Intervista a Pietro Anastasi, la Coppa Italia, la Champions e il mercato visti dall’ex bomber bianconero

Pietro_Anastasi_-_Juventus_FC_1971-72La Juventus conquista la sua decima Coppa Italia nella finale di Roma, ma nuovi obiettivi attendono ora i bianconeri. Della gara contro la Lazio, ma anche della Champions, del mercato e del Napoli ne parliamo con l’ex attaccante della Juventus Pietro Anastasi

 

PIETRO ANASTASI – Nato a Catania nel 1948 e arrivato in bianconero nel 1968 viene soprannominato il “Pelè Bianco”. Nella Juventus resta fino al 1976 giocando 205 gare e segnando 78 reti.

– Con i bianconeri vince 3 scudetti nelle stagioni 1971-1972, 1972-1973 e 1974-1975. E’ stato il Capocannoniere della Coppa delle Fiere nella stagione 1970-1971 e ha vinto con la Nazionale l’Europeo del 1968.

 

Partiamo subito dalla finale di Coppa Italia: La Juventus ha vinto la decima con il gol dell’uomo che forse nessuno si aspettava

Beh sicuramente è stata una partita vinta con un po’ di fortuna, soprattutto per come si è evoluta e per quei due pali presi dal giocatore della Lazio. Quando una palla così non entra è decisamente un segno del destino…

Comunque è stata una bella gara, ha vinto una Juventus fortunata, ma che nel complesso non ha giocato una bella gara. Però, come sappiamo, il calcio è fatto di episodi che decidono le situazioni… Da juventino dico che la sorte ci ha voluto bene e aiutato.

 

Si aspettava una Lazio così arrembante? Si può dire che sia stata l’unica, almeno in Italia, a mettere in difficoltà questa Juve

Beh la Lazio non sorprende solo per la partita di ieri… E’ stata la sorpresa di questo campionato e ha sicuramente una rosa con tanti buoni giocatori.

L’aver messo in difficoltà la Juventus rende, secondo me, ancora più “gloria” a questa Coppa vinta dai bianconeri.

 

Quanto può aiutare arriva in finale di Champions League con una Coppa Italia vinta tra forza e fortuna?

Speriamo sia un destino. Parlano tutti di triplete… La doppietta è stata raggiunta, ma ora certamente non sarà facile. Se uno sportivo che non segue il calcio scommette sulla Champions lo fa sul Barcellona, ma il calcio è bello per gli imprevisti.. Abbiamo visto la Juventus perdere a Parma e ci sta che anche i catalani possano perdere in Germania.

 

Se potesse togliere un giocatore al Barcellona… Chi sceglierebbe?

Messi, lui può stare 89 minuti senza toccare palla, ma quel minuto… Oggi è il giocatore più forte del mondo ed è veramente determinante per la sua squadra.

 

Parliamo di mercato: La convince l’acquisto di Dybala? Arriva nel momento giusto alla Juventus?

Mah io penso di sì… Io sono arrivato alla Juventus a 20 anni. La classe e la techica ci sono, la testa mi pare ci sia. Certo giocare nella Juventus è diverso rispetto al Palermo, ma se i colpi ci sono… Io sono molto fiducioso perché credo che sposerà l’ambiente.

La spogliatoio bianconero poi è come una famiglia, i vecchi dello spogliatoio sicuramente faranno il ragazzo e tutti i nuovi a casa.

 

Si avvicina Juventus-Napoli ed è una sfida che mostra i due volti del calcio italiano. Da una parte la squadra che ha vinto tutto in Italia e dall’altra una sorta di eterna incompiuta… Secondo lei, cosa serve al Napoli per poter lottare con i bianconeri?

Serve la mentalità… Il Napoli ha fatto un buon campionato, ma non ha mai tirato su la testa nei momenti decisivi, ha perso delle partite impensabili. Serve qualche giocatore di qualità in difesa perché il reparto non mi sembra all’altezza per lottare con i bianconeri.

Principalmente serve però la mentalità: lottare su ogni palloni, avere l’umiltà di combattere sempre e non montarsi mai la testa.

 

Se lei fosse Marotta…. Su chi punterebbe?

Dybala l’hanno ormai preso… Cavani sicuramente mi soddisferebbe come juventino… E’ un grande giocatore e i gol li segna.

 

Un bomber alla Anastasi insomma…

No beh (ride)… Non è bello fare paragoni però, sicuramente, chi è abituato a fare gol li farà sempre

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

Alessandro Gazzera

Foto: wikimedia.org