Super-G Femminile Sci Aare 2019, super Italia

L'Italia ha portato a casa la prima medaglia, grazie a Sofia Goggia, ma ha anche trovato una super Francesca Marsaglia

Le prime sette racchiuse in soli 24/100: colpa anche di una pista relativamente facile e dell’abbassamento per la partenza. Ma lo spettacolo nel Super-G femminile che ha aperto i Campionati Mondiali ad Aare c’è stato tutto e l’Italia ha portato a casa la prima medaglia, grazie a Sofia Goggia (Fiamme Gialle), battuta per soli 2/100 dal fenomeno a stelle e strisce Mikaela Shiffrin (Ski and Snowboard Club Vail), che ha chiuso la sua discesa in 1’,04”,89/100. Terza a soli 5/100 la svizzera Corinne Suter (Ski Club Schwyz). Nelle prime sette anche Nadia Fanchini (Fiamme Gialle) quinta a 14/100 dall’oro e soprattutto Francesca Marsaglia, settima a 24/100. L’alpina di Sansicario è stata in gara per le medaglie sino alla fine, ha centrato uno dei suoi migliori piazzamenti stagionali e quindi le recriminazioni sono relative: “Ho un po’ d’amaro in bocca. Siamo tutte vicine, – ha dichiarato ai colleghi dell’ufficio stampa della FISI – ma è una gara così e bisogna accettarlo. Non c’è rammarico, mi sono resa conto in tv che era un Super-G da non lasciare neppure un metro, soprattutto per noi che siamo molto precise e molto tecniche. Volevo divertirmi, ho voluto limare un po’ troppo l’ultimo salto e quello è stato l’errore, ma l’ho fatto perché volevo andare veloce. Quindi lo accetto”. A chiudere il panorama italiano Federica Brignone (Carabinieri), decima a 54/100 mentre la prima delle “aquilotte” austriache date per favorite è Nicole Schmidhofer (Union Ski Club Schoenberg – Lachtal), solo undicesima. Mercoledì 6 febbraio, per le donne è in programma la seconda prova della Discesa, in vista anche della Combinata di venerdì. Ma alle 12,30 scatta anche il Super-G maschile con Dominik Paris (Carabinieri), Christof Innerhofer (Fiamme Gialle) e i due valsusini Matteo Marsaglia (Centro Sportivo Esercito) e Mattia Casse (Fiamme Oro Moena).
Foto: Agenzia Pentaphoto
Notizie: Ufficio Stampa FISI-AOC

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here