Supercoppa LNP 2018, vittoria del Bologna

Va alla Fortitudo Bologna la Finale di Supercoppa LNP dopo una partita equilibrata per 40': nel finale è la formazione bolognese a conquistare la vittoria 73-75

Va alla Fortitudo Bologna la Finale di Supercoppa LNP dopo una partita equilibrata per 40′: nel finale è la formazione bolognese a conquistare la vittoria 73-75. I primi due quarti sono all’insegna dell’equilibrio con ottime giocate da entrambe le parti, nel terzo quarto Bologna inizia a premere sull’acceleratore ma Casale rimane lì fino all’ultimo secondo, quando il canestro di Hasbrouck regala la vittoria ai fortitudini.
Sono due canestri consecutivi di Rosselli ad aprire la partita, mentre i tiri della Novipiù si fermano sul ferro: è Tinsley il primo rossoblu a trovare il fondo della retina, imitato da Pinkins, complice l’ottima difesa juniorina. Pini non sbaglia dalla lunetta, ma Pinkins è glaciale dalla lunga distanza e Martinoni attua il gioco da tre punti che vale il 10-6: Casale continua a tenere alto il muro difensivo e ad un nuovo canestro di Pinkins è coach Martino a chiamare timeout. La Fortitudo vuole ricucire a tutti i costi il gap e Leunen piazza un’ottimo gioco da tre, ma dall’altra parte c’è già Musso che dall’angolo realizza il 15-9; Fantinelli realizza dalla media imitato da Leunen, mentre per la Novipiù ci pensa Martinoni a muovere la propria retina. I rossoblu non vogliono abbassare il ritmo, con Venuto e Pinkins che si rispondono a suon di triple e il primo quarto termina con il canestro allo scadere di Leunen che vale il 20-18.
I liberi di Hasbrouck (2/2) da una parte e Martinoni (2/2) dall’altra aprono il secondo periodo, con la Fortitudo che prova a premere sull’acceleratore con Venuto (22-25); la Junior non ci sta e vola a canestro con Tinsley, mentre a Rosselli risponde Valentini prima e Martinoni poi, attuando il nuovo contro sorpasso (29-28). I rossoblu stringono ulteriormente le maglie della difesa e si portano sul 33-28 con due canestri in contropiede della coppia Tinsley-Valentini: è timeout per la Effe. Al rientro è ancora Leunen a vincere un viaggio in lunetta (2/2), ma Valentini ha armato il braccio e realizza la tripla del 36-30: la Fortitudo trova altri punti dalla linea della carità ma la Junior non ha intenzione di farsi raggiungere e Valentini piazza una nuova tripla da quasi 9 metri. Hasbrouck però non è da meno dalla lunga distanza e Pini riporta i suoi sul -1 (40-39): la Novipiù ha un attimo di sbandamento e coach Ferrari richiama tutti in panchina. Pinkins e Leunen realizzano dalla lunga distanza e il quarto termina 45-46.
Rosselli dalla lunetta dà avvio al terzo periodo, ma Martinoni risponde subito con un canestro dalla media distanza: Casale vuole mantenere alta l’intensità della gara, così come la Fortitudo che trova il canestro del 47-49 per mano di Leunen. Ci pensa Musso a scuotere i suoi mentre i suoi compagni svettano sotto le plance difensive: Fantinelli trova due punti a gioco fermo mentre Cesana tiene i suoi a contatto dopo il nuovo sorpasso Fortitudino (52-53). Denegri e Pini si rispondono dalla lunga distanza e la Fortitudo prova a scappare sfruttando le giocate dello stesso Pini (55-60) mentre coach Ferrari chiama il timeout: gli avversari aumentano l’aggressività e premono sull’acceleratore trovando anche il canestro di Benevelli che chiude il quarto 55-62.
L’ultimo periodo si apre con i canestri di Martinoni e Venuto e con Benevelli che realizza solo uno dei tiri a disposizione: la Novipiù vuole rifarsi sotto e Musso insacca dai 6.75 metri (60-65) imitato da Valentini. Bologna macina punti con Benevelli e prova ad allungare, ma Musso realizza nuovamente dall’arco per il 66-69: Casale alza la difesa e Martinoni trova il canestro da sotto le plance. Gli ultimi minuti sono di fuoco, con i tiri di entrambe le formazioni che si fermano sul ferro: Leunen sblocca la situazione con una tripla allo scadere dei 24” (68-72) ed è ancora Musso a rispondere con la stessa moneta e con Martinoni che trova il canestro del pareggio (73-73). Hasbrouck trova il canestro che vale il 73-75 e i tentativi della Novipiù di andare a segno si fermano sul ferro: finisce così con la vittoria della Fortitudo
NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO – LAVOROPIU’ FORTITUDO BOLOGNA: 73-75 (20-18; 45-46; 55-62)
NOVIPIU’ CASALE: Tinsley 8, Banchero ne, Musso 15, Valentini 14, Cesana 2, Denegri 3, Battistini, Martinoni 17, Pinkins 14, Cattapan, Giovara ne, Lazzeri ne. All. Ferrari
LAVOROPIU’ FORTITUDO BOLOGNA: Sgorbati, Cinciarini ne, Mancinelli ne, Franco ne, Benevelli 9, Leunen 19, Prunotto ne, Venuto 8, Rosselli 8, Fantinelli 6, Pini 15, Hasbrouck 10. All. Martino
Coach Mattia Ferrari: “E’ un po’ il discorso di ieri, siamo tristi perchè abbiamo perso, ma non dimentichiamo cio’ che ha detto il campo dal punto di vista della nostra personalità. Ci sono situazioni tecniche su cui possiamo e dobbiamo migliorare, l’ultimo minuto non siamo stati molto lucidi ma questo fa parte del vissuto di una squadra. Questa Supercoppa ci ha dato modo di pensare alla squadra sotto determinati aspetti, ci teniamo quanto di buono abbiamo fatto vedere e ripartiamo da qui per essere pronti per la prima partita di campionato”.
Foto e Notizie: Ufficio Stampa Novipiù Casale Monferrato

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here