Sant’Anna TomCar San Mauro Torinese, una bella vittoria

Di fronte a un Saronno che in estate ha cambiato pelle e riparte dai giovani, il Sant’Anna alla fine di una partita decisamente combattuta, strappa tre punti

Di fronte a un Saronno che in estate ha cambiato pelle e riparte dai giovani, il Sant’Anna alla fine di una partita decisamente combattuta, strappa tre punti molto importanti per restare nel gruppo delle migliori e preparare la partita di sabato in casa con un Caronno al secondo viaggio a Torino dopo la sconfitta 3-1 col Parella. Pur patendo parecchio nel primo set l’atteggiamento agonisticamente aggressivo degli amaretti (che piazzano 7 dei 13 muri totali nel parziale), i biancorossi lavorano con pazienza nei set successivi e non facendosi condizionare emotivamente dai ripetuti allunghi dei padroni di casa. In avvio è la formazione di coach Leidi a indovinare le mosse per indirizzare la partita: pressione al servizio e a muro. Le distanze si fanno ampie praticamente dai primi scambi, che portano i padroni di casa 5-1. I sanmauresi rientrano 12-10, ma non è un progetto a lunga scadenza. Saronno riallarga lo strappo sul 16-12, poi l’ultimo assalto biancorosso porta al -1 con muro di Gunetto (16-15). Il turno in battuta di Falanga (scomodo non solo nel primo set, ma lungo tutto l’arco della gara) mette in banca l’1-0 saronnese firmando il +6 (21-15) che non lascia possibilità di rimarginare la ferita agli ospiti, che cedono 25-19. Nel secondo set i ruoli si scambiano specularmente, anzi con maggior enfasi da parte sanmaurese, che replica su due turni in battuta (Mosso e Ciavarella) per l’1-9 che anestetizza ogni velleità di recupero biancoblu. Saronno dimezza lo svantaggio sul 7-11, ma le distanze tornano a farsi più che ampie sul 13-20, prima dell’attacco fuori che porta le squadre in parità sul punteggio di 16-25. Cassato il tentativo di schierare Rigoni e Olivati di banda, coach Leidi inserisce in regia Gallivanoni in diagonale a Olivati e ritorna alle origini in posto 4 con Rigoni e Laneri. Ne scaturisce un terzo parziale più combattuto, nel quale Saronno s’avvantaggia 10-6, sfruttando anche i servizi del solito Falanga. Il Sant’Anna vacilla, prova a rientrare una prima volta (13-12), ma viene ricacciato indietro (16-12). Il secondo tentativo ha più successo e arriva prima l’aggancio con Giraudo (17-17), poi il sorpasso 18-20, lo strappo decisivo su ace di Mura (20-23) e il definitivo 21-25 che porta avanti 1-2 il Sant’Anna. Nel quarto Saronno cerca con decisione di allungare la partita, cercando di sfruttare il +4 sull’11-7. Il Sant’Anna impiega qualche azione a riorganizzarsi, ma trova pari e sorpasso con Fumagalli e un ace di Mosso risalendo da 15-11 a 17-18. Gli amaretti tengono vivo il finale, portandosi 22-21 approfittando di un’infrazione in palleggio di Mosso. Simeon chiama tempo e al rientro il servizio di Falanga non trova il campo. Decisivi il muro di Giraudo a Rigoni e l’attacco di Fumagalli che chiude 24-26.
IL TABELLINO
PALLAVOLO SARONNO 1
SANT’ANNA TOMCAR 3
(25-19; 16-25; 21-25; 24-26)
Arbitri: Rizzica, Sodano
SARONNO: Della Pietra 3, Favaro 14, Melfi 8, Falanga 12, Laneri 13, Rigoni 8, Muselli (L); Ronzoni n.e., Pollastro (L2) n.e., Olivati 1, Berghella n.e., Gallivanoni, Guerrini n.e., Ghilotti n.e. All. Leidi
SANT’ANNA: Mosso 4, Fumagalli 12, Giraudo 5, Vajra 14, Gunetto 2, Ciavarella 9, Pagano (L); Sangermano n.e., Mura 2, Sorrentino 10, Salvatico 1, Tanga (L2) n.e., Carlevaris. All. Simeon, Colombo
Foto e Notizie: Ufficio Stampa Sant’Anna TomCar

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here