Rinaldi nono nel venerdì di prove a Phillip Island

Il numero 21 ha dimostrato grande tenacia e nervi saldi, non si è lasciato prendere dall'agitazione ed al secondo giro cronometrato ha saputo portarsi nella top ten momentanea

Un venerdì movimentato ha inaugurato la stagione Superbike 2020! Pochi istanti prima della FP 1 una pioggia via via più insistente ha bagnato copiosamente i 4.445 metri del tracciato di Phillip Island. Michael, così come alcuni suoi colleghi, ha preferito restare al box, senza correre rischi inutili visto il previsto miglioramento del pomeriggio. 50 minuti passati ad osservare attentamente gli avversari scesi in pista.
Free Practices 1:
P 1 S. Redding 1.41.195
P 2 L. Baz + 1.009
P 3 L. Haslam + 1.073

No Time Set M. Rinaldi
Decisamente più interessante ed avvincente la seconda sessione di libere, disputatasi su asfalto asciutto, l’unica da circa un’ora rimasta a squadre e piloti per sistemare passo gara e giro veloce in vista dell’impegnativa giornata di sabato. Michael Rinaldi ha avuto un inconveniente tecnico nel giro di uscita dai box quando la sua V4-R si è fermata ed i commissari hanno tardano nel riportarla al box; fortunatamente si trattava di una banalità, che lo staff Go Eleven ha saputo risolvere in pochi attimi. Purtroppo, però, il tempo a disposizione si era dimezzato. Il numero 21 ha dimostrato grande tenacia e nervi saldi, non si è lasciato prendere dall’agitazione ed al secondo giro cronometrato ha saputo portarsi nella top ten momentanea. Davvero sorprendente anche il ritmo dei giri successivi, tutti sul 31 alto. Con le gomme nuove, a fine turno, è riuscito a completare solo un giro, abbassando di mezzo secondo il suo best precedente, portando la Ducati in nona posizione a sette decimi dalla vetta.
Free Practices 2:
P 1 S. Redding 1.30.436
P 2 T. Razgatlioglu + 0.418
P 3 M. Van Der Mark + 0.469

P 9 M. Rinaldi + 0.777
Foto e Notizie: Ufficio Stampa Team Go Eleven Ducati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here