Mondiali Giovani Biathlon, dodicesimo Stefano Canavese nella pursuit di Lenzerheide; 34esimo Matteo Vegezzi Bossi

Si è concluso con una prestazione molto positiva il Mondiale Giovani di Stefano Canavese

Si è concluso con una prestazione molto positiva il Mondiale Giovani di Stefano Canavese. Il biatleta del Centro Sportivo Esercito, classe 2001, è stato protagonista di una bella rimonta nell’inseguimento di Lenzerheide, nell’ultima giornata del Mondiale Juniores e Giovani di biathlon. Canavese, partito 34° dopo la sprint di venerdì scorso, nella quale aveva fatto una prestazione al di sotto delle sue possibilità, è riuscito a recuperare tantissime posizioni, grazie a un’ottima prova al poligono, chiusa con un solo errore, arrivato nell’ultima serie in piedi, risalendo così fino alla dodicesima posizione. La vittoria è andata al norvegese Martin Nevland, grande protagonista di questo Mondiale, davanti al ceco Manek e lo sloveno Planko. Canavese, autore della terza prestazione di giornata, ha terminato la gara a 1’55”3.
34esima posizione finale per l’altro piemontese in gara, Matteo Vegezzi Bossi, partito dalla 31esima piazza della sprint. L’atleta tesserato da aggregato per le Fiamme Gialle ha commesso quattro errori al tiro, tre nelle due serie in piedi, concludendo a 4’06”8 dalla testa. Per lui anche una penalità di 30” per aver anticipato la partenza, altrimenti avrebbe chiuso 27°.

In allegato: Foto di Stefano Canavese
Notizie: Ufficio Stampa FISI AOC

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here