni, si forma hockeisticamente nel club che ha dato i natali a campioni come Jagr e Kaberle: il Kladno. Squadra con cui debutterà poi nella Extraliga ceka.

-E’ l’Auronzo nella stagione 1999-2000 a portarlo in Italia e l’impatto è subito notevole con 36 presenze e 64 punti messi a referto.

-Le stagioni successive sono un successo e lo vedono militare nel Fiemme Cavalese, in Val Gardena, a Caldaro, Torino, Egna e Varese dove deve chiudere la carriera di giocatore a causa di un grave infortunio.

 

ALLENATORE – Dopo essersi diplomato all’Università dello Sport nella Repubblica Ceka, completa i corsi per acquisire le credenziali da allenatore e istruttore.

-Dalla stagione 2008-2009 diventa l’Head Coach del Varese e responsabile del settore giovanile dei Mastini.

-Dopo una serie di stagioni con ottimi risultati eccolo dunque prendere la via del capoluogo sabaudo per una figura di carisma e di carattere che sicuramente piacerà a tutti.

 

DICONO DI LUI – La nomina di Kudrna ha riscosso diversi consensi tra i tifosi storici dell’hockey torinese, a darci testimonianza di ciò è Stefano, 62 anni “Zdenek? Era un missile come giocatore e se mette la stessa grinta che aveva in campo quando allena siamo in buone mani”.

-Marco Pozzi colonna del Valpellice definisce l’ex compagno così “In campo forse uno dei più dotati tecnicamente con cui io abbia avuto la fortuna di giocare… Ottimo finalizzatore, ma soprattutto uomo assit sempre pronto a darti una mano e spiegare come poter fare meglio. Sempre positivo.”

-Non meno positivo il giudizio sul Kudrna allenatore “Come allenatore l’abbiamo avuto solo per un mese e mezzo. Ha fatto sicuramente un ottimo lavoro soprattutto sotto l’aspetto della zona offensiva, spesso Donati e io ci fermavamo con lui a fine allenamento per provare schemi sia di powerplay che in situazione 5-5”

 

LE PRIME PAROLE – Le primissime parole del coach “Sono molto contento di tornare a Torino, mi piace la città,l’entusiasmo che ha la società e la volontà che hanno avuto di puntare su di me”. prosegue dicendo “Ho giocato nel 2006 a Torino, non fu un bel campionato e io per un infortunio non riuscii a giocare tutta la stagione. Un tifoso ha parlato della mia grinta come giocatore? Spero di averla come dice lui in panchina, perchè io voglio trasmetterla ai miei giocatori e alla società.”

-La presentazione dell’allenatore avverrà durante l’assemblea societaria in programma venerdì 10 Maggio presso lo stadio Tazzoli di Torino.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.


VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Italia – Giappone 4 a 1 MondialiHockey Budapest, battuti anche i nipponici

Korea del Sud – Italia 0 a 4 Mondiali Hockey Budapest, gli Azzurri esordiscono con autorità

Italia – Germania 2 a 1 Qualificazioni Olimpiche hockey, Di Casmirro regala la vittoria all’Overtime

 

Alessandro Gazzera