Prove libere GP Austin Moto GP 2016, volano le Ducati del team Pramac

pirro“Thanks God is Friday!”. Al termine di un venerdì spettacolare sul Circuit of Americas ad Austin, in Texas, Octo Pramac Yakhnich dimentica le fatiche per il lungo viaggio di 70 ore resosi necessario per raggiungere gli States dall’Argentina e può guardare con grande fiducia alle qualifiche del sabato della terza tappa della stagione 2016 di Motogp.
Dopo aver ottenuto il sesto tempo nelle FP1 del mattino confermando di trovarsi a suo agio sul circuito americano, Scott Redding è riuscito a compiere nel pomeriggio un notevole passo in avanti conquistando la quarta posizione a soli 4 millesimi dalla prima fila. Scott ha iniziato la FP2 nel migliore dei modi non riuscendo però a capitalizzare due giri consecutivi velocissimi (sua la top speed di giornata con 342.2) a causa del traffico in pista che lo ha costretto a rallentare. Nell’ultima run, girando da solo, ha sfruttato a pieno la potenza del suo motore desmodromico facendo registrare il gran tempo di 2’04.889 che vale la quarta posizione a 4 millesimi da Vignales e a 1 decimo da Andrea Iannone. 
Anche Michele Pirro inizia con grande soddisfazione il suo secondo week end in sella alla Ducati Desmosedici Gp di Octo Pramac Yakhnich. Il dodicesimo posto ottenuto dal pilota delle Fiamme Oro, esordiente sul Circuit of the Americas, vale moltissimo perché centrato nell’ultimo giro concluso con una parte della tuta strappata all’altezza della tibia destra dopo aver appoggiato la gamba per evitare una scivolata. Pirro ha dimostrato grande coraggio continuando a girare fortissimo ed ha tagliato il traguardo con il tempo di 2’05.597 a 2 decimi dalla Top 10.
REDDING – Abbiamo ripreso da dove abbiamo lasciato in Argentina e questo era il mio obiettivo. Il feeling con la moto è molto buono anche se non mi sono trovato bene con la gomma dura anteriore. Credo che su questo possiamo lavorare. Con le gomme usate invece le cose sono andate bene e questo mi da fiducia per la gara. Domani avremo più opzioni per capire qual è la migliore gomma per la gara. E spero di fare molto bene in qualifica.
PIRRO – Sono contento per come ho girato nella seconda sessione soprattutto perché la mattina ho avuto un problema alla moto che mi ha fatto perdere il ritmo. E questo è un problema visto che sto girando per la prima volta su questa pista. Oggi pomeriggio sono riuscito a tenere un buon passo e a migliorarmi costantemente. Peccato per gli ultimi due giri quando per un problema mi sono ritrovato con la tuta squarciata sulla gamba. Ho dovuto essere un po’ più cauto ma sono contento perché Marquez a parte non sono distante dal gruppo davanti. Domani punto a migliorare per centrare la Q2.
Foto e notizie: Ufficio Stampa Octo Pramac Yakhnich