Lions Bergamo – Giaguari Torino 23 a 28 Football Americano, seconda vittoria torinese

Il finale è 28-23 per i Giaguari.

giaguariSe è vero che un indizio non fa una prova, forse due sì.
I Giaguari Torino tornano dalla trasferta di Bergamo con una vittoria fondamentale per la loro stagione, anche se siamo solo all’inizio.
Se infatti la vittoria contro i Seamen Milano di sabato scorso aveva lasciato qualche dubbio tra gli addetti ai lavori sul reale valore degli uomini di coach Merola, dal momento che arrivò contro una squadra che fece a meno del suo quarterback americano per un tempo, quella di ieri contro i Lions Bergamo non può lasciare alcun dubbio, anche e soprattutto per come è arrivata.
Si, perché la serata è iniziata come un film horror per i Giaguari, che si sono trovati sotto per 17-0 alla fine un primo quarto in cui l’attacco non è stato in grado di produrre alcunché, Arduino ha subìto il primo intercetto stagionale e Scaramuzza ha commesso un fumble su un kick off return. Sono così arrivati per i Lions i touchdown di Vecchi e Gregorio su passaggio di Moore intervallati da un field goal di Marone.
La partita sembrava aver preso una piega ben definita in favore dei padroni di casa, ma i torinesi hanno avuto il merito di non arrendersi e di continuare a provare gli schemi preparati, sia in attacco che in difesa.
Così, all’inizio del secondo quarto, è arrivata finalmente anche la prima segnatura dei piemontesi, concretizzatasi con una corsa di Cotrone da due yards al termime di un drive finalmente efficace. La difesa da par suo riesce a trovare le contromisure agli orobici, frenandone gli impeti offensivi.
Così sono ancora i giallo neri ad andare sul tabellone prima dell’half time, con un lancio di Arduino per Mella da 12 yards: buono l’extra point dello stesso ricevitore e squadre al riposo sul 17-14 per i Lions.
Il terzo quarto inizia in maniera caotica, con i Giaguari che non sfruttano l’occasione di partire per primi palla in mano e i Lions che combinano un pasticcio, con Little Jr che perde il possesso della palla sul punt seguente.
I Giaguari hanno la possibilità di andare in vantaggio, partendogià sulle 12 dei Lions, ma non la sfruttano.
L’appuntamento con il sorpasso è però solo rimandato, perché la difesa ha ormai capito come contenere Moore e compagni, e l’attacco non perde la seconda occasione: è di nuovo Mella a segnare, ancora su passaggio di Arduino, alla fine del terzo quarto.
I Lions si vedono sfuggire una partita che sembrava già vinta, e cercano di rimettere avanti la testa, in maniera però confusionaria: arriva così l’intercetto di Torrente su Moore, che riconsegna l’ovale al proprio attacco.
Inizialmente i Giaguari non riescono a trovare il colpo del KO, ma nel drive successivo dei Lions arriva il secondo intercetto della serata, questa volta messo a segno da Rossi.
L’attacco ringrazia, e al secondo tentativo non sbaglia: touchdown di Arduino su corsa e allungo decisivo sul 28-17.
Manca davvero poco alla fine, i Giaguari aspettano i Lions sul profondo e concedono qualcosa, fino ad arrivare al touchdown di Moore, su corsa, che ridimensiona il punteggio, ma non la sostanza. Il finale è 28-23 per i Giaguari.
I torinesi si godono così almeno per una settimana il primato nel Girone Nord, e acquisiscono ulteriore fiducia: grande soprattutto il merito di non mollare in una partita che sembrava segnata fin dall’inizio: “crederci sempre nel football paga”, queste erano state le parole del Presidente Cecchi dopo la partita contro i Seamen.
I Giaguari ci hanno creduto e il campo ha dato loro ragione.
Settimana prossima i torinesi saranno ancora in trasferta, questa volta a Milano contro i Rhinos, un’altra delle squadre favorite al titolo finale: una cosa è certa: comunque vada, i Giaguari ci crederanno!
Foto e notizie: Ufficio Stampa Giaguari Torino