Novara ricorda Arpad Weisz, una targa alla memoria del celebre allenatore ebreo

La società piemontese ha deciso di omaggiare lunedì l’allenatore scomparso nell’inferno di Auschwitz.

.

CHI E’ WEISZ – L’allenatore  ebreo ungherese è stato a cavallo tra il 1926 e il 1938 uno degli innovatori del calcio moderno.

– Ha allenato il Novara nella stagione 1934-35, prima dei successi col Bologna e dopo essere passato per Inter, Bari e Alessandria.

– Un genio che dovette scappare nel 1938 per la promulgazione delle leggi razziali e che fu deportato ad Auschwitz dove trovò la morte nel 1944.

.

IL DOVERE DELLA MEMORIA – Dopo Bologna anche Novara ricorda una delle figure importanti della storia del calcio italiano.

– Un modo anche di far pace dopo le tante polemiche legate all’acquisto del greco Katidis, ma anche una targa grazie a cui i giovani tifosi del Novara sapranno sempre chi era Arpad Weisz.

.

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Georgos Katidis è del Novara, dal saluto romano all’Italia: saprà dimostrare quanto vale?

Di Redazione