Intervista a Sergio Pérez Force India, il pilota racconta lo storico podio a Montecarlo

GetPreview (1)Uno dei maggiori talenti nel mondo della Formula 1 è sicuramente il pilota messicano Sergio “Checo” Pérez. Classe 1990, ha stupito tutti con il bellissimo terzo posto di domenica scorsa a Montecarlo. Proprio di quello storico risultato e delle prospettive per la sua carriera in Formula 1 ha raccontato a CronacaTorino.
Buongiorno Sergio e complimenti per il podio a Montecarlo, raccontaci le tue emozioni dopo questa gara
E’ qualcosa di bellissimo, soprattutto dopo la sfortuna che abbiamo avuto nelle prime gare. Essere sul podio in un posto come Monaco ed essere quindi in grado di conquistare qualcosa di così così importante è qualcosa che ci ripaga per tutto il duro lavoro che abbiamo fatto dallo scorso inverno.
Cosa ti aspetti dal resto della stagione?
Le prime gare sono state davvero imprevedibili, ma abbiamo capito che possiamo dare battaglia ai nostri avversari. Ci sono quattro o cinque squadre che possono fare degli ottimi risultati e ci sarà una bella lotta se uno vuole essere il migliore. Abbiamo dimostrato che possiamo ottenere risultati importanti, ma soprattutto la macchina sta facendo bene il suo lavoro… Dobbiamo cogliere tutte le opportunità ora per cercare di fare risultato come domenica.
Parliamo della vettura, come trovi questa Force India?
Non vi è alcun dubbio che la VJM09 sia una buona macchina. Nelle prime gare, in diverse circostanze, non ha mostrato il suo vero ritmo, ma con gli aggiornamenti che abbiamo portato a Barcellona abbiamo fatto un buon passo in avanti. Ci sono un paio di altri pezzi interessanti in cantiere e quindi penso che possiamo rimanere competitivi.
Domanda difficile: Che differenze hai trovato tra McLaren e Force India?
Non credo si possa paragonare due team così profondamente diversi. A livello personale posso dirti che sono molto felice qui alla Force India: è una squadra ottima fatta da persone che hanno grande passione per questo sport. Loro mi hanno dato una grandissima fiducia e io voglio ripagarli con i risultati.
Parlando di te, un sogno nel cassetto?
Vincere il mondiale… Anche se devo dire che non è un sogno tanto segreto.
Progetti per il futuro?
Mi sto concentrando sulla mia carriera in F1. Sono qui ormai da sei stagioni, ma sono ancora giovane e affamato di successo. Sento di avere ancora molto da fare.
Il giornale è italiano, vuoi lasciare un messaggio ai tuoi lettori?
Uno dei miei ricordi più belli in Formula 1 è il Gran Premio d’Italia dove ho centrato il podio. E’ sempre bello correre nel vostro paese, la passione della folla mi ricorda il Messico! Spero di vedervi tutti a Monza.
Foto: media.forceindiaf1.com
Si ringrazia per l’opportunità Will Hings e l’Ufficio Stampa Sahara Force India.