Primo giorno di test in Bahrain per Alpha Tauri

Soddisfatto Pierre Gasly che è già concentrato in modalità qualifiche e gara

primo-giorno-test-bahrain-alpha-tauriNella giornata di ieri si è svolta la prima tornata di test per Alpha Tauri in Bahrain. La squadra italiana lavora pensando alla prima gara della stagione.

Pierre Gasly #10
Tempo: 1:33.902
103 giri – 557.436 km
1° pos.

È bello poter chiudere la giornata in P1. Durante i test ci viene ripetutamente chiesto come vanno le cose, ma penso che dobbiamo concentrarci principalmente sul nostro lavoro e sulle nostre performance, non sui tempi sul giro che, al momento, non hanno molta importanza. Almeno, non l’avranno fino a quando non andremo in pista per le qualifiche della prossima settimana. Naturalmente stare in cima alla classifica è una bella sensazione, ma sappiamo di avere tanto lavoro da fare per migliorare la macchina. Nel complesso, questa è stata una buona giornata. Ci sono tanti aspetti positivi, ma noi piloti ci concentriamo sempre su quelli più negativi, quindi sfrutteremo i prossimi due giorni di test per familiarizzare ancora di più con questa vettura e stare più a nostro agio. Domani lavorerò sodo con gli ingegneri mentre Yuki sarà in pista. Ogni nuovo run ci porta a scoprire qualcosa di nuovo di questa macchina, quindi dobbiamo sfruttare al meglio la sessione e arrivare quanto più preparati possibile alla gara della prossima settimana”.

Jonathan Eddolls (Chief Race Engineer)

Poco più di una settimana fa, a Barcellona, abbiamo raccolto una mole di dati utili e la squadra è stata poi impegnata per analizzarli e produrre contestualmente gli sviluppi in preparazione di questo test finale che precede la gara inaugurale della stagione. Siamo arrivati qui in Bahrain con un fitto programma di prove per continuare a comprendere le caratteristiche della AT03. Le condizioni sono molto diverse da quelle di Barcellona: qui la pista è molto più calda e ventosa e la vettura, stamattina, non era facile da guidare rispetto alle nostre aspettative. Ci è servito un po’ di tempo per sistemare questo aspetto e poi ci siamo concentrati sul lavoro di messa a punto. La giornata è iniziata con il consueto test rake aero, a cui sono seguiti ulteriori test di natura aerodinamica e meccanica. Abbiamo utilizzato poi le mescole più morbide, tra cui la C4 e la C5: anche se sono troppo morbide per un asfalto come questo, è bene poter dare modo ai piloti di fare esperienza con il loro comportamento prima di ritrovarle in un weekend di gara. Abbiamo chiuso la giornata con delle prove di pistop. Abbiamo raccolto alcuni dati molto utili che analizzeremo stasera e i cui risultati definiranno il programma di Yuki, che sarà in pista domani”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here