Rally Ronde del Canavese 2013, Pettenuzzo fa valere la legge del più forte e vince sotto la pioggia

Ieri, nei pressi di Rivarolo Canavaese (TO), si è tenuto l’8° Rally Ronde del Canavese.

 

L’evento motoristico ha richiamato moltissimi appassionati e curiosi che, nonostante la pioggia, hanno gremito i bordi dei 10,640 km di strada dell’unica prova speciale prevista, da ripetersi quattro volte.

 

SE IL BUONGIORNO SI VEDE DAL MATTINO… – Alle 8.56, scatta la prima prova speciale, con gli equipaggi che da subito si battagliano a colpi di tempi. Scorre tutto liscio fino alle 9.38, quando l’equipaggio numero 35 Giovani-Zanni su Clio R3 ha un incidente all’altezza del fine prova. Sebbene si tratti di un incidente “di routine” per questo tipo di competizioni, la gara è fermata per permettere la rimozione del mezzo. Mezz’ora dopo, la prova riparte senza ulteriori problemi. Al termine della prova è l’equipaggio Pettenuzzo-Tirone su Focus WRC a ottenere il primo posto, seguiti da Uzzeni-Nibbio su Impreza WRC e Sala-Florean su Lancer Evo IX R4.

 

SOTTO IL DILUVIO – La seconda prova, cominciata alle 11:36, vede un accrescersi della precipitazione piovosa. Se da una parte lo spettacolo è garantito, dall’altra aumentano i rischi per gli equipaggi. Lo sanno bene gli equipaggi n.33 e n.57, coinvolti in due incidenti praticamente allo stesso punto. Il primo, composto da Beltramo alla guida e Moncalvo alla navigazione, incoccia contro un terrapieno, provocando la rottura della sospensione anteriore destra della loro Clio RS3. Le cause dell’incidente sono da ricondurre esclusivamente all’eccessiva foga dell’equipaggio, coinvolto nella battaglia per la vittoria di classe. Sorte diversa per il secondo equipaggio, coinvolto in un incidente di maggiore gravità: all’altezza di una curva a destra intorno al secondo chilometro, l’auto, condotta da Yvan Papari, sfiora un terrapieno ad alta velocità e si ribalta. Pilota e navigatrice escono illesi, al contrario della loro 106 FN2, distrutta totalmente. Dopo 40 minuti di stop alle partenze, la gara ricomincia normalmente. Al termine della prova, Pettenuzzo mantiene la leadership e allunga sugli inseguitori: il secondo equipaggio, Florean-Sala su lancer EVO R4, è lontano 20 secondi.

 

“VEDE” INSIDIA LE WRC – La terza “PS” parte in ritardo intorno alle 14:30. Infatti, la macchina numero 0 segnala un problema dovuto all’ingombro provocato dalla 106 incidentata di Papari-Marocco, che riparte poco dopo, piazzandosi nella zona sicura. La prova, percorsa in maniera prudente dalla maggior parte degli equipaggi, riserva molte emozioni agli appassionati, più attenti ai passaggi pregevoli che alla presunta spettacolarità degli incidenti. La prova viene vinta da Gianesini – “Fulvione 40” su Peugeot 207 S2000, seguito dalla LAncer EVO IX R4 di Vedelago – Courthoud. Proprio questi ultimi ora insidiano la leadership di Pettenuzzo – Tirone, arrivati terzi nell’ambito della prova.

 

LA BEFFA – Vedelago si prende coraggio e nella quarta prova tenta l’assalto alla Focus WRC. Mentre il resto dei concorrenti si limita a gestire la posizione, cercando i minori rischi possibili sotto il “diluvio universale”, il pilota torinese attacca a pieno gas. Tuttavia, al quarto intermedio l’equipaggio è costretto al ritiro, vanificando così ogni probabilità di vittoria.

 

Così, l’equipaggio Pettenuzzo-Tirone vince di rigore il Ronde del Canavese, precedendo Gianesini – “Fulvione 40” su 207 S2000, vincitori delle ultime due PS, distanti 16 secondi. Terzo posto per Uzzeni – Nibbio su Impreza WRC e distanti circa 37 secondi. Buon exploit di Ripoli – Bruna, capaci di portare al decimo posto una non più giovanissima 106 FA6. Di seguito, i vincitori assoluti e di classe.

 

– PRIME DIECI POSIZIONI ASSOLUTE – 

1 Pettenuzzo – Tirone (Ford Focus WRC)

2 Gianesini – “Fulvione 40” (Peugeot 207 S2000)

3 Uzzeni – Nibbio (Subaru Impreza WRC)

4 Boetto – Santi (Mistubishi Lancer EVO VII N4)

5 Sala – Florean (Mitsubishi Lancer EVO IX R4)

6 Pozzo – Passone (Citroen Xsara WRC)

7 Tavelli – Cottellero (Peugeot 207 S2000)

8 Rotella – Rappoldi  (Renault Twingo R2B)

9 Gagliasso – Beltramo (Renault Clio R3)

10 Ripoli – Bruna (Peugeot 106 FA6)

– VINCITORI DI CLASSE – 

Classe WRC: Pettenuzzo –  Tirone (Ford Focus WRC)

Classe S2000: Gianesini – “Fulvione 40” (Peugeot 207 S2000)

Classe R: Sala – Florean (Mitsubishi Lancer EVO IX R4)

Classe A: Blessent – Bossuto (Citroen Saxo A6)

Classe N: Boetto – Santi (Mitsubishi Lancer EVO VII N4)

Classe FA: Ripoli – Bruna (Peugeot 106 FA6)

Classe FN: Combe – Albera (Renault Clio FN3)

Classe Racing Start: Chenal – Paonna (Peugeot 207)

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.


VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 Leggi anche:
Matteo Maero