Risultati Cus Torino Rugby, tutte le amichevoli

Seconda uscita pre-campionato per l'Itinera CUS Ad Maiora Rugby 1951 che ha disputato un triangolare dopo il derby contro Genova

Cus Torino Carlotta Guerreschi in azioneSeconda uscita pre-campionato per l’Itinera CUS Ad Maiora Rugby 1951. Dopo il derby universitario contro il CUS Genova di domenica scorsa, ieri i ragazzi di coach Lucas D’Angelo e del suo vice Luis Otaño hanno disputato un triangolare a Biella e lo hanno vinto, battendo per 36-7 la Pro Recco di serie A e per 26-0 i gialloverdi, che militano in B. «Stiamo iniziando a correggere gli errori che abbiamo commesso contro il CUS Genova – spiega il tecnico – dal punto di vista difensivo, in mischia chiusa e nel gioco corale. Il nostro punto di forza è il gruppo e la scorsa settimana avevamo sbagliato, giocando troppo sulle individualità. A Biella siamo stati più squadra. In questo momento non teniamo conto dei risultati e ci interessa maggiormente porci degli obiettivi che ci portino crescere e a esprimere il rugby che vogliamo quando servirà per conquistare i punti. Ieri sono stati due match molto diversi. Recco ha una difesa ferrea, molto difficile da passare. Nei primi minuti i liguri hanno segnato una meta, recuperando la palla su un nostro attacco. Di lì in poi abbiamo ingranato meglio sul fronte offensivo. Contro Biella è stata una sfida più a viso aperto, dura, ma leale, con continui capovolgimenti di fronte. Sabato prossimo, alle ore 15,30, chiuderemo le amichevoli a Verona, contro una delle semifinaliste della stagione passata. Sarà una gara interessante, un altro test con un avversario di categoria, per far fare esperienza ai nostri giovani, che non sono abituati alla serie A».
La squadra femminile, guidata da Wady Garbet, coadiuvato da Davide Notario, ha svolto oggi pomeriggio, al centro sportivo Angelo Albonico, un allenamento congiunto con il Chicken CUS Pavia, sulla distanza di tre tempi da 20′ e l’ultimo da 15′, che si è concluso sul 37-10 per la biancoblù. Nel primo tempo sono andate in campo le cussine Piovano, Guerreschi, Monica Bruno, Sarasso, Sandra Guaia, Rochas, Francesca Guaia, Gai, Sparavier, Scotto, Calligaro, Ponzio, Salvatore, Hu e Maietti. Nel secondo sono invece state schierate. Chiaruzzi, neoarrivata da Treviso, Pantaleoni, Pecci, Sarasso, Guerreschi, Romano, Giulia Bruno, Sparavier, Turillo, Scotto, Salvatore, Gai, Zini, Pagano e Barbara Tombolato. Nelle ultime due frazioni Garbet ha mischiato le carte, con parecchi avvicendamenti, impiegando tutte le atlete della rosa. Al 4′ la prima meta è stata opera di Scotto (5-0) e al 7′ uno sprint di Guerreschi ha fruttato la seconda segnatura (10-0). Al 15′ è andata a bersaglio anche Sarasso e al 18′ Monica Bruno, partendo dalla sua metà campo, ha schiacciato a terra il quarto pallone (15-0). La trasformazione di Piovano ha chiuso il primo quarto sul 22-0.
Alla ripresa il Chicken ha preso coraggio, rendendosi più pericoloso. Ad andare più vicine alla linea di meta, è stato però ancora l’Itinera, con una discesa di Guerreschi, che è scattata all’altezza dei suoi 22 metri ed è stata fermata nei 22 avversari. Nel terzo quarto il punteggio è tornato a muoversi. Al 45′ ha marcato Hu (27-0) e al 48′ Monica Bruno ha liberato Pecci in un corridoio ideale per ampliare il margine (32-0). Al 53′ Guerreschi in velocità, il suo marchio di fabbrica, ha portato lo scompiglio all’ala ed è andata a schiacciare in mezzo ai pali (37-0). L’ultimo quarto d’ora è servito soprattutto alle ospiti, che hanno rotto il digiuno con una bella corsa di Pillotti (37-5) e con un’iniziativa simile di Biatel, brava, prima di essere placcata, a scaricare su Turolla, autrice della seconda meta (37-10).
