Novipiù Junior Casale Monferrato, successo importante

Finisce 83-75 l’ultimo impegno internazionale dei ragazzi di coach Ferrari, che sabato 28 affronteranno nell’ultima uscita di prestazione l’Assigeco Piacenza in terra emiliana

La Novipiù studia l’avversario ed affonda il colpo del KO nel quarto quarto: la grande organizzazione e precisione al tiro da parte dei coreani nulla può contro una Junior capace di leggere la partita e trovare le giuste contromisure in corso d’opera. Finisce 83-75 l’ultimo impegno internazionale dei ragazzi di coach Ferrari, che sabato 28 affronteranno nell’ultima uscita di prestazione l’Assigeco Piacenza in terra emiliana.
LA PARTITA – Stanti le assenze di Valentini e Denegri, i cui tempi di recupero sono stati definiti nel corso della settimana, coach Ferrari decide di puntare sul quintetto composto da Simone Tomasini, Alessandro Sirchia, Chris Roberts, Niccolò Martinoni e DeShawn Sims. È un avvio molto concentrato quello dei coreani che, con la precisione dall’arco e la schiacciata di Landry del 2-8, costringono coach Mattia Ferrari a fermare immediatamente le operazioni con un timeout chiarificatore. Gli Orions mantengono tuttavia alta l’intensità ed allungano fino al 4-13 a metà primo quarto, prima che la Novipiù trovi il modo di riavvicinarsi nel punteggio con l’appoggio sulla sirena di capitan Martinoni.
Nel secondo quarto si vede una nuova Casale, in grado di restare a contatto nel punteggio nonostante continui la grande precisione al tiro dei coreani e la solita pressione difensiva, vera e propria costante della serata. Chris Roberts mette il punto esclamativo con la schiacciata del 40-44, Martinoni realizza la tripla allo scadere che vale il nuovo -4: sembra ormai cambiata la musica, eppure al rientro dagli spogliatoi gli Orions riprendono a macinare la loro pallacanestro del primo tempo, toccano a più riprese il +9 ed arrivano a fine terza frazione con ancora un tesoretto di cinque lunghezze di vantaggio.
Alla lunga le energie dei coreani calano, mentre la Novipiù, galvanizzata da una costante precisione dal campo (54% totale al tiro), mette la freccia prima del trentacinquesimo minuto, per allungare fino all’83-75 finale.
LE CHIAVI DELL’INCONTRO – La precisione al tiro dei coreani. Con un primo tempo chiuso con il 55% da tre punti, gli Orions mantengono saldo il vantaggio toccando a più riprese il +9.
La continuità. Casale non si lascia intimorire dal gioco coreano, prende le misure e mantiene costante il proprio fatturato, riuscendo così a mettere la freccia nel quarto quarto, quando calano le energie degli Orions.
Rimbalzi: 39-30 il dato in favore di una Novipiù che, dunque, cattura il 57% dei rimbalzi disponibili nella partita. Buono in questo senso il lavoro di Tomasini (8 rimbalzi catturati), di Martinoni (7) e del duo Sims-Camara (6 a testa).
Seconde opportunità. Se stenta a rimbalzo difensivo, dove Goyang eccelle è a rimbalzo offensivo: ben 12 catturati, che permettono tanti secondi possessi
Scelte difensive: gli Orions da subito mettono in chiaro il proprio credo. Pressione alta, raddoppi sistematici e ricerca immediata della transizione offensiva. Una pallacanestro altamente dispendiosa, ma che ha per larghissimi tratti dato i propri frutti.
Novipiù Casale Monferrato – Goyang Orions 83-75 (16-20, 43-47, 62-67)
Casale: Cappelletti 5 (1/1, 1/1), Tomasini 12 (3/4, 1/5, 3/4 TL), Da Campo NE, Cesana 5 (1/2, 1/3), Sirchia, Battistini 4 (2/4, 0/1 TL), Martinoni 11 (2/2, 2/4, 1/1 TL), Giombini NE, Sims 10 (3/7, 1/4, 1/1 TL), Galluzzi 6 (0/1, 2/3), Roberts 24 (3/5, 6/9), Camara 6 (2/2, 2/2 TL). All. Ferrari
Goyang: Howard 12 (2/3, 2/5, 2/3 TL), Geo-nju, Jong-II 6 (2/2 da tre), Hyum Min (0/1), Il-Young 11 (3/5, 1/7, 2/2 TL), Landry 13 (2/7, 1/7), Tae Bin 3 (1/1 da tre), Kang-Sun 3 (0/1, 1/3), Jin-Soo 6 (1/2, 1/3, 1/1 TL), Seong-Hyun 11 (4/8, 1/4), Sang-Oh 7 (2/7, 1/2), Jun-Hoo 3 (0/1, 1/2).
Chris Roberts (Giocatore Novipiù Junior Casale Monferrato): “È stata una partita stimolante, loro hanno giocato con grande intensità ed energia. Non avevamo all’inizio la stessa intensità, ma l’abbiamo capito verso la fine della partita. Il coach aveva detto che sarebbe stata dura, abbiamo fatto aggiustamenti per essere allo stesso tempo fisici ed intelligenti. I miei punti? Non mi interessano, conta solo esserci per la squadra, quelli sono loro una parte del gioco”.
Andrea Fabrizi (Allenatore Novipiù Junior Casale Monferrato): “Sapevamo che avrebbero giocato molto intensamente, mettendoci le mani addosso e con una gran percentuale da tre punti. Sono una squadra organizzata, con idee particolari: ci siamo adattati in partita ed abbiamo trovato le contromisure alle loro idee tattiche così diverse da ciò a cui siamo abituati. Una parola per Cappelletti e Galluzzi, bravi oggi ad essere efficaci anche in attacco. Sono molto contento, hanno fatto vedere che il lavoro che stiamo facendo sta dando i suoi frutti”.
Foto e Notizie: Ufficio Stampa Novipiù Junior Casale Monferrato

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here