Nuova Dacia Sandero Stepway, la prova su strada

Quando ci si avvicina all’acquisto di un’automobile, ci si lascia sedurre anche da quanto la vettura ci rappresenterà, dirà qualcosa di noi e metterà in evidenza i tratti del nostro carattere, sovrapponendoli alla linea dell’automobile stessa

 

LA PERSONALITA’ – Non è insolito, negli spot pubblicitari dell’automotive, imbattersi in aggettivi come forte, decisa, appassionata o bizzarra, creati per conferire personalità alle forme e guidarle il più possibile verso il gusto e lo stile del futuro proprietario.

– L’aggettivo che scegliamo noi per la nuova Dacia Sandero Stepway è “adulta”.

– Le linee della Dacia, infatti, si sono allineate ai design di standard elevati, i motori sono al top per tecnologia e consumi, gli allestimenti sono pratici.

 

LA TECNOLOGIA – Sedendosi in auto ci si sente subito a proprio agio, poiché la vettura è stata ideata in nome della praticità: tutto, facile, subito.

– I comandi al volante per il cruise control e la radio aiutano a non distrarsi durante la guida.

– Il sistema di navigazione touch, integrato nel cruscotto, è veloce e pratico: le icone rendono intuitive tutti le azioni, mentre il sistema Bluetooth®  connette il nostro telefono in soli 2 passaggi.

 

IL MOTORE – La versione provata monta un propulsore 1,5 litri DCI 90 cv con funzione ECO per la riduzione di emissioni e consumi. Non mancano però altre motorizzazioni pensate per accontentare tutti i gusti.

 

DACIA SANDERO STEPWAY, LE IMPRESSIONI – L’automobile  che abbiamo ricevuto in prova dalla concessionaria Renord Milano ha una nuova linea, il frontale sportivo con inserti cromati la rendono elegante e distinta, le forme scolpite creano un insieme piacevole e bilanciato.

– Gli interni sono ampi, i sedili sono comodi: il posto guida del conducente è personalizzabile manualmente in qualsiasi posizione, il volante è regolabile in altezza. Buoni i materiali di costruzione e l’impressione di solidità passa il test.

– Tra accessori di serie si annoverano: aria condizionata, alza-cristalli elettrici, impianto radio con funzione Bluetooth®, navigatore satellitare con schermo da 7 pollici, servosterzo, tasto ECO per contenere i consumi, cruise control, retrovisori elettrici, vano bagagli rivestito.

 

LA PROVA SU STRADA – Giriamo la chiave nel cilindretto: si parte.

– Il motore si avvia morbido, poco rumoroso ai bassi regimi. L’altezza della posizione di guida trasmette una sensazione di sicurezza notevole, buona la visibilità nelle manovre.

– L’auto è pensata per avere un’anima a tutto tondo con una declinazione ai percorsi da fuori strada leggeri.

 

LE IMPRESSIONI DI GUIDA – Il Motore da 1,5 litri con 90 cavalli è adeguato al peso della vettura, gli innesti del cambio sono precisi, la guidabilità nel traffico è agile. Nei cambi di corsia non si avverte la sensazione di un’auto lunga e ingombrante.

– Nella guida extraurbana i cavalli per i sorpassi ci sono sempre e le manovre si completano in poco tempo, superando i mezzi pesanti; i colpi di vento laterali sono molto contenuti.

– La Sandero si muove bene in città e fuori, ma la nostra voglia di provarla sugli sterrati ci ha convinti anche nel fuori-porta, all’insegna del tempo libero 

 

UNO STILE DIVENTATO CULT – Negli ultimi anni la strada delle auto per il tempo libero è già stata percorsa da svariati produttori. Tuttavia, la Dacia Sandero s’inserisce bene nel segmento, rinnovando le linee e ridisegnandone gli spazi. Si sente il buon lavoro fatto da Renault – Nissan nel voler mettere a disposizione a prezzi competitivi una vettura alla quale non manca nulla.

– Il consumo segnato dal computer di bordo evidenzia che per coprire 100 km bastano 3,8 litri di gasolio e, la nostra prova, è stata effettuata in città, su percorsi extraurbani e leggero fuori strada (arrivare in riva ad un fiume su percorsi piani già tracciati).

– Gli schienali posteriori abbattibili rendono il piano di carico di tutto rispetto.

 

MOLTI CONTENUTI, POCHI FRONZOLI – Dacia è percepita come una vettura a basso prezzo, ma lo sviluppo fatto per aumentarne il gradimento al grande pubblico è ottimo. Buono il compromesso tra costi di produzione e materiali utilizzati. La nuova Dacia Sandero punta alla sostanza proponendosi adesso anche al pubblico dal palato più fine, attento al design e alla praticità, il tutto racchiuso nell’incredibile prezzo di 13.900 euro chiavi in mano.

 

LA SINTESI:

– Che cosa ci è piaciuto: Il design che colloca la vettura in fascia media, gli spazi interni, la praticità.

– Che cosa non ci è piaciuto: La rumorosità alle alte velocità, le plastiche troppo economiche.

 

C.A.