Successo anche per l’Under 16 di Nicolas Epifani e Roberto Modonutto, che, nel secondo barrage sulla strada che porta in Elite, hanno superato per 32-20 un ottimo Junior Brescia. Il XV locale era composto da Forneris, Mazzucco, (31′ st Boglio), Toniolo, Bartoletti (1′ st Riccardi), Genovese, Piunno, Leonardi (1′ st Di Pierro), Caminiti, Medda, De Luca, Capponi, Cecati, De Boni, Giusti, Lyazil. A disposizione De Chiara, Gabeto, Bellia, Iula. Per gli ospiti Plebani, Molinari, (27′ st Giuzzi), Moioli, Delbono, Palmegiani, Braga, Bozzoni, Cassandrelli, Sberna, Zanetti, Triboldi (20′ st Alberti), Corbani, Voi (27′ st Pasotti), Petitpierre, Oladeji. In panchina Zingarelli. Ha diretto Paolo Boni di Torino.
I lombardi sono partiti all’attacco e al 4′, su una loro incursione, Medda ha dovuto annullare. Alla prima azione convinta i cussini sono passati in vantaggio. Un calcio di Piunno è stato controllato da Genovese, che ha tentato la percussione. È stato fermato, ma ha imbeccato De Luca, che è volato in meta. Piunno ha trasformato (7-0). Al 13′, su una palla persa dai biancoblù, i ragazzi del tecnico Christian Mariuzzo si sono fatti insidiosi e Toniolo ha annullato. Si è ripreso da una mischia ai 5 metri, che ha propiziato la segnatura al largo di Delbono , trasformata da Braga (7-7). Al 19′, su un “in avanti” non rilevato dall’arbitro, lo Junior Brescia è andato in meta con Palmegiani (7-12). Il CUS ha recuperato al 25′, sugli sviluppi di una mischia ai 5 metri. Dopo un’intesa sulla destra fra Piunno e Toniolo stoppata, l’azione alla mano è proseguita sulla sinistra e Capponi l’ha finalizzata (12-12). Al 29′ un piazzato di Delbono da lontano ha fissato il parziale al riposo (12-15).
Nel secondo tempo al 6′ Piunno ha ispirato Toniolo, che si è infilato centralmente, L’addizionale di Piunno ha inquadrato i pali (19-15). I bresciani hanno reagito e al 18′ con Sberna hanno ribaltato nuovamente la situazione (19-20). Piunno al 22′ dalla piazzola, in prossimità dei 22, ha rioperato il sorpasso (22-20). Sotto la pressione degli ospiti, un calcio di liberazione ha innescato al 25′ Genovese, che ha anche approfittato di un controllo sbagliato di un avversario per realizzare la meta della sicurezza, arrotondata al piede da Piunno (29-20). Al 31′ una punizione del numero 10 ha sigillato la vittoria (32-20). Si è andati avanti ancora a lungo e al 38′ Forneris è stato ammonito, lasciando in inferiorità numerica i compagni. Al fischio conclusivo è stata comunque festa, per un risultato importante ottenuto contro una squadra di livello.
L’Under 18 di Otaño, Manuel Musso e Sergiu Ursache era impegnata a Lecco in un triangolare, in cui ha perso con i padroni di casa e ha sconfitto il CUS Milano, piazzandosi al secondo posto. I Bulls di Dragos Bavinschi e Francesco Narcisi a Grugliasco hanno superato per 12-7 il Chieri.
Le foto sono di Mario Sofia
Notizie: Ufficio Stampa Cus Torino Rugby

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here