La Paffoni Fulgor Omegna cade ad Empoli in volata

Dobbiamo ripartire dal terzo e quarto quarto- le parole a fine gara di coach Salvemini-nel corso dei quali abbiamo fatto le cose con la giusta determinazione e fiducia

Empoli amara per la Paffoni. Per 25’ al PalaSammontana va in scena la fotocopia delle brutte prestazioni di Palermo ed Alba, con i rossoverdi che sprofondano a meno venti e sembrano un pugile suonato incapace di reagire ai colpi avversari, in particolare alla pioggia di triple. Ma a differenza delle precedenti trasferte, Omegna barcolla ma non molla, dando finalmente segnali di reazione. Cambia l’approccio difensivo, in attacco Chiera diventa un fattore e la Fulgor riesce a riaprire tutto. Al 30’ Arrigoni e compagni sono sotto di 11, ma è nell’ultimo quarto che la rimonta diventa non solo possibile, ma realistica. Una prima volta la Paffoni arriva a meno 2, prima di una super schiacciata di Gaye e due liberi dello stesso giocatore di colore che la ricacciano indietro. Chiera e Arrigoni con un piazzato firmano il nuovo meno due e, a novanta secondi dalla fine, la Paffoni manca la tripla del sorpasso. Sul fronte opposto dall’arco colpisce Giannini, cui risponde Chiera, ma nel finale è Raffaelli a prendersi la scena ed a regalare ai suoi il preziosissimo referto rosa. “ Dobbiamo ripartire dal terzo e quarto quarto- le parole a fine gara di coach Salvemini-nel corso dei quali abbiamo fatto le cose con la giusta determinazione e fiducia. Sappiamo come e dove dobbiamo lavorare e lo faremo come sempre in palestra”
Foto e Notizie: Ufficio Stampa Paffoni Fulgor Omegna

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here