La Juventus a Zagabria a caccia della prima vittoria stagionale in Champions

Il gap tecnico è elevato rispetto ad altre compagini che lottano per la salvezza, ma con grinta e carattere si può gettare il cuore oltre l’ostacolo e regalarsi soddisfazioni

JuventusCome era prevedibile, non è stata assolutamente una passeggiata quella al “Renzo Barbera” della Juventus. Contro il Palermo, nell’anticipo del sabato pomeriggio, la squadra di Max Allegri ne ha dovute sudare parecchie delle cosiddette sette camicie per aver ragione dei rosanero che, nonostante il ko interno, sono usciti tra gli applausi del pubblico di casa. L’opera di ricostruzione di De Zerbi sta cominciando a dare i suoi frutti. Il gap tecnico è sicuramente elevato rispetto ad altre compagini che lottano per la salvezza, ma con grinta e carattere si può gettare il cuore oltre l’ostacolo e regalarsi soddisfazioni.

Tornando al match, pur confermando il 2 secco della previsione dei quotisti di Bet365 Italia, i bianconeri hanno trovato il colpo di biliardo da tre punti quasi per caso, dopo che il muro eretto dal mister ex Foggia, aveva respinto con successo ogni affondo di Higuain e compagni. Con Paulo Dybala in panchina, che è stato comunque acclamato dagli ultrà siciliani, ci ha pensato allora Dani Alves a sbloccare il match, fino a quel momento molto equilibrato, con un tiro senza pretese dalla distanza, che ha però trovato la deviazione sfortunata di Goldaniga, che ha bucato l’estremo difensore siciliano, cambiando letteralmente traiettoria alla palla e, di conseguenza, anche la storia della partita.

Insomma, per i Campioni d’Italia, apparsi stanchi e un po’ in riserva d’ossigeno, un viatico non proprio favorevole in vista dell’impegno Champions a Zagabria contro la Dinamo. Compagine croata habitué del salotto buono del massimo torneo continentale, ma risultati alla mano senza regalarsi mai una gioia degna di nota. Anzi, per gli esperti di scommesse di Bet365 Italia è sicuro una gara da Over 2.5, considerando il potenziale d’attacco dei bianconeri e la difesa allegra e per niente solida dai balcanici. Una puntatina su un risultato secco, pure non sarebbe male, così per aumentare chance di poste in palio. In definitiva, la Dinamo può apparire come la solita comparsa del girone, la squadra contro la quale, in teoria, è facile portar via i tre punti.

Potrebbe anche essere così, ma non ovviamente per la truppa bianconera, che tiene alta l’asticella dell’attenzione e non vuole assolutamente concedersi cali di concentrazione. In terra croata c’è da fare risultato, per riprendere il passo in Coppa, dopo il pareggio allo Stadium a reti bianche contro il Siviglia nella prima giornata. A Zagabria ritroverà parenti e amici anche il gioiellino Pjaca, desiderio di mercato per molte squadre italiane nell’ultima sessione di mercato, ma che poi ha scelto la Juve per affermarsi in campo europeo, dopo le ottime prestazioni con la maglia della propria Nazionale a Francia 2016.